Preghiamo per le anime del Purgatorio

di Annalisa Colzi

6379115_origPreghiamo per le anime del Purgatorio!

Queste povere anime che non possono pregare per loro stesse, ci saranno grate per le preghiere che faremo a loro suffragio e ci conforteranno nei nostri bisogni terreni.

Esse avranno una gratitudine immensa verso coloro che le hanno aiutate ad uscire dal carcere della purificazione.

E un giorno, quando anche noi passeremo dall’altra parte, ci verranno incontro per ringraziarci di tutto quello che abbiamo fatto per loro.

Riporto qualche stralcio tratto dal Diario della beata Caterina Emmerick per capire meglio la realtà del Purgatorio.

Le povere anime che stanno in Purgatorio vivono in questo luogo per espiare e purificarsi, perciò necessitano il nostro aiuto sulla Terra con la preghiera, il pensiero, le opere espiatorie e le sante Messe affinchè le loro sofferenze possano essere mitigate. Con quest’aiuto, noi guadagniamo una doppia ricompensa: la buona opera dinanzi a Dio che ricava i suoi frutti celesti; la seconda che le povere anime purganti le quali giungono alla tanto aspirata gloria del cielo pregano la nostra salvezza.

Come è triste vedere le povere anime del Purgatorio così poco aiutate, esse hanno veramente bisogno di quest’aiuto, poiché il loro stato è così miserabile che non possono aiutarsi da se stesse. Se qualcuno pregasse per loro e soffrisse un po’, oppure offrisse elemosine alla loro memoria, ne avrebbe profitto alle medesime al punto tale da sentirsi consolate e ristorate come assetati ai quali viene somministrata una fresca bevanda.duomobolzano

E’ molto triste che oggi si aiutino così poco le anime benedette del Purgatorio. La loro sventura è molto grande perché non possono fare nulla per il proprio bene. Ma quando qualcuno prega per loro o soffre, o fa un’offerta in loro suffragio, nello stesso momento questa opera si trasforma nel loro bene, ed esse ne sono tanto contente e si considerano tanto fortunate come colui a cui viene data da bere acqua fresca quando è sul punto di venir meno.

pellegrinaggio agosto 2013

Annunci

8 thoughts on “Preghiamo per le anime del Purgatorio

  1. Mia mamma è morta da 11 ani, ma per me ed anche per le mie figlie è come se fosse ancora con noi perché ne parliamo sempre; io la sogno quasi ogni notte e durante la giornata dialogo con lei e le chiedo aiuto. Prego per lei soprattutto dopo aver partecipato all’Eucarestia durante la S.Messa. Alle volte mi domando se faccio male a parlare con lei e a domandarle conforto e consiglio o se invece sarebbe meglio lasciarla nella pace del Signore.

  2. Parlare con i nostri cari defunti e chiedere da loro conforto e intercessione presso il Signore è cosa buona. Mentre è negativo cercare un contatto soprannaturale. Continua pure così, i nostri defunti sono accanto a noi per sostenerci pur essendo nella pace del Signore (se sono in paradiso o in purgatorio)

  3. Da qualche giorno ho fatto l’atto di donare a Dio tutte le mie eventuali buone azioni passate, presenti e future per la salvezza delle anime del purgatorio…e non cambierò idea anche se ci si può tirare indietro in qualsiasi momento…poi ho scritto questo:
    Gesù per la tua immensa Misericordia in questi giorni ho compreso l’importanza delle preghiere per i nostri parenti, vicini e lontani, defunti. Aiutando loro che sono forse in purgatorio, aiutiamo immensamente noi stessi! Quindi:
    Gesù mio perdona prima possibile i vizi peccaminosi dei miei avi, strappali dalla nebbia infuocata del purgatorio. Ti dono le mie buone azioni, se ieri, ne ho commesse. Ti prego, prendi con te in paradiso oggi un mio avo che sta soffrendo per non poterti abbracciare ancora completamente. Maria intercedi per noi” Amen

  4. Molto buona l’abitudine di ricordare le Sante anime del Purgatorio e pregare per loro, in particolare per quelle più bisognose e dimenticate da tutti.
    Mi sembra che la Mamma celeste abbia detto, a Medjugorje, che molte anime vanno direttamente all’inferno, un’altra grande parte in Purgatorio e solo poche vanno subito in Paradiso.
    La maggior parte dei credenti spera nel Purgatorio, ma un sacerdote (forse p. Livio Fanzaga) e la Madonna stessa ci esortano alla via diretta del Paradiso.
    In Purgatorio si è certi della Salvezza eterna, tuttavia non è che si stia benissimo perché è sempre un carcere, benché destinato alla completa purificazione.
    D’altra parte, com’è difficile la santa via del Paradiso, anche se basterebbe seguirla nelle piccole cose quotidiane.
    Com’è difficile…!

  5. vorrei sottolineare una cosa; come dottrina insegna, il purgatorio non è solamente un carcere, benchè possa essere penoso sapere cosa ci attende e rimanere chiusi in una cella, ma nel purgatorio vi sono le stesse fiamme dell’inferno e (immaginando un purgatorio dantesco) negli ultimi gironi la somiglianza con queste fiamme infernali è molto simile. La differenza sta che, mentre per l’inferno le fiamme sono di penitenza e dolore che non conducono a nulla se non il dolore stesso, in purgatorio le fiamme servono a scontare la pena delle proprie colpe.

  6. Come si fa per andare direttamente in Paradiso?
    Bisogna soffrire molto quaggiù sulla terra, per amore di Dio.
    Beati i Santi che per Grazia comprendono tutto e subito, già in questa penosa dimensione terrena, e non si lamentano, anzi…
    Aiuto, Santi!

  7. Per le anime del purgatorio una preghiera potente è la Coroncina della Divina Misericordia. Oggi Papa Francesco ha annunciato che la prossima G.M.G. si terrà a Cracovia ; bellissimo terra di Polonia ; Terra di Papa Giovanni Paolo II quindi anche di Santa Faustina apostola della Divina Misericordia . Piano Piano ci avviciniamo al completamento di tutto ciò che deve accadere. Sian Gloria sempre al nostro Signore Gesù Cristo e alla Sua Santa Madre maria Santissima.

I commenti sono chiusi.