Il principe dei mass media

UN AMICO HA CONDIVISO UN MIO VIDEO CON UN SUO COMMENTO. LO RINGRAZIO DI VERO CUORE E VI INVITO AD ENTRARE NEL SUO BELLISSIMO SITO:  http://jesusinnetwork.it/?p=696

Vale la pena per tutti, ma se siete giovani genitori o avete delle responsabilità nelle vostre comunità, che siate laici o sacerdoti consacrati vi consigliamo di dedicare poco più di un’ora a questo video, nel quale Annalisa Colzi, introduce ed orienta ad un corretto uso dei mezzi di comunicazione di massa elettronici, svelandone alcuni segreti, mettendoci tutti in guardia su un argomento che pur essendo noto viene trattato in maniera “underground” anche dalla stessa Chiesa Cattolica.

Annalisa Colzi è originaria della provincia di Prato. Accreditata da Padre Gabriele Amorth, ha scritto libri molto interessanti su tematiche spirituali, psicologiche e sociali. E’ sposata ed è consacrata nella Comunità dei Figli di Dio, la comunità monastica fondata da don Divo Barsotti. I membri di questa comunità vivono da monaci, in mezzo agli uomini. Integrati nelle strutture sociali. Lavorano in ufficio, a scuola, in fabbrica, in prima linea tra la gente… uomini e donne, giovani e anziani, sposati e non. Ogni loro attività umana è consacrata al Signore, sono al servizio di Dio, ovunque testimoni di Cristo con la loro vita.

Annunci

6 thoughts on “Il principe dei mass media

  1. Interessante questo sito.
    Vuol dire che, se il sig. principe la fa da padrone anche nei media, qualche seme buono c’è sempre, e prima o poi germoglia.
    Del resto, molte cose buone le ho trovate proprio nel web appestato in tutti i sensi (morale e virus).
    Di questo qualcuno conosce l’attendibilità? a me sembra buono:

    http://www.centrosangiorgio.com/

  2. Sinceramente io sono rimasta malissimo dalla verità emersa in questo video. Il fumo di Satana ha devastato tutto! Mi dispiace per tutti, in particolare per i bambini che non si possono proteggere

  3. Grazie.
    Penso che sia uno dei siti più validi, anche perché ci sono argomenti di storiografia e massoneria sottaciuti o contraffatti dai media, oltre che dai libri “ufficiali” di storia, compresi quelli scolastici (c’è sempre “qualcuno” che riscrive, o fa riscrivere, fatti e avvenimenti storici a proprio vantaggio, interesse e propaganda).

  4. Cara Annalisa come stai?Spero tutto bene.Appena puoi chiamami o vieni a trovarmi avrei piacere di parlare con te ,soprattutto per la tua missione di evangelizzazione e per darti nuovi spunti di indagine .A presto un abbraccio FR.ANTONIO

I commenti sono chiusi.