Buon compleanno JoyMix Team 2003-2013

Condivido molto volentieri questo articolo dell’amico Maurizio. Sono stata invitata diverse volte ai loro incontri e devo riconoscere che questi amici stanno facendo un gran bene ai giovani. Lode a Dio!

di Maurizio Fratamico

Joymix10anni_FbSe penso che sono passati già 10 anni dal primo spettacolo messo in scena, a vedere oggi cosa è diventato il JoyMix Team, mi vengono brividi di gioia! All’ inizio neanche io avevo capito fino in fondo cosa fosse questa nuova “creatura” donata al mondo per il bene comune… Alcuni per anni pensavano che il JoyMix Team fosse il titolo di uno spettacolo fatto il 5 agosto 2003 a Cattolica (RN) durante la prima missione di strada a Riccione! Ricordo bene questa data e il luogo perché quello fu l’inizio di questa grande avventura…Tutto incominciò quando mi chiesero di scrivere uno spettacolo per i giovani…all’ epoca rimanevo bloccato solo al pensiero di prendere carta e penna, non credevo di avere talenti nella scrittura, ma in quei giorni mi trovavo a Medjugorie per dare una mano come manovale alla costruzione del centro ”Stella del mattino” di Nuovi Orizzonti .

Ricordo nitidamente che tutto mi remava contro nel riuscire a compiere questo passo già cosi faticoso di per sé, ma alla fine mi ritrovai davanti alla croce blu quasi in lacrime e scrissi di getto in 15 minuti questo spettacolo: “Grazie mamma“! Capii immediatamente che Qualcuno stava scrivendo con me una nuova modalità di portare la Verità ai giovani.
Sì, è stata proprio Lei, la nostra Mammina del Cielo che ha usato tutto quello che ero per testimoniare l’ Amore di suo Figlio a tanti giovani! Capirete quindi subito il perché’ di questo titolo: “Grazie mamma”.

L’ aver lavorato per 8 anni nei villaggi turistici ha influenzato molto la mia vita, soprattutto nel male, e non avevo il coraggio di dire che questo spettacolo fosse in qualche modo ispirato dall’ alto! Nel mondo cattolico infatti, ricordavo vari musical su figure come San Francesco, don Bosco, ecc. ed io non raccontavo né la vita di un santo né quella di Gesù, ma semplicemente diverse sofferenze e ferite dell’anima che avevo sperimentato e visto…Cercai naturalmente di rendere il tutto in chiave comica, sullo stile di programmi tv come Zelig e dei villaggi turistici (altrimenti sarebbe stato un funerale ancor prima di morire!)
Senza mai cadere nella volgarità o in doppi sensi gratuiti, mi accorsi che il copione ridicolizzava alcuni messaggi proposti da molte trasmissioni televisive, aiutando così il pubblico ad aprire gli occhi sulle tante trappole di morte che questi programmi trasmettono con l’intenzione di condizionare e trascinare le menti e i cuori di tanti!   

Avevo sentito forte nel cuore che, per arrivare ad alcuni tipi di giovani bisognava assolutamente trovare un nuovo modo di trasmettere e comunicare la vera Gioia: attirare innanzitutto la loro attenzione con i loro linguaggi, per portare infine una forte testimonianza di vita.
Questo perché io stesso conosco molto bene le motivazioni che possono allontanare i giovani dalla Chiesa, per non parlare del continuo attacco mediatico che spinge tanti a cadere spesso in condanne e giudizi molto forti!
Quando feci quel primo spettacolo, non avrei davvero mai immaginato di poter arrivare a 800 repliche in 10 anni lungo tutta l’Italia, e di riuscire a collaborare con tanti artisti desiderosi di impiegare il loro tempo per dare il proprio contributo! E’ stato bellissimo vedere che rimanevano stupiti ed entusiasti nel portare messaggi di prevenzione al disagio rimanendo semplicemente sé stessi mettendo a disposizione i propri talenti.
Da qui l’idea di provare a dare anche un contributo musicale…Scrivere brani che lodassero Dio in maniera esplicita (sullo stile del gruppo evangelico Hillsong) poteva allontanare molti giovani per vari motivi… Provai quindi a scrivere 10 brani che parlassero di storie di giovani incontrati nelle scuole, nelle piazze, nelle discoteche, in spiaggia ecc.
Con l’obiettivo di lasciare “Fondamentalmente” un senso di speranza e di vita nuova a chi ascoltava i brani attraverso il cd o nei concerti dei vari tour… Senza mai nominare esplicitamente Gesù, ma semplicemente scrivendo la Verità (che è Gesù!) sono nati così brani sul senso della vita, sul l’aborto, sull’ anoressia e la bulimia, sulla solitudine e la mancanza di comunicazione, sull’ attaccamento alle cose, sui problemi con i genitori, ecc.
Sapevo bene che la musica cristiana in Italia è da sempre considerata di serie C2, e pensai di avvicinare i giovani in questa maniera, per essere “un ponte” verso di Lui.
Inoltre presentarmi e arrivare con un taglio più laico mi apriva le porte anche in contesti in cui diversamente non ci avrebbero mai fatto entrare!    Il resto è storia nota ma sorprendente…in questi anni Dio ha continuato ad usarci e a stupirci con incontri ed esperienze incredibili…tanti cuori spenti si sono riaccesi, tanti occhi hanno ricominciato a brillare, tante anime a vivere davvero…

Ringrazio Dio di avermi fatto incontrare Nuovi Orizzonti, perché prima di essere un artista sono un uomo, e se non chiedo aiuto e non rimango all’ interno di un gruppo, risulta molto difficile portare Dio agli altri.

Ecco come è nato il JoyMix Team! Oggi desidero fortemente, con voi che leggete e con molti collaboratori, sviluppare e continuare questa missione creando eventi sempre nuovi come Un capodanno di luce, Joy Holiday, il Joy Festival, San Valentino – amore per sempre, e quelli che verranno per portare un po’ della Gioia vera che abbiamo sperimentato… detto in stile joymixiano: continuare a portare un “divertimento alla stato puro” a tanti cuori! Se tutto questo è stato possibile, è grazie a Dio e al sì di ognuno di voi…
vostro, Maurizio Fratamico e staff 

Grazie di cuore a tutti  e ricordateci nelle vostre preghiere! Vi aspetto e conto sul vostro aiuto qualsiasi esso sia…
E buon compleanno JoyMix Team!

pellegrinaggio agosto 2013

Annunci

2 thoughts on “Buon compleanno JoyMix Team 2003-2013

  1. Questi spettacoli vengono portati in tutta Italia? Sarebbe bello se arrivaste anche a Mestre o a Mogliano Veneto o a Treviso? Grazie. Patrizia

I commenti sono chiusi.