La statua a casa di Vicka

Image

 

Questa mattina mi ha telefonato mia moglie da Medjugorie, era tutta emozionata, dicendo che ieri sera ha visto la statua illuminata, è uno spettacolo meraviglioso che non ci sono parole per descrivere questo Segno, mentre mi raccontava quello che aveva visto il mio cuore gioiva dalla felicità.

Annalisa ha conosciuto una ragazza che vive vicino alla casa di Vicka, la quale ha confermato che anche il parroco è andato a vedere la Statua ed avrebbe dato il permesso di far tenere la casa aperta.

Stefano

E finalmente Vicka si è espressa…

Intervista a Vicka. Ho scritto le parole che ha detto a viva voce al TG 4:


Domanda: Che significato ha l’evento della Madonna illuminata?
Risposta: C’erano quelle donne italiane a pregare il rosario quando hanno visto una grande luce. Sono andati da mia mamma e così hanno visto tutta la statua di luce.
Io voglio dire, come la Madonna ci ha detto, che Lei dà piccoli segni, anche questo. La Madonna non ha detto niente, ma io sento così: E’ UN SEGNO DI SPERANZA”.

vidjelica-vicka-ovo-je-svjetlo-uvod-ono-sto-ce-tek-doci-slika-1306835

Sarà vero o non sarà vero? Questo è il dilemma

di Annalisa Colzi

1235906_591012487607648_1378254347_nMancano poche ore ormai alla visita che farò alla casa vecchia di Vicka. Finalmente andrò a vedere la Madonna di Lourdes che si illumina.

A livello personale non ho mai dato molto importanza a fatti straordinari inspiegabili ( che lo sono almeno in apparenza) ma tutto ciò che riguarda Medjugorje mi affascina.

Faccio mia una espressione di padre Gabriele Amorth: “Sono cotto di Medjugorje”. Ebbene sì, anche io sono cotta di Medjugorje.

Alla fine delle mie Conferenze, generalmente, parlo dell’evento di Medjugorje come di uno dei luoghi più importanti di questo secolo. Quante persone dopo esservi stati sono tornate trasformate, cambiate, rigenerate… e questo è un fatto vero, reale, tangibile.

Ritornando alla Madonna che si illumina vi farò sapere le mie impressioni, sempre che riesca a vederla illuminata.

Nel frattempo vi lascio con l’ultima mia cronaca al riguardo di questo evento.

La preziosissima Laura ci fa sapere che:

Ogni sera da martedì nella stanza accanto la statua preghiamo il rosario. Le persone che arrivano pregano davanti la statua. Stessa cosa la si fa sul Podbrdo, cambia il fatto che la statua emana luce. Vicka dice che la Madonna ci manda la luce perchè i nostri cuori sono al buio e di pietra. Vi ripeto quello che vi ho scritto 2 giorni fa. La Madonna vuole che intensifichiamo la PREGHIERA e STIAMO CON SUO FIGLIO!!!  Mercoledì è venuto fra’ Karlo Lovric della parrocchia con alcune persone che lavorano in parrocchia e quando sono entrati hanno cantato alla Madonna”.vidjelica-vicka-ovo-je-svjetlo-uvod-ono-sto-ce-tek-doci-slika-1306835

Giovedì sera invece ci dice: “Stasera su indicazioni del parroco la casa è stata aperta alle 20.00 e dovrebbe chiudere alle 00.00 (per dare la possibilità di assistere alle funzioni serali) ma c’è ancora tanta gente in fila perchè come ieri sera tanti sono arrivati dopo l’Adorazione. La statua si è illuminata davanti ai nostri occhi, alle 19.00 con 3 parrocchiani sono entrata per pregare il rosario davanti la statua e poco dopo ha cominciato ad illuminarsi. Appena entrati si vedeva poco niente… Stasera sono venuti tanti sacerdoti, qui come pellegrini. Anche molti malati e disabili. Tra i frati della zona il parroco di Tihalijna”.

Zdenka Ivankovic, sorella di Vicka, a proposito della Madonna che si trova nella loro vecchia casa scrive:  “Quando la statua ha iniziato ad illuminarsi , VICKA non lo ha saputo subito perché non era qua. Quando la mamma l’ha chiamata e le ha raccontato tutto ciò che stava succedendo, cioè che la Statua della Madonna si è illuminata e che la gente si stava radunando davanti alla casa, VICKA ha risposto: “E’ la volontà della GOSPA. Pregate. Meglio che si è manifestata nella Luce che in lacrime, è un segno buono, vuol dire che la nostra Mamma è gioiosa!”.

Che altro dire, se non che vi ricorderò tutti nelle mie povere preghiere? Porterò alla Gospa tutte le vostre intenzioni, le vostre suppliche, le vostre richieste. Mi ricordo sempre di ognuno di voi anche se non ricordo i nomi, le richieste e i volti state certi che li ho messi tutti nel cuore della Vergine Maria e sempre chiedo a Lei di pensare a voi e di ascoltare il vostro grido, la vostra supplica.

Che il Signore vi benedica.

537937_10151854423972488_1483100753_n

La veggente Vicka: Questo è un chiaro preludio di ciò che deve ancora avvenire

intervista alla veggente Vicka realizzata da Marijan Sivric

vidjelica-vicka-ovo-je-svjetlo-uvod-ono-sto-ce-tek-doci-slika-1306836Con la veggente Vicka IvankovicMijatovic abbiamo parlato dellastatua della Madonna che si è illuminata perché nella sua città natale in Bijakovići giorno e notte ci sono migliaia di pellegrini.

La veggente Vicka ieri si trovava presso il Centro di Giovanni Paolo II a Vionica da suor Cornelia per la consueta testimonianza. Prima che iniziasse a parlare ci ha rilasciato un’intervista in esclusiva.

Cosa ne pensi della statua che si è illuminata nella tua casa natale?

– Questa statua mi è stata portata da Lourdes da un gruppo di pellegrini circa 30 anni fa. E’ stato un dono che mi hanno fatto con tutto il cuore. Venne collocata nella stanza delle apparizioni. Tante volte la Madonna apparve vicino a questa statua. In questi trenta anni, da quando la statua è stata messa lì, non ha mai brillato. E’ davanti a questa statua che ho sempre pregato e proprio lì ho visto i tre lampi di luce con cui la Madonna ci preavvisa che sta scendendo in mezzo a noi. E’ qualcosa di speciale.

Sei stata nella tua casa natale dopo quanto è accaduto?

– Ero in viaggio quando mi hanno detto che la statua si è illuminata. Sono trentadue anni che la Madonna illumina a Medjugorje. E’ viva.

La Madonna vedendo il tempo scuro e cupo di oggi manda un po’ di luce. Io penso che un uomo non dovrebbe avere paura della luce, anzi dovrebbe essere un richiamo alla propria coscienza. Le persone che aspettano di entrare dovrebbero far luce nel proprio cuore e chiedersi cosa vuole la Madonna. Perché la Madonna ha dato spesso dei piccoli segni ma molte volte continuiamo ad essere sordi e ciechi. Pertanto la Madonna ci invita a pregare, solo con la preghiera si ottiene la luce.

Ieri hai visto la Madonna. Hai parlato della sua immagine che si illumina?

– No. Non abbiamo parlato di questo. Io credo che, se è necessario, sarà la Madonna stessa a parlare.

Secondo alcune stime, nella vostra casa natale in due giorni sono passati quindici mila persone. Come si spiega il fatto che la gente vuole vedere questo fenomeno?

– Le persone vanno in tanti nella mia vecchia casa a pregare, in questo non c’è niente di insolito e questo mi dà gioia. Le persone oggi hanno bisogno di luce e di tanta pace. La Gospa con un unico piccolo bagliore ha dato molto. Sta a noi capire come accettare e usare quella luce. Vorrei raccomandare a tutti: preghiamo e con gli occhi del cuore quella piccola luce entra. Una luce senza la preghiera non può entrare. È per questo che La Madonna ci incoraggia a metterci in ginocchio e con il rosario in mano a pregare. Cominciamo a pregare nelle nostre famiglie. Cerchiamo di non mettere mai le cose senza importanza. In primo luogo Gesù, suo Figlio, come dice lei: “fintanto che mi dà la grazia, io posso dare “, perché la Madonna è solo una mediatrice. Lei è al secondo posto, e quindi chiede a noi di rinnovare la nostra preghiera in famiglia con il suo amato Rosario.

Che cosa chiede in particolare la Madonna a voi veggenti in queste ultime apparizioni?

– La Madonna è molto preoccupata per i giovani e le famiglie che sono in situazioni molto, molto difficili. E possiamo aiutarli solo con l’amore e la preghiera. Ella dice: “Cari giovani, tutto ciò che il mondo di oggi vi offre, tutto ciò che passa attraverso di esso, è il mezzo che satana usa per tentarvi in ogni momento libero che avete”. Oggi in particolare modo satana desidera distruggere le famiglie e i giovani. E in un messaggio ha sottolineato che questo è un momento di grande grazia.

http://www.vecernji.hr/vijesti/vidjelica-vicka-ovo-je-svjetlo-uvod-ono-sto-ce-tek-doci-clanak-618808?utm_source=Facebook&utm_medium=Status&utm_content=618808&utm_campaign=FB+page+statusi

 

Papa Bergoglio scomunica un prete australiano

«Padre Greg Reynolds, sacerdote australiano, ha infatti ricevuto la comunicazione di scomunica dal Vaticano attraverso l’arcivescovo della Diocesi di Melbourne, Denis Hart. Il motivo? Le sue posizioni di apertura sulle nozze omosessuali e sul sacerdozio femminile. Posizioni non in linea con l’orientamento della Chiesa.»

Dopo le continue comunicazioni, da parte dei giornali internazionali, sulle presunte aperture (termine che ancora non ho capito) da parte del Papa agli omosessuali-aborti-separazioni, arriva dall’australia la notizia di una scomunica per eresia, perché tale sacerdote aveva posizioni di apertura alle «nozze omosessuali e sul sacerdozio femminile».

L’errore, maligno, che molti media fanno è stato evidenziare un’apertura che non esiste.
Mi spiego meglio.
Come può esistere un’apertura se non vi è mai stata una chiusura?
Come si può aprire qualcosa che non è mai stato chiuso?

La Chiesa (non parlo dei singoli laici o dei singoli preti ma parlo dell’insegnamento del Magistero) non ha mai, ne potrebbe mai, chiudere la porta a nessuno. Si dice sempre che in paradiso non ci sono altro che peccatori che, pentiti del loro peccato, confessatolo ed avendo avuto l’accesso ai sacramenti, hanno ottenuto la grazia e il perdono. Questo è il compito del confessionale. Ricreare il rapporto di amicizia tra Dio e l’anima peccatrice.
Pensate al caso del buon ladrone in croce (dove per ladrone non sappiamo, ad esempio, se era stato imputato per assassinio). Tutti possono ricevere la grazie della conversione fino alla fne e salvarsi. Nessuno nasce condannato ne, finché viviamo, lo siamo.

Ogni giorno può essere un passo verso la grazia e la salvezza o lontano dalla grazia e quindi alla dannazione.

Per questo la Chiesa non si è mai chiusa e mai potrà chiudersi a questa umanità ferita da ogni tipo di malattie (cfr. http://www.avvenire.it/Chiesa/Pagine/intervista-papa-civilta-cattolica.aspx).
La malattia da cui la Chiesa ci vuole guarire è quella del peccato che ci rende schiavi di satana. E solamente la Chiesa può guarirci da ciò.

Il compito della Chiesa su questa terra non è quello del giudizio ma quello del raccogliere (mt 13,47-50) pesci buoni e pesci cattivi, poi il giudizio spettarà a nostro Signore che conosce bene ogni situazione personale.

Tutto ciò per di cosa?
Per gridare ancora una volta che: si può giudicare il peccato ma non il peccatore e che il Giudizio di Dio, finché viviamo, è Misericordia verso tutti.

[ALCUNE AGGIUNTE DETTATE DAI COMMENTI SCRITTI]

1. La Misericordia la applica Dio e noi dovremmo fare la stessa cosa con TUTTI i nostri fratelli. Qualsiasi sia il nostro peccato, fino allora della morte, siamo tutti nella stessa barca e dovremmo aiutarci. Misericordia è sia il riconoscimento del peccato del mio fratello e giustificarlo/giudicarlo con occhi di Misericordia perché non sappiamo il reale motivo che lo spinge a comportarsi in quella maniera. Solo Dio lo sa.

2. Sono stanco di leggere stupidagini riguardo al papa nero, l’anticristo etc etc.
Qualsiasi papa, eletto validamente da un conclave, ottiene lo stato di grazia di Pietro:  “Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa, e le porte degli inferi non la potranno vincere. Io ti darò le chiavi del regno dei cieli…” (Mt 16,18-19).

Questo significa che quando il papa afferma ex cathedra, ossia come dottore o pastore universale della Chiesa, non può sbagliare. Il dogma vale solo quando esercita il ministero Petrino proclamando un nuovo dogma o definendo una dottrina in modo definitivo come rivelata. Questo perché possiede il carisma dell’infallibilità di cui Cristo ha dotato la Chiesa perché sia sacramento universale di salvezza.
Il papa deve quindi essere considerato infallibile quando parla ex cathedra, cioè quando esercita il «suo supremo ufficio di pastore e di dottore di tutti i cristiani» e «definisce una dottrina circa la fede e i costumi»; quanto da lui stabilito sotto queste condizioni «vincola tutta la Chiesa».

In soldoni ciò significa che, anche se venisse eletto un papa che a livello umano possa starvi antipatico o è anche se avesse figli (tanti citerranno Alessandro VI, Borgia) ma se ne seguono gli insegnamenti, si rimane dentro il recinto del pascolo Cattolico e si ha il possesso della grazia santificante.
Se invece non si seguono gli insegnamenti del papa (il quale, giusto per ricordarlo, segue sempre il Catechismo della Chiesa Cattolica), per un qualsiasi motivo, allora si è fuori dal recinto della Chiesa Cattolica; il che significa non avere la grazia santificante.

Per approfondimenti, sul primato petrino: http://www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=1970

Quindi, ribadendo, NON POTRA’ MAI ESSERE ELETTO UN PAPA NERO CHE GODRA DEL PRIMATO PETRINO DA UN CONCLAVE REGOLARE.

Non fatevi prendere in giro dalle profezie di Nostroadamus.

Sia lodato Gesù Cristo

Ultime news da Medjugorje

di Annalisa Colzi

1377008_10202152446798484_577348066_nL’evento prodigioso della statua della Madonna di Lourdes, presente nella vecchia camera di Vicka e che da lunedì si illumina sul far della sera, prosegue con grande gioia di tutti coloro che aspettano pazientemente in fila per ore. Spero con tutto il cuore di essere anche io e i miei pellegrini, sabato sera, fra questi fortunati.

I contorni della vicenda diventano ora dopo ora sempre più interessanti. Le notizie che arrivano da testimoni oculari confermano che si tratti di cosa soprannaturale e, anche se tutti aspettiamo il responso della scienza, il nostro cuore ci dice che è la Gospa che, ancora una volta, ci tende la mano richiamandoci alla preghiera, ai sacramenti, alla salvezza eterna.

Vicka intervistata dalla Tv Croata ha rilasciato questa dichiarazione al riguardo della statua illuminata: “La Madonna ci dona la luce perchè i nostri cuori sono al buio e di pietra. Questa dolcissima Signora di recente, in modo speciale, dice di pregare per i giovani e le famiglie, che si trovano in una situazione molto, molto difficile”.

Laura Marcazzan Budimir questa mattina ci regala le ultime notizie risalenti a ieri sera: “Stasera la statua ha cominciato ad illuminarsi alle 19.20, Milenko Ivankovic dei volontari era dentro e ha detto che si è illuminata di colpo non piano piano. Con Zdenka, Mirjana, Ana e Marijana (sorelle di Vicka) e altri parrocchiane di Bijakovici abbiamo pregato nella stanza accanto. Le persone si sono messe in fila già alle 18.30 anche se la statua non si illuminava a quell’ora. Quando le persone pregavano la statua intensificava la luce. A mezzanotte non c’era quasi più nessuno, è arrivato Paolo Brosio ed è entrato per pregare e fare le foto con suo fotografo, poi alle 00.30 siamo entrati con come piccolo gruppo di parrocchiani di Bijakovici (c’era anche Michele Vasilj) e abbiamo pregato i 7 Pater Ave Gloria. È stato bellissimo. Poi siamo tornate a casa. Credo Paolo entrerà stanotte da solo mentre non c’è nessuno. Comunque la statua si illumina in modo uniforme, non con la luce verde come vedete nelle foto ma è una luce bianca come se venisse da dentro, ma è di gesso!”.

E’ davvero molto interessante il fatto che la statua si illumina di più ogni volta che la preghiera aumenta. D’altra parte la Madonna di Medjugorje nei suoi messaggi ci invita proprio ad aumentare la preghiera affinchè i nostri cuori si aprano alle meraviglie di Dio e i nostri fratelli, che ancora non hanno conosciuto l’amore di Dio, possano incontrarlo.

D’altra parte anche il messaggio che ieri sera la Gospa ha dato a Marija parlava dell’importanza della preghiera: “…Anche oggi vi invito alla preghiera. Il vostro rapporto con la preghiera sia quotidiano. La preghiera opera miracoli in voi e attraverso di voi… La preghiera sia gioia per voi…”.

14.00

Laura, sempre preziosa, ci dice anche che: “Stasera quando si entrava nella stanza dove si trova la statua si pregava un’Ave Maria. Un parrocchiano ha detto di aver visto entrare anche 2 ragazzi musulmani da un paese a 15km da Medju. Grazie a Dio”.

Sì, ringraziamo Dio per l’amore che Maria la Mamma ci sta donando a piene mani. Che il Signore Gesù apra il nostro cuore alle meraviglie che sempre Dio ci dona.

Buona e santa giornata a tutti e… alla prossima puntata.

volantino settembre 2013

Ultime notizie da Medjugorje e messaggio del 25 settembre 2013

di Annalisa Colzi

1234159_10202249382783872_1629261572_nPrima di scrivere le ultime notizie desidero fare due rettifiche che riguardano le notizie messe nell’articolo precedente.

La foto condivisa oggi non è di Michele Vasilj ma di Mate Vasilj che l’ha poi data a Michele.

Mirela, ragazza croata che lavora sotto, non è corsa perchè ha sentito delle urla ma solo doppo ripetute richieste del gruppo che era dentro. Perchè subito né lei né Marijana, la sorella di Vicka volevano salire. Credevano al gruppetto ma solo dopo mezz’ora Mirela è salita incoraggiata anche da Marijana.

Passiamo ad oggi.

Ci dice Laura Marcazzan Budimir che questa mattina Vicka durante la testimonianza ha risposto ai pellegrini che gli chiedevano spiegazioni sulla statua illuminata di casa sua: “E’ volontà della Madonna. Pregate di più”.

Michel Vasilj scrive che la Madonna anche questa sera, mercoledì 25 settembre, la statua alle 19.40 circa ha ripreso ad illuminarsi. Tanti giovani in fila fin dalle 18.30.1375163_10202159115405195_524233358_n

Daniel Miot esperto fotografo scrive una cosa interessante che mette in forte discussione la tesi che si tratti di vernice fosforoscente: “Apparentemente sembra una normale fluorescenza, ma visto che di giorno, con la stanza buia, non si illumina, il fenomeno è veramente inspiegabile”.  https://www.facebook.com/groups/577261125672055/?fref=ts

Ed infine, ecco il testo del messaggio che la Regina della Pace ci ha regalato anche oggi attraverso la veggente Marija.Marija_11_Varese25

Cari figli! Anche oggi vi invito alla preghiera. Il vostro rapporto con la preghiera sia quotidiano. La preghiera opera miracoli in voi e attraverso di voi perciò figlioli la preghiera sia gioia per voi. Allora il vostro rapporto con la vita sarà più profondo e più aperto e comprenderete che la vita è un dono per ciascuno di voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Cronaca dell’evento straordinario in casa di Vicka

di Annalisa Colzi

601538_10200467385742632_1135376330_nChe cosa stia relamente accadendo a Medjugorje e precisamente dentro la casa di Vicka è difficile da dire, ma ritengo interessante riportare i commenti di coloro che vivono a Bijakovici e seguono da vicino l’evento della statua della Madonna di Lourdes che si illumina.

E’ una vecchia statua di circa 30 anni ed è stazionata nella vecchia camera da letto di Vicka, nel luogo dove la veggente ha avuto tante apparizioni.

Riassumendo: Lunedì 23 settembre 2013 alle ore 21.00 circa, alcuni italiani stavano pregando davanti alla statua della Madonna di Lourdes nella vecchia casa di Vicka. Improvvisamente la statua si è illuminata generando stupore e paura nei presenti tanto da far lanciare loro delle urla. Subito è accorsa Mirela la signora che lavora nel negozio sotto. Racconta Laura Marcazzan Budimir, una delle testimoni oculari: “verso le 21.10 sono entrati i parenti di Vicka. Io l’ho vista alle 22, la statua era fosforescente, si vedeva la sagoma, al tocco era normale, fredda… Ora chi scende dice che la luce sta diminuendo…”.

La prima cosa che viene in mente è che la statua possa essere stata spruzzata con della vernice fosforescente, ma la cosa strana è che non si riesce né a fotografarla né a riprenderla. Neppure Dani che è il fotografo ufficiale di Medjugorje ci riesce:

“È arrivata gente da tutte le parti per vedere! Non si riesce a fare foto… Il flash non fa vedere niente, solo occhio nudo vede… Bellissima! Ci sono tantissimi giovani dai 17/30 anni, coloro che non hanno vissuto nella loro pelle i primi giorni delle apparizioni perchè erano piccoli. Piangevano. Questo segno credo sia soprattutto per loro. Una settimana fa un parrocchiano di Bijakovici ha detto: “dobbiamo tornare a pregare insieme come 30 anni fa…”. Ecco questo segno è la risposta… Ed è un invito soprattutto per Bijakovici, per i parrocchiani. Perchè ora? Perchè ora che i pellegrini sono 1236498_10202249364823423_10304291_npochissimi? Proprio nel cuore di Bijakovici. La cosa diversa rispetto le altre volte che qualcuno nella casa vedeva segni è che questa volta è durato ore! E fino alle 03.00 le persone hanno potuto vedere! Tutti hanno visto, chi poco chi tanto…perchè ad un certo punto la luminosità è diminuita dalle 23 alle 02.30 e poi è aumentata ancora per poi svanire…Da una persona della famiglia di Vicka ieri sera: “Sembra di rivivere i primi giorni di 32 anni fa… Tutti vogliono entrare in casa…sembrano quei giorni.”

Anche il parroco di Medjugorje, Sakota, è andato a vederla, ecco cosa dice Laura: “Alle 3 è venuto a vederla, ha chiesto da quanto era cominciato e poi è andato via… Era serio e rispettoso…”

Prosegue la cronaca di Laura e il giorno dopo, martedì 24 settembre, scrive:

Stamattina tutto nella normalità. Tanti che entrano per vedere ma la statua è normale… Stanotte alle 3 circa hanno chiuso la casa dopo che le persone sono diminuite… Gira una specie di foto ma non rende niente perchè è stata fatta quando la luminosità stava per diminuire… Quando l’abbiamo vista era proprio fosforescente tutta, delicata ma ben visibile! Tutti aspettano stasera”.

E’ ancora l’amica Laura a scrivere: “Siamo andati alla casa con la sorella e il cognato di Vicka alle 19.00 e ci siamo messi a pregare nella camera accanto… Le persone hanno cominciato a mettersi in fila alle 19.30. C’è la TV croate NovaTv. Ho avvicinato il cellulare a 2 cm e la luce non si vede: solo ad occhio nudo! Eravamo davanti alla statua quando ha cominciato ad illuminarsi da sola, piano piano. Marijo il marito di Vicka è venuto verso le 20 con i figli e come tutti è entrato, ha pregato e poi è uscito. L’aiuto per l’organizzazione è stato dato dall’associazione Kralica Mira, volontari di Bijakovici che aiutano anche Mirjana per l’apparizione del 2 del mese…le persone erano tranquille anche se stasera era un numero molto elevato, io ho fatto dei conti ma preferisco aspettare numeri ufficiali dei giornali locali”.

Intanto Vicka fa sapere che: “siamo fortunati di vedere la Madonna con la luce e che non piange, inginocchiatevi e pregate”.

La cronaca di Laura prosegue, alle ore una scrive: “La fila sta per terminare… La statua si illumina con minore intensità rispetto le ore 20… Quando pregavamo nella stanza accanto si illuminava di più ci ha detto Ivan Ivankovic che rimaneva dentro per aiutare le persone… Alle 1.30 la casa è stata chiusa”.

Michele Vasijli è finalmente riuscito a fotografare la statua luminosa e sembra che ci sia riuscito anche Dani il fotografo ufficiale.

A questo link potete vedere il filmato realizzato da Nova Tv:  http://dnevnik.hr/vijesti/svijet/ponovno-zasvijetlio-gospin-kip-u-medzugorju—304388.html

Per oggi la cronaca finisce, adesso aspettiamo il messaggio che questa sera la Gospa darà a tutti noi attraverso Marija.

Naturalmente, aspettiamo gli esiti degli esami, ma dal profondo del mio cuore voglio ringraziare la Vergine Maria per essere con noi e in mezzo a noi da tanti anni.557826_10202244411539594_1575624721_n

Alle 19.10 la statua ha ripreso ad emanare luce

E anche questa sera la statua della Madonna di Lourdes, che si trova nella vecchia casa di Vicka, si è illuminata.

Laura Marcazzan Budimir che vive a Medjugorje conferma questa notizia all’amico Daniel Miot (www.guardacon.me)

Laura mi fa sapere: “ha cominciato alle 19.10. Le persone sono in fila. C’è la TV croate NovaTv. Ho avvicinato il cellulare a 2 cm e la luce non si vede: solo ad occhio nudo! Eravamo davanti alla statua quando ha cominciato ad illuminarsi da sola, piano piano”

1236074_590179827690914_504293795_nhttps://www.facebook.com/medjugorje25.06.1981

Laura commentando nella mia bacheca oggi ha scritto: “Vicka ha detto che siamo fortunati ad aver visto la luce e non il buio! Dice di inginocchiarsi e pregare”.

La cosa straordinaria è il protrarsi dell’evento. “Come non ricordare i primi tempi – dice uno dei familiari di Vicka a Laura – sembra di rivivere i primi giorni di 32 anni fa… Tutti vogliono entrare in casa…sembrano quei giorni”.

E secondo Laura, che ormai conosce bene la realtà di Bijakovici, questo è un ” Segno per i parrocchiani… Il periodo, il luogo fa pensare che è soprattutto per chi vive qua…ieri sera chi ha risposto x prima sono stati giovani e famiglie croate da tutti i paesi vicini! I primi a vederla sono stati degli italiani alle 20.30 circa ma poi i croati sono arrivati anche all’01.00 di notte fino alle 3!!”.

Io sono d’accordo con Laura e ringrazio la Gospa per l’amore infinito che ci sta dimostrando.