Genitori, fate attenzione a facebook!

di Annalisa Colzi

indexCome vi scrissi tempo fa, facebook ha il vizio di bloccarmi.

Naturalmente vengo bloccata perchè segnalata. In teoria, su fb, dovrebbe funzionare così. In pratica però mi sembra che ci sia qualcosa che stona e neanche poco.

Leggete quello che mi scrive un amico.

“In un tuo recente post ti lamentavi di facebook che ti censura. Io ho segnalato questa fotografia in cui un diavolo lecca il sedere nudo a Gesù nel Getsemani, ed ecco la loro risposta:

 Stato:    Questa foto non è stata rimossa

Dettagli:     Grazie per il tempo dedicato alla segnalazione di un contenuto che secondo te potrebbe violare i nostri Standard della comunità. Le segnalazioni come la tua sono fondamentali per rendere Facebook sicuro e accogliente. Abbiamo controllato la foto che hai segnalato poiché insultava qualcuno che ammiri e abbiamo riscontrato che non viola i nostri Standard della comunità. Comprendiamo che potresti continuare a non voler vedere questa foto. Ecco alcune cose che puoi fare:

E poi mi dice di bloccare il personaggio che l’ha pubblicata che, guarda caso, è uno dei leader dei movimenti omosessuali italiani, e scrive nel suo profilo tante bestemmie”.

L’amico conclude la mail con queste giuste considerazioni.

“Insomma che dire Annalisa, mi sembra inutile lamentarsi di facebook, ed anzi, forse dovresti condurre una inchiesta proprio sui social network”.

Non ha tutti i torti, sarebbe interessante capire chi vi è dietro e se recepiscono dei soldi dalle lobby che in questo modo hanno campo libero di dare sfogo alle loro più turpi amenità.

Per approfondire questo mio pensiero vi ripropongo questo articolo che condivisi qualche mese fa: https://annalisacolzi.wordpress.com/2013/08/05/a-proposito-delle-lobby-gay/

Quindi, cari genitori, fate attenzione a ciò che circola su fb, perchè ci sono pagine blasfeme alla portata di tutti.

PROSSIMO APPUNTAMENTO DI ANNALISA COLZI

DOMENICA 2 FEBBRAIO

CHIESA DI SANTA BRIGIDA

LOCALITA’ SANTA BRIGIDA (FI)

ORE 15.00

LA CORRUZIONE DEI GIOVANI 

Annunci

19 thoughts on “Genitori, fate attenzione a facebook!

  1. Chi c’è dietro? Innanzitutto c’è Mark Zuckerberg “Nato in una famiglia di origini e tradizioni ebraiche, si considera ateo”. Se vuoi indagare nell’area degli ebrei atei, qualche cosa di interessante lo trovi certamente. Ciao Giovanni

  2. Perché non bloccare proprio internet? Ma per favore non esageriamo come al solito, subito a demonizzare Facebook o i Social Network in generale.

    Primo: Sotto i 12 anni non dovresti avere proprio accesso libero a internet, ma dovresti essere sempre controllato dai tuoi genitori.

    Secondo: Esistono delle Regole che si accettano quando si effettua una iscrizione ad un Social Network, se non ti piacciono le regole non giochi.

    Terzo: Esistono appositi filtri per bloccare quello che non desideriamo vedere

    Il problema non sono i Social Network ma come vengono usati dalle persone.

  3. Confermo per esperienza personale.
    A mio avviso l’unixa soluzione fattibile è cominciare a prendere nota dwgli inserzionisti di facebook, non comprare più nulla da loro, farglielo sapere, e sensibilizzare quanta più gente possibile. Io sono per il dialogo, e c’è un splo longuaggio comune nel quale farsi comprendere da loro. I soldi. Io, per esempio ho smesso di comprare gillette, mi radero con bic e wilkinson.

  4. “Genitori, fate attenzione a facebook!”

    “Non ha tutti i torti, sarebbe interessante capire chi vi è dietro e se recepiscono dei soldi dalle lobby che in questo modo hanno campo libero di dare sfogo alle loro più turpi amenità.”

    “Quindi, cari genitori, fate attenzione a ciò che circola su fb, perchè ci sono pagine blasfeme alla portata di tutti.”

  5. Genitori, fate attenzione a facebook!” Certo perchè su fb circola di tutto, basta dare una occhiata e questa è una certezza.

    “Non ha tutti i torti, sarebbe interessante capire chi vi è dietro e se recepiscono dei soldi dalle lobby che in questo modo hanno campo libero di dare sfogo alle loro più turpi amenità.” Non ho prove in mano ma è alquanto interessante notare i non blocchi da parte di fb a pagine con riferimenti blasfemi e bestemmie, nonostante le segnalazioni.

    “Quindi, cari genitori, fate attenzione a ciò che circola su fb, perchè ci sono pagine blasfeme alla portata di tutti.” Certo, è una prova concreta e non ho messo il riferimento solo per rispetto alla decenza.

  6. Per non parlare se uno segnala come offensivi gruppi di bestemmiatori in generale o contro Gesù mi hanno risposto che non offende la religione e che sono in linea con Facebook…VERGOGNA MONDO!

  7. Stessa risposta che ho avuto io quando ho segnalato un gruppo che bestemmiava….. ma se a noi gli amministratori di fb rispondono che non trovano niente di offensivo, a quelli che bloccano Annalisa cosa scrivono? Grazie per il suo prezioso contributo, abbiamo provveduto a bloccare l’account, non verrà più turbato da persone che vogliono un mondo migliore…..

  8. Ma certo che dietro, in fin dei conti, c’è sempre il “nuovo dis-ordine mondiale”, le cui tecniche di genocidio lento e nascosto – di cui l’aborto è solo una delle conseguenze – comprendono necessariamente la corruzione sessuale, la distruzione dell’etica e delle religioni (in primo luogo del cristianesimo).
    La massoneria deve diventare l’élite che governa e dirige il pianeta – d’altra parte il suo dio “architetto” è il principe di questo mondo.
    Ha inoltre bisogno, per il suo scopo, di ridurre le nascite e provocare un calo demografico, così la ricchezza e il potere restano nelle mani degli eletti.
    Tutti gli altri esseri umani diventano merce da usare, sfruttare e alla fine da buttare (eutanasia).
    Si studiano i metodi più velenosi per demolire ogni principio morale e religioso.
    Il cristianesimo tuttavia è un osso durissimo, perciò è sistematicamente attaccato e denigrato, con l’intenzione di metterlo almeno in ginocchio, se non di eliminarlo una volta per tutte.
    Per ciò che riguarda la riproduzione umana e la sopravvivenza della specie, l’obiettivo quasi dichiarato – come detto – non è quello di eliminare, ma di ridurre la popolazione planetaria.
    Allora,
    “il metodo in assoluto più efficace per ridurre le nascite è quello di indurre alla corruzione sessuale.
    I popoli più corrotti sessualmente sono sempre quelli meno prolifici, e questo perché, al di la delle religioni, delle ideologie, delle mode e delle condizioni economiche, l’uomo resta sempre lo stesso.
    L’unico ambito nel quale un uomo ed una donna possono progettare la nascita di un bambino è quello di un legame stabile e di durata potenzialmente eterna. Stiamo parlando del legame matrimoniale o di quello, non cristiano, della convivenza.
    Pertanto, mai nessuno mette in cantiere, volontariamente, un figlio quando il suo rapporto con il coniuge entra in crisi.
    La crisi più grave nella quale può precipitare un rapporto di coppia è quella legata all’infedeltà.
    L’uomo e la donna pretendono l’esclusiva reciproca.Tale è l’immutabile natura umana.
    In una popolazione, quando la corruzione sessuale s’insinua, il legame stabile e duraturo tende a non formarsi, o, se si forma, è sempre “a rischio”.
    Ciò riduce le nascite nell’esatta misura in cui cresce la corruzione sessuale”.
    Naturalmente, anche l’edonismo, la contraccezione e diversi altri fattori, oltre alla mancanza di qualsiasi morale, concorrono a favorire il calo demografico.

  9. @Annalisa (ripostato causa illeggibilità)

    Ma certo che dietro, in fin dei conti, c’è sempre il “nuovo dis-ordine mondiale”, le cui tecniche di genocidio lento e nascosto – di cui l’aborto è solo una delle conseguenze – comprendono necessariamente la corruzione sessuale, la distruzione dell’etica e delle religioni (in primo luogo del cristianesimo).
    La massoneria deve diventare l’élite che governa e dirige il pianeta – d’altra parte il suo dio “architetto” è il principe di questo mondo.
    Ha inoltre bisogno, per il suo scopo, di ridurre le nascite e provocare un calo demografico, così la ricchezza e il potere restano nelle mani degli eletti.
    Tutti gli altri esseri umani diventano merce da usare, sfruttare e alla fine da buttare (eutanasia).
    Si studiano i metodi più velenosi per demolire ogni principio morale e religioso.
    Il cristianesimo tuttavia è un osso durissimo, perciò è sistematicamente attaccato e denigrato, con l’intenzione di metterlo almeno in ginocchio, se non di eliminarlo una volta per tutte.
    Per ciò che riguarda la riproduzione umana e la sopravvivenza della specie, l’obiettivo quasi dichiarato – come detto – non è quello di eliminare, ma di ridurre la popolazione planetaria.
    Allora,
    “il metodo in assoluto più efficace per ridurre le nascite è quello di indurre alla corruzione sessuale.
    I popoli più corrotti sessualmente sono sempre quelli meno prolifici, e questo perché, al di la delle religioni, delle ideologie, delle mode e delle condizioni economiche, l’uomo resta sempre lo stesso.
    L’unico ambito nel quale un uomo ed una donna possono progettare la nascita di un bambino è quello di un legame stabile e di durata potenzialmente eterna. Stiamo parlando del legame matrimoniale o di quello, non cristiano, della convivenza.
    Pertanto, mai nessuno mette in cantiere, volontariamente, un figlio quando il suo rapporto con il coniuge entra in crisi.
    La crisi più grave nella quale può precipitare un rapporto di coppia è quella legata all’infedeltà.
    L’uomo e la donna pretendono l’esclusiva reciproca.Tale è l’immutabile natura umana.
    In una popolazione, quando la corruzione sessuale s’insinua, il legame stabile e duraturo tende a non formarsi, o, se si forma, è sempre “a rischio”.
    Ciò riduce le nascite nell’esatta misura in cui cresce la corruzione sessuale”.
    Naturalmente, anche l’edonismo, la contraccezione e diversi altri fattori, oltre alla mancanza di qualsiasi morale, concorrono a favorire il calo demografico.

  10. Giusto.
    In ogni caso la bestemmia anticristiana è tolleratissima, favoritissima e apprezzatissima, perché non c’è una fatwa (decreto islamico di condanna a morte).
    Davvero coraggiosi, questi ometti!

  11. Facebook: putrido calderone, ribollente tana di satana, luogo di conversione al maligno, che si frega le mani quando vi entriamo con buone intenzioni, che se la ride delle nostre discussioni, che esulta quando ci scontriamo, che ci odia, che desidera la nostra rovina.
    Facebook è il sito consacrato al maligno. Hai voglia a segnalare questo e quello, gli account che offendono Dio e la fede non si chiudono! Vi risulta che qualche volta sia avvenuto? Invece l’account di Annalisa Colzi, che non combatte facebook in sé, ma il maligno che vi si occulta (neanche tanto), lo chiudono.
    E’ sempre stato così. E allora? Per quanto tempo ancora vogliamo avallare questa fetida tana con la nostra presenza? E sui vizi capitali, qualcuno non è mai stato tentato in qualche modo su facebook? Oggi ci sono molte opportunità per comunicare, tutte migliori.
    A voi cari sacerdoti, che vi prestate a questo inganno, voi che riportate sui vostri siti: “Seguimi su facebook” – “sito registrato…” – “sito premiato” – “classifica dei siti…” – “contatore visite…” – “pubblicità qua e là…”……risollevatevi, spogliatevi delle vanità. Dio vi benedica, sia vostro unico conforto e le anime pie il vostro premio!
    E per carità, vestitevi da sacerdoti.

I commenti sono chiusi.