Pedofilia refuso di pedofobia

Mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa:

http://www.carlogiovanardi.it/sito/modules.php?name=News&file=article&sid=2603

La modifica al DDL per la difesa ai pedofili era un refuso… Giovanardi voleva dire pedofobia

Vabboh… contenti loro

Annunci

30 thoughts on “Pedofilia refuso di pedofobia

  1. Quanto guadagna questo soggetto per produrre un refuso?
    Mio nonno, che ha solo la licenza elementare, si accontentetebbe anche meno della meta’ del suo stipendio e starebbe molto piu’ attento ai “refusi”.
    Una considerazione.
    Fermamente convinto che mio nonno, contadino, farebbe molto meglio di giovanardi il suo lavoro ma che giovanardi non sarebbe mai in grado di fare il mestiere di mio nonno.
    W mio nonno. Uno dei piu’ grandi uomini del nostro tempo… purtroppo incompreso.

  2. Lei parla spesso a vanvera e con il dito puntato senza conoscere caro Vincenzo!Giovanardi sta portando avanti una grande battaglia in difesa della famiglia naturale e non si sta risparmiando,pena :è beffeggiato dal mondo in quanto obsoleto.L’ho conosciuto di persona,conserva in se grandi valori cristiani,avrà uno stipendio invidiabile?Lei guardi gli scheletri nel suo armadio e poi lanci la pietra se ritiene di poterlo fare!

  3. Ciao Sonia,
    ci potresti portare degli esempi della battaglia di Giovanardi?
    Perché nella proposta di modifica del DDL, oltre al refuso, non fa alcun cenno alla difesa della fammiglia.
    Grazie

  4. Ciao Salvatore,non molti sono a conoscenza del movimento”Sentinelle in piedi e La manif pour tous Italia.Sono movimenti apolitici e racchiudono le varie confessioni;l’unico denominatore comune è la difesa della famiglia dallo stravolgimento che le lobby lgbt(non sono sicura di aver scritto correttamente questa sigla)vogliono imporre e non mi dilungo,penso che tu le conosca.Giovanardi,il noto avvocato D’Amato e altri rappresentanti politici erano con noi a Firenze il 19 genn.scorso nel palazzo del duecento .Il tema del confronto era relativo alla legge Scalfarotto,tema che mina pericolosamente il diritto all’obiezione e la famiglia.Scalfarotto,invitato,ha avuto all’ultimo momento un impegno improvviso,non abbiamo potuto porgli le domande che genitori e nonni avrebbero voluto.Giovanardi nel suo discorso è stato molto esaustivo indicando le trappole di questa legge se cosi com’è passasse.Presenzia in lungo e largo per far conoscere;non so se hai visto l’ultimo recente” porta a porta”,io non l’ho visto ma mi hanno raccontato,sembrava lui il mostro,l’obsoleto,un passato da dimenticare.A firenze,alcuni giovani ci hanno gridato:non capite niente,il mondo va avanti,la famiglia come la intendete voi non ci sarà più,fatevene una ragione!Ovviamente io lo conosco solo all’interno di questi movimenti e con questi limiti.Un caro saluto!

  5. Cara Sonia,
    Ammetto di aver usato dell’ironia, e chiedo scusa alla sensibilita’ di tutti (compreso Giovanardi) se si sono sentiti offesi.
    Mai salito o sceso in politica che dir si voglia. Sono un cattolico che esprimere le sue perplessita’ da cattolico nei confronti di uomini (o donne) politici che si definiscono tali.
    Vogliamo parlare dei cattolici adulti di Prodiana memoria? Oppure della nostra consorella Bindi di Engliana memoria?
    Potrei citare centinaia di nomi politici che si dicono Cattolici integerrimi e poi si nascondono dietro un ‘refuso”, per giustificare la loro candidatura alle prossime elezioni.
    In un ambiente come il parlamento italiano l’attenzione dei cattolici deve essere molto attenta perche’ appena ti distrai un attimo ti ritrovi con il sedere per terra. Hai voglia poi a dire che si trattava di refuso!!!
    Confermo quanto detto prima “mio nonno sarebbe stato piu’ attento” .
    Oggi in parlamento va di moda parlare di unione di specie… di identita’ di genere… se neache i cattolici parlano piu’ della famiglia.. forse sara’ meglio cambiare i politici cattolici a cui abbiamo dato il voto.
    Chiaramente questa e’ la mia opinione. Ognuno poi faccia secondo la propria coscienza. Concedetemi almeno la liberta di espressione.. in questo caso.. di ironia.
    Ti saluto
    Ps caro Salvatore condivido pienamente la tua analisi.

  6. Capisco, sono contento del supporto che Giovanardi da alla famiglia. Però è anche vero che quel refuso c’è

  7. E tu caro Salvatore, potresti indicarmi il nome di qualche politico cattolico che in questo momento si esponga con coraggio, come sta facendo Giovanardi, a difendere i valori cattolici..?

  8. non è una risposta… te lo dico io perchè: perchè non ce ne sono. ho 62 anni e vivo in emilia perciò la politica la conosco bene e non ho bisogno di farmela insegnare da te. e prima i criticare una persona come Giovanardi, che ha il coraggio di provare a fare qualcosa, devi almeno proporre qualcuno che lo faccia meglio!

  9. Sig. 62 anni:

    1 – calmiamoci un po’. Il caffe’ a quest’ora fa male!
    2 – non credevo che a differenza della regione italiana in cui si vive si capisce di politica o meno.
    3 ‘ Non voglio insegnare nulla a nessuno. Men che meno a te.
    4 – Io sono libero di criticare chi voglio. O vuoi tacciarmi di giovanardifobia? Ho riportato un dato di fatto, nella modifica di legge c’è un refuso: pedofilia. Dove sarebbe il problema?
    5 – Non devo proprio proporre nulla a nessuno. Sopratutto a te che hai 62 e capisci benissimo di politica… sia mai!

  10. sei a casa tua perciò sei libero di fare quello che vuoi, ma se sei permaloso evita di chiedere commenti per poi dare delle risposte stupide con questo chiudo

  11. Adesso dico una cattiveria a livello politico: a volte per sanare l’economia di una nazione servono dei passi che vanno contro la morale. Tutte queste proposte contro la famiglia ed a favore di comportamenti contro la morale, che ci vengono da oltreoceano e che stanno cercando di minare anche la Russia di Putin potrebbere servire per questo motivo ???? Ai posteri l’ardua sentenza

  12. Una volta lessi un articolo del Timone che parlava di qualcosa del genere. Non ricordo se l’avesse scritto Gotti Tedeschi. Cmq alla fine si faceva notare come in realtà, alla lunga, è un sistema economicamente sfavorevole mentre puntare sulla fammiglia sarebbe meglio

  13. Ancora non sei stato capace di dirmi il motivo per cui ti sei stracciato le vesti; sulla permalosità, dal modo in cui hai scritto sembravi alquanto nervosetto… e con questo, chiudo io

  14. Va bene Salvatore,il refuso c’è(credo significhi errore in qualche forma e modo)ma non comprendo la gravità .Io mi sono”refusa” più di una volta salvo poi rettificare e correggere.Veramente,…vorrei capire se non ti dispiace,per amore della verità o per capire se mi sono persa qualcosa (molto probabile)

  15. Caro Luciano, scusa se m’intrometto nella discussione.
    Io penso che qualche politico cattolico onesto, in parlamento ci sia ancora.
    Qualcuno che si occupa dei valori non negoziabili coerente con il proprio credo si, esiste.
    Non sono daccordo nel fare nomi, pero’ posso dirti che alcuni mi sono piu’ simpatici di altri, anzi per essere piu’ precisi diciamo meno antipatici di altri.
    In molti casi il programma elettorale dei diversi partiti fa da spartiacque nella scelta dell’etichetta da votare. Poi pero’ all’interno di ogni schieramento trovi qualcuno che ha una certa sensibilita’ “pro” su certi temi, a differenza di altri che sono “contro”.
    Caro Luciano so che sei una persona molto attenta in materia e non ti sara’ difficile trovare un paio di nomi per ogni schieramento. E’ chiaro che non sono dei “La Pira” o dei “don Sturzo” ma che siano partiti con le migliori intenzioni e che poi si siano “incartati” in alcuni “refusi” questo e’ un dato di fatto. E non alludo solo all’onorevole in questione ma a tutti i cattocomunisti e ai cattoliberali che a tutt’oggi siedono in parlamento ma che fanno solo molto arredo. Le decisioni poi le prendono gli altri e loro rimangono attaccati alla poltrona senza colpo ferire. A questo proposito vorrei spendere mezza parola in favore di Paola Binetti che in tempi recenti e’ stata l’unica ad aver tolto il disturbo nel partito in cui era stata eletta per accasarsi in un altro dove sulla “carta” era piu’ affine a certe sensibilita’.
    Finche’ non rinasce un don Sturzo ci tocchera’ convivere con le attuali sigle.
    Capisco che l’argomento possa far innervosire qualcuno ma sfilarsi dalla discussione dicendo “chi e’ senza peccato scagli la prima pietra” come qualcuno ha detto, mi sembra banale.
    In cabina elettorale ognuno vota secondo coscienza, il singolo candidato ma tutti hanno diritto di critica se quel singolo fa o dice qualcosa che non “torna” Sapessi quante ne hanno detto sul conto di La Pira a Firenze quando era sindaco. Eppure era La Pira.

  16. Grazie Vince per la cortese risposta, quello che volevo dire è che, secondo me, non bisogna attaccare quei pochi cattolici che hanno i coraggio di difendere i valori cristiani e cattolici in particolare come fa o cerca di fare Giovanardi. Per gli altri nomi io non ne conosco nel senso che non vedo nessuno che si esponga come lui correndo il rischio di fare la fine del caro Buttiglione che a suo tempo fu massacrato sia al parlamento europeo che qui in Italia per questi motivi, tutto qui. Se conoscessi altri nomi di politici impegnati non avrei timore a proporli, se fossi convinto della loro buona fede, perchè non bisogna metteli alla gogna solo quando sbagliano. Grazie di nuovo con affetto luciano

  17. Niente di particolare sonia, si era scatenata una gara al Giovanardi vuole difendere la pedofilia. Mentre poi ha chiarito che le cose non stavano cosi’. Se scatenato un allarme.
    Vedi i seguenti link:

    http://www.carlogiovanardi.it/sito/modules.php?name=News&file=article&sid=2603
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/22/omofobia-gay-equiparati-a-pedofili-in-emendamento-giovanardi-e-refuso/853844/
    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-coda-di-pagliadi-certianti-pedofili-8290.htm

  18. Ciao Luciano, se leggi bene ne io ne Salvatore abbiamo messo alla gogna nessuno. Il mio “peccato” e’ stato di aver ironizzato su un “refuso” che da un “professionista”non ci si aspetta. Ma puo’ succedere. L’ironia e’ stata usata per dire di stare piu’ attenti. Non fosse altro per lo stipendio oltre che per il “credo” di cui certi personaggi si fanno paladini. Salvatore, refuso a parte, sicuramente si aspettava che Giovanardi oltre che scusarsi per il refuso in materia di pedofobia avrebbe potuto cogliere l’occasione anche per ribadire certi concetti importanti sulla famiglia, argomento gia’ da diverso tempo accantonato. Infatti, si parla di tutto fuorche’ della famiglia.
    Nessuno vuole mettere al rogo Giovanardi semmai ci si aspetta da lui un po piu’ di attenzione. Si puo’ sempre migliorare. . . le critiche servono a questo.
    Ti saluto con affetto convinto che non manchera’ occassione di elogiare Giovanardi per le bellissime cose che fara’ prossimamente, oltre a quelle che ha gia fatto.

  19. Certo fa piacere cercare di fiorettare per essere equilibrist-volemosibenist, ma non sarebbe il momento di rimetterci in cammino come cristiani cattolici? Possiamo voltare pagina, tenendo ben in mente, il passato, e camminare nel presente verso il futuro?
    Continuiamo a costatare a dx e a sx e non muoviamo foglia. Capisco il detto “che Dio non voglia”….ma….
    Si può fare qualcosa insieme?
    Attendo commenti, per voi sempre LIRReverendo

  20. Sarebbe nostro dovere di cristiani farlo, pardon, è nostro dovere di cristiani farlo. Ben tornato sulla terra dall’0limpo carissimo LIRReverendo, io ci stò ma mi rimetto a chi ne sa più di me… con affetto luciano

  21. Quello che Lei sa io non posso saperlo.
    All’Olimpo tutto bene, le solite olimpiadi. Sono stato alle pleiadi, a combattere i druidi. Ho tenuto a bada gli androidi, con le cariatidi. Attenti alle triadi con le adenoidi.
    Sempre per Lei con affetto e affettato
    LIRReverendo
    Ps meglio non rimettere, potrebbe non essere piacevole…ripeto, chi sa più di Lei.

  22. Lei mi lusinga carissimo, finirà poi che mi monto la testa ( con la panna montata e ciliegina), il problema è che finora ho risposto solo io al suo appello… che si fà??? p.s. l’affettato comunque c’è a prescindere. sempre con lei

  23. La vita è scegliere tra gli appelli e i cappelli. Colbacchi, caciolle, passamontagna, baschi, coppole, fez, e molti altri ancora. Abbiamo imparato dagli struzzi. Verifichi l’andamento delle soppresse in cantina, mi raccomando non troppo secchi, che del salame esiste anche la figura, relativisticamente parlando, s’intende.
    Sempre per lei LIRReverendo

  24. un modo elegante, raffinato e macchiavellico per dare del salame, complimenti lei non si smentisce mai. Di nuovo, il suo umile

  25. Un salame buono è meglio della soppressa, senza dimenticare la finocchiona, a patto non sia trans gender, intendiamoci
    Sempre LIRReverendo

  26. Carissimo, se lei continua a viaggiare a suon di culatelli e sberloni verbali a chi la dissente, non si meravigli poi se siamo solo due briganti e due somari sulla strada longa longa… con umiltà e affetto luciano (e che Modugno mi perdoni)

  27. Sono solo buffetti per risvegliare la circolarità del pensiero che rischia di spegnersi. Poi al fine di non permettere di fare la figura dei piccoli fiammiferai. Io credo che le persone siano molto di più di piagnistei mal ripetuti. Modugno, se è “volato” nel posto giusto sorriderà:

    Penso che un sogno così
    non ritorni mai più,
    mi dipingevo le mani
    e la faccia di blu,
    poi d’improvviso venivo
    dal vento rapito,
    e incominciavo a volare
    nel cielo infinito.
    Volare oh oh
    cantare oh oh oh,
    nel blu dipinto di blu,
    felice di stare lassù,
    e volavo volavo
    felice più in alto del sole
    ed ancora più sù,
    mentre il mondo
    pian piano spariva laggiù,
    una musica dolce suonava
    soltanto per me.

    Ma tutti i sogni
    nell’alba svaniscon perchè,
    quando tramonta la luna
    li porta con se, ….

    Ecco ogni tanto bisogna smettere di sognare perché la realtà è costruita sulle scelte e le scelte trasformano la realtà.
    Come dice il Montfort, l’agire è la “cartina tornasole”, che ti indica se stai camminando nella volontà di Dio, cioè il Suo modo di pensare, di volere,…e di agire.
    Stia sereno, che se arrivano le nuvole non basta volare, ma ci vuole anche il radar, che è il Santo Crocifisso, che tutto dissipa e tutto illumina.
    Per lei e per gli altri sempre LIRReverendo

I commenti sono chiusi.