Guai a voi governanti…

IMG_0358

BELLISSIMA RIFLESSIONE LETTA DURANTE LA VIA CRUCIS DI PAPA FRANCESCO.

II STAZIONE

Gesù è caricato della croce
Il pesante legno della crisi

«Gesù portò i nostri peccati nel suo corpo, sul legno della croce, perché non vivendo più per il peccato, vivessimo per la giustizia; dalle sue ferite siete stati guariti. Eravate erranti come pecore, ma ora siete stati ricondotti al pastore e custode delle vostre anime» (1 Pt 2,24-25).

Pesa quel legno della croce, perché su di esso Gesù porta i peccati di tutti noi. Barcolla sotto quel peso, troppo grande per un uomo solo (Gv 19,17).

E’ anche il peso di tutte le ingiustizie che hanno prodotto la crisi economica, con le sue gravi conseguenze sociali: precarietà, disoccupazione, licenziamenti, un denaro che governa invece di servire, la speculazione finanziaria, i suicidi degli imprenditori, la corruzione e l’usura, con le aziende che lasciano il proprio paese.

Questa è la croce pesante del mondo del lavoro, l’ingiustizia posta sulle spalle dei lavoratori. Gesù la prende sulle sue e ci insegna a non vivere più nell’ingiustizia, ma capaci, con il suo aiuto, di creare ponti di solidarietà e di speranza, per non essere pecore erranti né smarrite in questa crisi.

Ritorniamo perciò al Cristo, Pastore e Custode delle nostre anime. Lottiamo insieme per il lavoro in reciprocità, vincendo la paura e l’isolamento, ricuperando la stima per la politica, e cercando di uscire insieme dai problemi.

La croce, allora, si farà più leggera, se portata con Gesù e sollevata tutti insieme, perché dalle sue ferite – fatte feritoie – siamo stati guariti (cfr 1 Pt 2,24).

 

OGGI E’ IL SECONDO GIORNO DELLA NOVENA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Annunci

Per la sua dolorosa passione…

1506648_765754336781498_266382847137616878_nOGGI, VENERDI’ 18 APRILE, INIZIA LA NOVENA DELLA DIVINA MISERICORDIA.

LEGGIAMO LE PAROLE CHE GESU’ DISSE SANTA FAUSTINA KOWALKA AL RIGUARDO E INIZIAMO CON FIDUCIA LA NOVENA PER TUTTI COLORO CHE SONO LONTANI DA DIO.

 

La Novena alla Divina Misericordia insegnata da Gesù

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 
Primo Giorno (Venerdì Santo)
“Oggi conducimi l’umanità intera e specialmente tutti i peccatori e immergili nell’oceano della mia Misericordia: con ciò mi consolerai dell’amara tristezza, in cui mi getta la perdita delle anime”.

Gesù misericordiosissimo la cui prerogativa è d’aver compassione di noi e di perdonarci, non guardare i nostri peccati, ma la fiducia che nutriamo nell’infinita tua bontà. Accoglici nella dimora del pietosissimo tuo Cuore, e non permettere che ne abbiamo ad uscire mai più. Te lo chiediamo per l’amore che ti unisce al Padre e allo Spirito Santo. Misericordia dell’Onnipotente che puoi salvare l’uomo peccatore, poiché Tu sei l’oceano dell’amore, soccorri chi
t’invoca umilmente. Eterno Padre, volgi il tuo sguardo di misericordia sopra l’intera umanità e specialmente sopra i peccatori, che sono rinchiusi nel Cuore infinitamente compassionevole di Gesù e, per la sua Passione dolorosa, mostraci la tua Misericordia, affinché cantiamo assieme, eternamente, la gloria dell’onnipotente tua bontà. Amen.

Recitare la Coroncina

All’inizio: Padre nostro, Ave Maria, Credo.
Sui grani del Gloria si recita la frase seguente:
Eterno Padre, Ti offro il Corpo e il Sangue, 1’Anima e la Divinità del tuo dilettissimo Figlio e Signore Nostro Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati e quelli del mondo intero.

Sui grani dell’ Ave Maria si recita la frase seguente:
Per la sua dolorosa Passione abbi misericordia di noi e del mondo intero.
Alla fine per tre volte: Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero.

 

 

Israele, statua Madonna ‘piange’ olio: 2mila persone in pellegrinaggio

130706213-ecfc3b21-c1b2-403b-8e31-243f1827407bGerusalemme, 11 feb. (LaPresse/AP) – In una settimana duemila persone hanno messo in atto un vero e proprio pellegrinaggio in una casa di cristiani a Tarshiha, in Israele, dove una statua della Madonna sembrerebbe “piangere” olio. Osama Khoury, uno degli inquilini dell’abitazione, afferma infatti che la moglie Amira abbia di recente trovato la statua, situata nel loro salotto, “ricoperta di olio”. L’effigie, racconta ancora Khoury, “ha parlato” alla moglie e le detto di non avere paura. Le voci riguardanti la statua si sono diffuse dopo che un vicino di casa ha assistito al presunto miracolo. Effettivamente, alcune parti della statua appaiono essere viscide e umide, anche dopo essere state pulite. La cosa più impressionante, afferma la famiglia, è quando una specie di “lacrima” sembra scendere lungo la guancia della statua.

http://www.lapresse.it/mondo/asia/israele-statua-madonna-piange-olio-2mila-persone-in-pellegrinaggio-1.458321

Strappiamo i giovani a satana con questa preghiera

di Annalisa Colzi

Madonnamedjugorje-3

O Cuore Immacolato di Maria, ardente di bontà, io desidero affidare (e qui si dice il nome della persona) al tuo Cuore Immacolato.
Mostra il tuo amore verso di lui difendendolo dagli attacchi del maligno.
La fiamma del tuo amore, o Maria, lo avvolga e lo preservi dalla dannazione eterna.
Noi ti amiamo tanto! Accetta questo amore in riparazione alle offese che (dire il nome) ti procura.
Imprimi nel cuore di (nome) un amore grande, infinito, ardente verso Gesù. Fa’ che il suo cuore abbia un continuo desiderio di te. Continua a leggere