Fermare la legge sull’omofobia è una questione di libertà, coscienza e ragione

Ecco un articolo del Cardinale Van Thuan riportato dal sito TEMPI. Buona lettura.

luglio 15, 2013 Redazione

omofobiaNon era mai successo che dei regimi democratici si facessero espressione di una ideologia oppressiva e violenta come in questo caso.

Pubblichiamo il comunicato dell’Osservatorio Internazionale Cardinale Van Thuan, “Nella legge contro l’omofobia all’esame del Parlamento la posta in gioco è molto alta”.

Si sta avviando a conclusione l’iter parlamentare della legge cosiddetta “sull’omofobia”. Il 22 luglio essa arriverà in aula a Montecitorio. Tra le emergenze economiche e le polemiche politiche si rischia che venga approvata nel silenzio generale. Silenzio che purtroppo ha contrassegnato anche il mondo cattolico. Per fortuna in questi giorni c’è stato un risveglio da parte di alcuni gruppi ed organi di stampa che hanno cominciato a raccogliere firme contro la legge. Il nostro Osservatorio aderisce a queste iniziative.

Le notizie che arrivano dall’Europa, ove simili leggi sono già in vigore, sono allarmanti. Dire che la famiglia è solo quella tra un uomo e una donna può essere rubricato come omofobia e perseguito. La lettura in pubblico del libro della Genesi sulla creazione dell’uomo e della donna, oppure i passi di San Paolo sulla immoralità dell’atto omosessuale potrà essere considerato reato. Insegnare a scuola che la famiglia è una sola potrà essere considerato discriminante per odio omofobico. La legge, interpretando ideologicamente i diritti, obbliga al riconoscimento pubblico di quanto non merita riconoscimento pubblico e, così facendo, limita la libertà. Quella stessa libertà di opinione e religiosa che pure fa parte dei diritti a cui la legge stessa si appella.

Ci troviamo di fronte ad una prospettiva di pressione quando non di persecuzione. Si viene obbligati a negare le evidenze e le differenze e le coscienze sono chiamate a dover scegliere, pagando presumibilmente un costo sempre più pesante, tra la verità e la legge dello Stato. Non era mai successo che dei regimi democratici si facessero espressione di una ideologia oppressiva e violenta come in questo caso.

La questione riguarda tutti, perché è un fatto di libertà, di coscienza e di ragione. Troppo lampante la strumentalità di poggiare sulla lotta alla discriminazione attuando una più grande discriminazione. Troppo evidenti le enormi risorse messe in campo, la convergenza dei poteri forti su questa politica di negazione della libertà, la convergenza sinergica e programmata di grandi mezzi di comunicazione e lobbies politico sociali e culturali.

Lo scenario, con tutti i suoi pericoli, è davanti a tutti. I cattolici, però, lo prendono in considerazione in modo particolare, perché sostenuti e guidati in questo, oltre che dalla loro ragione, dalla Parola di Dio, da ripetuti insegnamenti della Chiesa e dalle affermazioni del Catechismo. Niente di tutto ciò è cambiato da quanto, nel 2007, i Vescovi italiani, e prima di loro i dicasteri pontifici, avevano chiarito dottrinalmente ed eticamente la questione.

http://www.tempi.it/fermare-legge-omofobia-appello-e-una-questione-di-liberta-coscienza-e-ragione#.UeVdGKzwWno

Quello sotto è l’indirizzo internet su cui trovare il form per la raccolta firme contro questa legge che il 22 luglio sarà discussa.

http://www.lanuovabq.it/it/sottoscrizioneCampagnaRaccoltaFirme.php

 

Annunci

37 thoughts on “Fermare la legge sull’omofobia è una questione di libertà, coscienza e ragione

  1. Mamma, papà ti presento Ulderiko la mia amica di 10 anni, è più piccolo di me e cambia sesso spesso. Possiamo studiare insieme?, domani dobbiamo rappresentare in classe come funziona il kit svizzero, sai abbiamo l’ora di sessualità.
    Certo figliolo se no ci denunci.
    Domani notte abbiamo la festicciola di compleanno di Sasha della prima, sai quel bambino con la barba che fa la donna cannone allo spettacolino di fine anno. Abbiamo fatto la colletta e gli abbiamo regalato il calendario ormonale, così a seconda della luna piena può sentirsi pienamente del sesso giusto. Ci saranno anche i suoi genitori 1-2-3, mancheranno i nonni che sono stati arrestati per aver provato a dire che il nonno non può mettersi il reggiseno regalato perché è all’antica, sai sono arrivati subito, lo hanno catturato e dovrà lavorare un paio di anni a pulire gli zoccoli della fattoria modello trasgender dove le mucche fanno le uova e i piccioni non fanno la cacca e sono tanto grassi.
    Va bene vai pure, ma non rientrare tardi che se incontri un Cristiano Cattolico è pericoloso, semmai ti guardasse strano, mi raccomando tieni acceso il tablet e l’ipad, la polizia arriva subito e lo rinchiude.
    E vissero felici e contenti…anche se il mulino bianco ha bisogno di una mano di colore (speriamo non sia pink).
    Per voi sempre LIRReverendo

  2. Peccato che il primo dei sondaggi qui riportati (percentuale delle aggressioni denunciate, 93.079 gay dei 27 Stati, ) sia stato effettuato dall’Agenzia europea per i diritti fondamentali FRA e non da una associazione gay. Continuare a minimizzare questi dati e le cronache di continue violenze vuol dire semplicemente mentire nel nome di una personale convinzione (ed è molto poco cristiano). I dati sulle violenze/abusi contro gli omosessuali sono fatti, non opinioni.
    Il link che tu hai allegato mostra una carta dei paesi dove I GOVERNI hanno passato “delle” leggi a favore degli omosessuali (e con tutto questo la metà della carta mostra paesi dove l’omosessualità è un reatom, in alcuni casi punibile con la morte)…….ma questo non ha nulla a che vedere con i sentimenti omofobi delle popolazioni. Ti faccio un esempio….in Germania vigono delle ferree leggi contro il razzismo…ma questo non significa che non vi si verifichino casi di violenza razzista. Proprio per questo è importante che le istituzioni prendano una posizione sul tema.

  3. Annalisa, cortesemente, mi spieghi perche’ hai cancellato il mio posting ? Grazie !

  4. Secondo la sua teoria la stessa legge contro l’omofobia non servira a nulla, visto che in germania vi sono ancora atti razzisti.
    Oltretutto paragonare la razza, connotato intrinseco di una persona, con la sessualita, la quale puo’ variare nel corso degli anni, e’ un punto di vista cieco.

    Secondo lei quali sarebbe le statistiche che dovrebbero essere prese in considerazione?

  5. >> La sessualita, la quale puo’ variare nel corso degli anni, e’ un punto di vista cieco.
    Il fatto che la sessualità possa variare non significa che non sia INTRINSECA. Il fatto che la sessualità possa variare non può (e non deve) significare che una persona non possa essere libera di esprimere la propria affettività/sessualità, che sono, si, caratteristiche intrinseche degli esseri umani.
    >>Secondo lei quali sarebbe le statistiche che dovrebbero essere prese in considerazione.
    Bhe…i dati sulle violenze non sono statistiche, sono dati e basta. Quanto alle statistiche, posso capire che si guardi con sospetto a dei dati forniti da associazioni omosessuali…ma qui si parla di una associazione neutrale, che lotta per i diritti umani.

  6. Per sua informazione in italia non esiste nessuna legge contro l’omofobia e non ve ne era nessuna in inghilterra fino a pochi mesi fa.
    Come riesce a giustificare questa mancanza di violenza nei loro confronti?

    Forse esiste gia’ una legge che difende tutti i soggetti da qualsiasi atto di violenza? Si, questa esiste gia’.

    Detto questo, sulle sue teoria sulla sessualita’ la porto a conoscenza che sono solamente sue e non di tanti studiosi.

  7. Mancanza di violenza nei confronti degli omosessuali dove ?? In Italia ? ma se ho appena postato uno studio che mostra come l’Italia sia uno dei paesi dove la violenza omofoba è più alta ?? nel Regnio Unito DA ANNI si riconoscono le coppie omosessuali. Cosa dice ??

    >> le sue teoria sulla sessualita’ la porto a conoscenza che sono solamente sue

    Lei vorrebbe sostenere che il bisogno di esprimere la propria affettività/sessualità non è un bisogno PRIMARIO dell’essere umano, qualsiasi questa sessualità sia ?? Mi sembra di essere in ottima compagnia nel sostenere cio’ !

  8. Peccato che nessuno di voi sia mai stato deriso preso in giro e minacciato e menato solo perché apparentemente omosessuale in età infantile e adolescenziale. É un vero peccato perché se quel ragazzo o bambino avesse saputo di nn aver fatto niente di male per meritarsi ciò non si sarebbe sentito sbagliato e ne avrebbe parlato con qualcuno. Io non giudico il vostro pensiero ma l.omofobia é talmente lampante nella vita di tutti i giorni che basta accendere la tv o camminare per strada per sentire parole come frocio Ricchione culattone…. Non prendiamoci in giro..l’essere bigotti vi si ritorcerà contro

  9. Salvatore, lei è una persona troppo giovane per fingere di non vedere le violenze e gli abusi perpetrati contro altri esseri umani, e per non riconoscere, nella affettività/sessualità di ogni individuo, la espressione di una esigenza primaria. Possiamo tutti, ovviamente, dissentire da certi eccessi, dalla volgarità di certe manifestazioni, essere pro o contro i matrimoni tra persone dello stesso sesso, adozioni, etc…. Ma penso che da cristiani siamo tutti chiamati a rispettare i sentimenti di amore degli altri, qualsiasi essi siano. E rispettare vuol dire riconoscere, non rigettare, ignorare, minimizzare i sentimenti degli altri. Apra il suo cuore e lasci che sia l’amore per gli altri a guidare i suoi sentimenti, e vedrà che si sentirà realmente più vicino a Cristo.

  10. Cara Annalisa, al fine di evitare inutili polemiche e critiche improduttive sul tuo blog, ti suggerisco di inserire un regolamento per il forum (tutti i forum ne hanno uno), in cui ti riservi di modificare o rimuovere, a tuo insindacabile giudizio, post ritenuti offensivi, polemici, faziosi o contrari a una discussione serena e costruttiva riguardo ai temi trattati.
    Dichiarando, in primo luogo, che questo è un blog cattolico, in cui si segue rigorosamente il magistero e la dottrina della Chiesa cattolica, e perciò non sono accettati post tendenziosi che mirano a falsificare e a strumentalizzare i contenuti, gli articoli e gli argomenti pubblicati.
    Altrimenti qui ti capitano parolai di mestiere, militanti prezzolati, adepti di sètte, pasionarie all’arrabbiata ecc., tutte persone che sviano i lettori dal senso fondamentale del blog, che è dedicato a Maria Regina della Pace di Medjugorie.
    Oltre a ciò, pensano che il tuo entourage sia un gruppetto sprovveduto alla Valleluja.
    Pensaci.
    Un caro saluto.

  11. nessuno da del frocio a nessuno, semmai chiedilo a Busi che è orgoglioso di esserlo (lo dice lui).
    Stiamo cercando di mettere in risalto l’abominio delle conseguenze incontrollate nei riguardi specialmente dei giovani e bambini.
    Vedi la legge in Inghilterra sulla correzione educativa all’interno della famiglia: se dai uno scapellotto sei denunciato, e adesso i figli sono sempre più incontrollabili, ma l’opinione pubblica si sta rivedendo.
    in questi ambiti delicatissimi non si possono fare esperimenti, che in Italia diventano ponte per peggior abomini, Ci vuole una discussione profonda e sociologica. Agli omosessuali tutti i diritti, ma non si può togliere il diritto di mantenere la famiglia naturale con annessi e connessi, e tramandarla ai figli.
    E’ ora che vi togliete i petali dagli occhi e analizzate le conseguenze sociali a larga scala (se siete in grado e non accecati da individualismo egoista e di effimera soddisfazione). Lottate per i vostri diritti, ma non pretendete che ci siano leggi che omologano ciò che è minoritario e umanamente contro la stessa identità di umanità che per sopravvivere deve riprodursi, e non come gli animali (scelta dell’individuo nel branco per comodo genetico e di potere).
    Siete persone a tutti gli effetti con le vostre tendenze, difendetevi con leggi, ma alla fine l’ideologia di fondo vi usa per scardinare qualcos’altro, e alla fine, la storia insegna, poi trovano sempre una soluzione a tutto. non fatevi usare, rimanete voi stessi e combattete perché nessuno possa farvi violenza, il resto lasciatelo a Dio, se ci credete.
    LIRReverendo

  12. E forse lei è troppo vecchio per sgomberare la mente da preconcetti e tendenze.
    LIRReverendo

  13. Ciao Silvio,
    guarda che io non sono “omofobo” ne ho nulla contro persone gay. Ho svariarti amici con sessualita’ omosessuale e li stimo e gli voglio bene. Ma detto questo non posso dire, alla luce della razionalita’ e della fede, che la sessualita’ omosessuale sia ordinata e che i matrimoni omosessuali siano razionali/

    E dico questo appunto partendo da quell’amore di Cristo di cui tanti parlano

  14. Simone io sono stato deriso e minacciato perche’: da piccolo ero grosso, perche’ a milano avevo l’accento siculo, a londra l’accento italiano, etc etc
    Tra parentesi ci sono fior fiore di omosessuali famosi e dichiarati che preferiscono farsi chiamare Frocio… e non sto scherzando

  15. «Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate». G. K. Chesterton #francia #noadozionigay

  16. La prima volta che mia figlia, all’uscita da scuola, mi chiese il significato del termine “omosessuale”, aveva solo 8 anni. Facendo lo sforzo di riordinare le mie idee in pochissimi secondi, per non mostrarmi turbato dalla domanda o indeciso nella risposta, ma soprattutto per non essere fondamentalmente falso, decisi di darle la seguente laconica risposta: come io e mamma ci vogliamo bene e spesso lo mostriamo scambiandoci dei baci, così ci sono uomini che vogliono bene e si scambiano baci con altri uomini e donne che fanno lo stesso con altre donne. Ma c’è anche chi vuol bene sia a uomini che a donne. Molti vengono maltrattati per questo, io posso dirti solo che si vogliono bene come me e mamma. Mia figlia mi guardò molto stupita a meravigliata, e non solo per il mio riferimento alla violenza. Da quel giorno, ogni volta che rifletto su questa realtà, mi chiedo se io abbia lo stesso atteggiamento ingenuo, pulito, di mia figlia. Ho voluto con questo soltanto condividere la mia esperienza con voi, senza voler giudicare la vostra “pulizia di coscienza”. Grazie per l’attenzione.

  17. Se tu vuoi paragonare lo sfottimento del tuo accento a Londra con gli abusi sugli omosessuali continuamente riportati dalla stampa (le percosse, le minacce, la gente mandata in ospedale, ammazzata all’estero) i casi sono due. O sei ignorante e rifiuti di informarti davvero sul tema o sei in malafede.

  18. io ero gay fin da bambino.nonostante non lo dicessi o non lo dimostrassi, in fondo io, fin dalle elementari mi dicevo “ma io sono come tutti gli altri, io e i miei amici non siamo diversi, io sono come loro e loro sono come me, non sono “sbagliato”. ho iniziato a pormi delle domande nello stesso istante in cui ho sentito dei ragazzi spararsi offese come “finocchio” o “frocio di merda”. ho avuto paura, un paura che ci ha messo un pò a sparire negli anni. perchè da quel momento sapevo che avevo un etichetta, che non mi ero scelto, ma che gli altri avrebbero usato per farmi del male e trattarmi male. perchè è questo che noi, fin da piccoli, dobbiamo passare. grazie a voi, dal momento in cui prendiamo coscienza di noi stessi, proviamo paura, dolore e colpe immotivate che nemmeno immaginate. da bambini , ma anche da adulti per molti. quando ero piccolo, pensavo al mio futuro, e poi sentivo queste cose, che mi puntavano il dito contro. “IO NON POSSO essere una famiglia” con chi amo.” IO NON POSSO sposarmi” con chi amo. “IO NON POSSO essere un genitore” o bravo come tale per quello che sono.” IO SONO IL DEPRAVATO”.” IO sono il MALATO”.”IO NON MERITO DI SPOSARMI”. “IO SONO COME UN PEDOFILO O UNO ZOOFILO”. non avete una fottuta idea di cosa voglia dire, per dei bambini , capire che gli altri, in particolar modo degli adulti, li considerano in questo modo. e voi pretendete il “diritto” di decidere del MIO futuro, della MIA vita, del MIO amore. grazie a voi, brutti bastardi, fin da piccolo ho dovuto lottare con me stesso e con gli altri per riuscire A VEDERE il mio futuro. mentre gli altri bambini sognano ad occhi aperti, pensano che quando saranno grandi si sposeranno e avranno dei figli, io non potevo fare lo stesso perchè VOI mi impedivate di SOGNARE un futuro. ma non lo capite e mai lo capirete che ogni volta che ci date dei pervertiti, dei dannati, e ogni volta che volete privarci anche solo della parola “famiglia” come se vi appartenesse, state togliendo il sorriso , i sogni, e il futuro anche a dei bambini. no, è troppo per voi pensare tutto questo. perchè se si tratta di adulti, si fa presto a condannare,a offendere,giudicare. ma dire le medesime cose a un bambino? no, questo non lo considerate nemmeno . nonostante continuiate a farlo, ininterrottamente, indirettamente, ogni singolo, fottuto giorno

  19. ps: se voi non volete la legge contro l omofobia perchè volete esser liberi di denigrarmi quanto vi pare, allora è il caso che proponiate di abolire direttamente la legge mancino. ah ops…no, non lo fate perchè essa contiene anche la protezione alla “libertà religiosa”. in ogni caso, non esiste alcuna prova a sostegno delle tesi complottiste esposte dalla giovanarda e compagnia, e pertanto, restano solo disonestà intellettuali dette solo perchè si pretende la libertà di offenderci, di denigrarci e di sputarci addosso (metaforicamente parlando). nascondendosi dietro la “libertà di opinione” o “religiosa”. benchè questa scusa non valga , nel caso di razzismo etnico o religioso. chissà come mai.

  20. “ho molti amici gay MA” . chi inizia una frase così, si capisce già quanto sia un amico di merda che usa in modo strumentale gli “amici gay”.
    io , sti amici di gente che li considera anormali e quant altro, non li ho mai visti ne sentiti. mai .

  21. sul tipo di amico che sono io, non ti lascio liberta’ di offesa, anche perche’ io non sono una persona che offende e pretendo la medesima posizione se si vuole un dialogo. SE si vuole un dialogo. Mi spiace del tuo passato e se qualcuno ti chiama “frocio di merda” per due cose principalmente: 1. primo perche’ ti indentificano a seconda del tuo orientamente sessuale ed e’ assurdo; 2. perche’ e’ un’offesa come potrebbe essere “nero di merda”, “siciliano mafioso” etc etc.

    Ma al netto di tutto cio’, famiglia e matrimonio hanno dei connotati specifici che una coppia omosessuale non potra’ mai avere. Si metta il cuore in pace sandrodimarco che continua a portare l’esempio, stupido, di una coppia sterile. Una coppia sterile non puo’ ma potrebbe, una coppia omo non puo’ e non potrebbe mai avere un figlio per via naturali.

    Detto questo la legge contro l’omofobia lungi da difendere i gay. Sarebbe intelligente educare la gente a non offendere nessuno e, visto che tu sei stato oggetto di offesa, dovresti capire e non offendere ma leggendo i tuoi commenti o ti sei solamente incattivito oppure non e’ vero quello che scrivi.
    Basta guardare cosa accade in europa e come questa legge viene adoperata, se ci fosse un minimo di onesta’ intellettuale.

  22. Caro Silvio, lei è un cattolico? Se sì, le ripeto per l’ennesima volta che nessuno condanna il peccatore ma il peccato, il peccato, il peccato. OK?
    Questo sdolcinamento sull’amore non c’entra un fico secco sull’atto omosessuale. Liberi di fare quello che vogliono ma cerchiamo di non accreditare un peccato. Grazie

  23. Salvatore, spiegami cortesemente questa differenza tra “puo'” e “potrebbe” fare filgi perche’ davvero non mi e’ chiara. Una coppia sterile, una coppia anziana, NON PUO’ fare figli, punto e basta. Non c’e’ proprio nessuna potenzialita’ di riprodursi.

  24. Una coppia anziana ha gia’ percorso il suo processo evolutivo e non puo’ piu’ esser aperta alla vita per una questione naturale. Una coppia omosessuale non potra’ MAI aprirsi alla vita anche a fronte di una situazione biologica favorevole. Questo comporta gravi problemi soprattutto per lo stato (anche se quest’ultimo sembra averlo dimenticato). In quanto lo stato e’ composto da famiglie, le quali, lavorano e si riproducono. Ipotizzando uno stato senza figli perche’ tutte le coppie non possono procreare (perche’ omosessuali o per problemi biologici) uno stato e’ DESTINATO a sparire.

    E’ un concetto cosi’ banale che a spiegarlo viene da piangere (cit.).

  25. Vedi Sandro, io non ho problemi a rispondere ai commenti; ma quando questi diventano petulanti ed inutili e’ meglio toglierli anche per il bene degli altri lettori che vorrebbero leggerne di edificanti.

    Ti avro’ scritto la differenza tra una coppia omosessuale ed una etero migliaia di volte ma NON VUOI capirla.

    1. Mi sembra evidente che le questioni naturali per cui una coppia gay non puo’ avere figli e’ diversa da una coppia sterile (se non ti e’ chiaro neanche questo, siamo messi male)
    2. Infatti per il matrimonio cristiano bisogna avere la volonta’ della procreazione e, in generale, il matrimonio prevede questo. Cosa che due omosessuali non potranno mai fare.
    3. Io non riesco a leggere il 100% dei commenti
    4. Nessuno ha detto che si vuole ridurre una nazione a un popolo di omosessuali ma c’e’ una percentuale di riproduzione (che e’ 1,40%) che tiene in vita una stato e noi siamo bene al di sotto
    5. Quando mi scoccio non rispondo piu’, vedi il caso della Signora Sandra. Soprattutto quando mi si dice che non sono aperto al dialogo e di parte e poi mi si porta come riferimento il Guardian che, tutti lo sanno, e’ strapagato dalle lobby LGBT
    6. Tu sei vicinissimo al limite nel quale non ti rispondero’ piu’ e mettero’ tutti i tuoi commenti in SPAM (come vedi non ci nascondiamo te lo diciamo apertamente)
    7. Segnalami il commento di Alessandro che lo leggo. Al netto del fatto che “depravati e pervertiti” lo dice anche San Paolo e non posso censurarlo.
    8. Riguardo San Paolo e la clamorosa stronzata (scusami ma quando ci vuole ci vuole) inerente all’interpretazione. Ti rendo informato che “l’interpretazione” dei testi e in mano all Chiesa Cattolica. Quindi se vuoi vedere questa come la interpreta, fatti avanti. Se invece vige la tua di interpretazione, allora sei protestante. Se non ti interessa della Bibbia, non sei cristiano…. e via via le vari accezioni.

    PS.
    Non ho piu’ intenzione di risponderti, ergo ti cancellero’ i commenti finche’ non vedro’ almeno l’apertura al dialogo.

  26. l omofobia è nei nostri confronti, …quanta ingiustizia, quanta falsità nel voler giustificare una legge così ipocrita.! E’ Lo zolfo che respiriamo ci rende capaci di tanta falsità? Signore fino a quando?

  27. Risposta ideologica da eterno perseguitato e mai cambiare mentalità sempre essere al centro del mondo!!
    Caro Sandro di Marco alcune volte vorrei che tu fossi Marco di Sandro, ma…….
    LIRRreverendo

  28. Certo che eri un bambino prodigio in piena coscienza
    Potresti scrivere il libro cuore, ma siccome intravedo il gatto….meglio Pinocchio…e senza errori ortografici
    Caro Frank la zappa fa male sui piedi
    Votiamo pagina sperando di non trovare l’indice…semmai mal rivolto
    LIRRreverendo

  29. E lo specchio prevalse e narciso casco` nell’oblio
    Caro Salvatore tu provi, ma ha orecchi e non ascolta, occhi e non verde, bocca e parla parla, ma rispecchia solo il mondo di oggi che vaga nelle tenebre
    Per te LIRRreverendo

  30. Sempre pronti alla minaccia giudiziale non immagino cosa farete con la legge che andrà in vigore.
    Là buona battagla si gioca sul linguaggio
    Studiate storia delle religioni e scoprirete che la tolleranza proviene dal cristianesimo, vi conviene pregare (non so chi, ma fatelo) per mantenere le radici cristiane, altrimenti le leggi non basteranno e la lingua la taglieranno .
    Sempre per voi LIRReverendo

  31. caro Sergio o Sandro, sono mesi che scrivi su questo blog e ancora non ho capito perchè cerchi con tanta insistenza di trovare il consenso dei Cristiani
    Cattolici sul tuo stato di omosessuale praticante. Ti è stato ripetuto più volte che nessuno condanna la persona ma l’atto, così come pure è condannato l’atto sessuale in una coppia etero al di fuori del Sacramento del matrimonio.
    il Catechismo è chiaro ed è fuori discussione pensare di poter aggiungere o togliere delle leggi per lavarci la coscienza e farci stare in pace, l’uomo potrà
    anche farle approvare però alla fine è a Dio che dovremo giustificare il nostro comportamento, e non ha mandato Suo Figlio a morire in Croce per poi far passare tutto perchè tanto Lui è buono.. troppo comodo!!! Del resto se tu pensi di essere nel giusto vai per la tua strada e auguri..!!

  32. Caro Frank , mi dispiace che tu sia così gonfio di astio e cattiveria . Non è facile improntare un discorso in queste condizioni ma ci proveremo lo stesso. Nessuno ti proibisce di sposarti con chi vuoi ( se poi lo fai con una ragazza tanto meglio). Non so se sei malato o anche depravato e non riesco a immaginare come tu possa dire io ero gay fino da bambino . Depravati ce ne sono molti anche fra gli eterosessuali , mi sembra che questo sia chiaro. Noi cerchiamo di non offendere nessuno ma se da cristiani ricordiamo che l’omosessualità è un peccato non dovete continuare ad attaccarci in questa maniera e sentirvi vittime ( o magari come dice qualcun’altro aspettare la legge per denunciarci) . Qualcuno dice di essere cristiano ? vada dal sacerdote (quello che segue la sana dottrina della Chiesa e del catechismo ) e si confessi ( si aprirebbero le porte del cielo e vivrebbe molto meglio la sua condizione. Quando mi capita che ho un problema che mi tormenta e non mi fa stare bene io ci corro subito . Siamo tutti peccatori caro Frank , ricordalo . Detto questo accetta i miei più sinceri saluti e se puoi trova un bravo sacerdote che ti possa seguire spiritualmente.

I commenti sono chiusi.