Complottismo… da strapazzo – San Malachia (2° parte)

di Luca Resti

imagesFacendo una “sana ricerca” su San Malachia ci si rende facilmente conto che il povero San Malachia non centra proprio nulla con queste presunte profezie… ma queste sono apocrife scritte circa 400 anni dopo la sua morte e attribuite a lui…

Leggiamo insieme queste notizie:

“E’ dimostrato, con argomenti storico-filologici, che le cosiddette profezie di san Malachia non solo non furono affatto scritte dal santo vescovo d’Armagh (San Malachia appunto), ma sono anzi l’opera interessata, e molto più recente, d’un falsario.

Come ricorda l’erudito bibliotecario Giuseppe Fumagalli, le presunte profezie furono pubblicate per la prima volta dal benedettino Arnoldo Wion, nel I volume del suo Lignum vitae, ornamentum et decus Ecclesiae (Venezia, 1591). In séguito, esse sono state spesso riprodotte (nonostante la condanna dei papi). «È quasi certo – commenta il Fumagalli – che codesta scrittura è apocrifa», cioè non autentica: con tutta probabilità essa fu composta durante il conclave dal quale uscì eletto papa Gregorio XIV (Niccolò Sfondrati), nell’anno 1590. Si trattò, a quanto sembra, d’un tentativo di favorire uno dei papabili, il cardinal Girolamo Simoncelli, orvietano. Ora, è noto che nelle profezie ogni papa è indicato da una breve frase allegorica, che dovrebbe alludere alla sua patria, al suo cognome, al suo stemma o a qualche circostanza o fatto notevole del suo pontificato. Ebbene, è facile osservare che, per tutti i papi che precedettero Gregorio XIV, la frase è assai calzante, e l’identificazione precisa; in séguito, invece, l’identificazione è possibile, perlopiù, solo a condizione di stiracchiamenti nient’affatto convincenti. Luigi Fumi attribuì la compilazione di queste pseudoprofezie a un noto falsario, Alfonso Ceccarelli, decapitato, appunto per i suoi falsi, nel 1583.”

Dunque lasciamo allo Spirito Santo la LIBERTA’ di agire senza creare o alimentare false leggende che fanno soltanto del male…


A questo link trovi al 1a parte dell’articolo

https://annalisacolzi.wordpress.com/2013/08/26/complottismo-da-strapazzo/

Volantino

Annunci

2 thoughts on “Complottismo… da strapazzo – San Malachia (2° parte)

  1. Soprattutto in tempi recenti, chi non è prevenuto ha potuto toccare con mano l’infondatezza di tali “profezie”. A meno di negare l’evidenza, come continuano a fare i seguaci dei tanti pseudoveggenti sparsi per il mondo…

  2. Ciao Annalisa, sono Daniela da Milano, vorrei iscrivermi per l’incontro con te e Padre Beppino ad Angolo Terme, chi posso contattare? Ho tel a s obizio e mi hanno detto di guardare il sito del Padre ma non c’e’ nessun riferimento per contattare. Aspetto tua risposta. Grazie Dany

I commenti sono chiusi.