Obama su aborto, ogni donna abbia diritto di scelta

NEL CASO IN CUI QUALCUNO ABBIA ANCORA DEI DUBBI SI CHI E’ OBAMA, LEGGETE COSA DICE A PROPOSITO DELL’ABORTO

images“Confermiamo il nostro impegno a favore del principio guida secondo cui ogni donna deve essere in grado di fare le proprie scelte sul suo corpo e la sua salute”. Lo sostiene Barack Obama a 41 anni dalla sentenza della Corte Suprema che legalizzo’ l’aborto. ”Ribadiamo – prosegue Obama – il nostro fermo impegno a proteggere l’accesso della donna a una assistenza sanitaria sicura e a prezzi accessibili e il suo diritto costituzionale alla privacy, compreso il diritto alla libertà riproduttiva”. ”Siamo determinati a ridurre il numero di gravidanze indesiderate, sostenere la salute della madre e del bambino, (COME? UCCIDENDOLO?) e continuare a costruire comunità sane e sicure per tutti i nostri figli. Perché questo – conclude Obama – è un Paese dove ognuno merita di avere la stessa libertà e le stesse opportunità per realizzare i propri sogni”.

GIA’, TUTTO QUESTO MENO CHE AI BAMBINI AI QUALI INVECE E’ TOLTA  L’OPPORTUNITA’ DI REALIZZARE I PROPRI SOGNI VISTO CHE LA MADRE LO HA UCCISO.

COMPLIMENTI PRESIDENTE, SE SUA MADRE AVESSE RAGIONATO COME LEI E AVESSE ABORTITO, LEI NON AVREBBE POTUTO REALIZZARE I SUOI SOGNI.

Annunci

14 thoughts on “Obama su aborto, ogni donna abbia diritto di scelta

  1. basta avere guardato il filmato del post del 24 gennaio us “che ne pensate?” e tutto è chiaro!!

  2. Quello che preoccupa e’ che qualsiasi cosa venga “partorito” oppure “non partorito” dalle lobby americane, queste diventano leggi in tutti i paesi cosiddetti occidentali e anche non. Non ci resta altro che sperare nel prossimo presidente americano.. e che lo Spirito Santo lo illumini.

  3. l’IMPORTANTE E’ ESSERE ” DEMOCRATICI” .OGGI E’ LA GIORNATA DELLA MEMORIA . SI DOVREBBE FARE UNA GIORNATA DELLA MEMORIA PER I BAMBINI ABORTITI PERCHE’ ORMAI HANNO SUPERATO DI NUMERO GLI EBREI UCCISI DAI NAZISTI. SPERO CHE QUESTE PAROLE NON VENGANO INTERPRETATE COME RAZZISTE. NON LO SONO E NON VOGLIONO ESSERLO. SIANO LODATI SEMPRE GESU’ E MARIA

  4. fhrui. . . esagerato. . . se la madre gli avesse inculcato dei valori che fossero stati mussulmani o cristiani forse avrebbe fatto meno cavolate. . . . Comunque anche se la madre fosse intervenuta, per arrivare li’ ha dovuto accettare compromessi. . . altrimenti ora non starebbe li’. Come si dice. . . Il prezzo del potere…

  5. Non è una questione di valori, ma di politica. Se la maggior parte delle donne dell’elettorato fosse contro l’aborto, lo sarebbe anche Obama. Non penso che a lui interessi qualcosa del dramma di una donna che per un motivo o per un altro decide di abortire o tenere il bambino. Anche molti di noi (non dico questo blog, parlo in generale degli antiabortisti) sono semplici dealisti: tu vuoi una cosa, io voglio l’opposto e ci facciamo la guerra a suon di slogan. Resta il dramma di quelle mamma, che io non mi sento di giudicare, lo farà il Signore a suo tempo, e resta il dramma di quei bambini.

    San Carlo Borromeo diceva che le anime si guadagnano con le ginocchia, io non prego mai per Barak Obama, forse dovrei iniziare.

  6. La valutazione dell’aborto nella Bibbia, più che i pochi passi dove viene presentato con valenza negativa, va cercata più propriamente nei molti passi dove viene esaltato il valore della vita e della prole numerosa, fin dal grembo materno:
    “Ecco, eredità del Signore sono i figli, è sua ricompensa il frutto del grembo” (Sal 127[126],3).
    “Prima di formarti nel grembo materno, ti ho conosciuto, prima che tu uscissi alla luce, ti ho consacrato” (Ger 1,5).

  7. E’ vero anche questo, la mia è un’affermazione “a botta calda” per quello che Obama è diventato.
    Intendo dire, a questo punto meglio rinunciare al prezzo del potere, che è sempre un prezzo di sangue. Ossia, “se la tua mano ti è di scandalo, tagliala…”.
    Meglio entrare monchi nella Vita eterna, che con l’intero corpo (spirituale) nel fuoco eterno, in compagnia di massoni e satanisti…

  8. Una grande consolazione seconde me è questa: Gesù nella sua grande misericordia prende questi feti o bimbi abortiti e li porta al Padre cioè a lui stesso, con la forza della terza persona della Trinità: lo Spirito Santo. Maria lo aiuta in questo compito anche a sorreggere le mamme che sono cadute in questo errore. La misericordia di Dio è sempre in azione , ma comunque noi continuamo a pregare affinchè la potenza dell’Altissimo copra tutto. Una curiosità A che fede appartiene Obama? non l’ho mai sentito dichiararsi. Un caro saluto a tutti

I commenti sono chiusi.