Senza Parole!

di Annalisa Colzi

E’ vero: al peggio non c’è mai fine.

Dire che sono rimasta senza parole nel vedere questo video è dire poco.

Una bambina di soli 6 anni che canta una canzone heavy metal dal titolo “Zombie Skin”, accompagnata dal fratellino di 9 anni che suona la batteria, mi ha letteralmente shoccato.

Mettere in mostra i propri figli a quell’età, vuol dire vendersi al mondo, alla moda del momento, al diavolo. Vuol dire rovinare la purezza e l’ingenuità dei figli.

Non sono da meno coloro che li applaudono, che gioiscono di questa performance diabolica. Sì, è proprio diabolica. Basta ascoltare la voce rauca della bambina per chiedersi se non abbia problemi spirituali.

Sono piuttosto pratica di esorcismi e la voce di questa bambina mi ricorda tanto i posseduti.

Che dire, di fronte a tanto sfascio spirituale ma anche umano? Davvero non ci sono parole ed è per questo che vi lascio alla visione del video.

Ricordo solo le parole di Gesù: “Chi scandalizza uno di questi piccoli che credono, è meglio per lui che gli si metta una macina da asino al collo e venga gettato nel mare” (Mc 9,42).

Annunci

30 thoughts on “Senza Parole!

  1. VADE RETRO ……! Inutile aggiungere altro. Grazie Annalisa che il Signore Ti benedica!

  2. Mi è venuta la pelle d’oca quando la bimba ha iniziato a cantare!
    All’inizio era così dolce, come può una voce trasformarsi così?

  3. non riesco a vederlo tutto,no i bambini non si toccano,non avrei mandato i miei neanche allo zecchino d’oro,questo per cosi’ dire genitore non sa quanto male fa ai piccoli

  4. Già da diverso tempo stiamo cercando di portare avanti un progetto che mira a far accostare le famiglie agli insegnamenti della Regola di San Benedetto e della tradizione benedettina. In questa tradizione la musica e il canto hanno un ruolo fondamentale. Basta ricordare che i nomi delle note (do, re, mi…) furono dati loro da un monaco benedettino nel secolo XI, e furono presi dalle sillabe iniziali dei primi versetti dell’inno a San Giovanni Battista. Questo perché la musica è un mezzo potentissimo di formazione spirituale. Infatti essa crea i nostri sentimenti più profondi, e quanti, a coiminciare da Sant’Agostino, hanno testimoniato il ruolo fondamentale della musica nella loro vita di fede! Vi sono state conversioni, risvegli spirituali, chiamate alla santità causate dall’ascolto della musica, e non solo della musica di chiesa. Quasi tutto il patrimonio lirico o strumentale classico non è che un’esaltazione dei sentimenti religiosi e umani più alti. Ma purtroppo vi è anche una musica che, invece di avvicinare a Dio, avvicina al diavolo. Ugualmente potente è la sua influenza – ma in questo caso negativa – sui sentimenti più profondi dell’uomo. Purtroppo negli ultimi – e non tanto ultimi – decenni si è lasciata la gioventù in balia della musica peggiore, alienandola da un patrimonio classico, che tra l’altro, per quato riguarda la lirica, è all’ottanta per cento italiano (almeno nella lingua). Gli stessi educatori cristiani hanno favorito questa tendenza, credendo che bastasse la formazione mentale del catechismo e non fosse invece altrettanto importante la formazione dei sentimenti e delle emozioni. La musica peggiore ha finito per entrare spesso anche nella liturgia, con la scusa di andare incontro ai giovani – come se i giovani, anche in questo, non andassero educati. In questo senso il video – veramente inqualificabile – non è che il punto di arrivo di una serie spaventosa di errori, commessi con la più grande incoscienza, da educatori laici e cristiani. In questa situazione insistiamo fino alla nausea, nel nostro progetto familiare-benedettino, che genitori ed educatori che non abbiano la dovuta competenza in campo musicale sono quasi fatalmente destinati a fallire nel loro compito educativo. Per questo la “scuola” che abbiamo in progetto di creare per mettere a disposizione dei genitori di oggi tutte le necessarie competenze – che speso nessuno dà loro e che in ogni caso non è possibile trovare tutte raccolte insieme – comprende, tra gli insegamenti più importanti, proprio la musica e il canto.

  5. annalisa ormai c’e una linea di confine che stata oltrepassata… ormai le mosse del diavolo sono chiare e non nascoste come prima… i schieramenti si stanno formando… i buoni e cattivi presto dovranno affrontarsi ma Dio non permattera di andare oltre ha ciò che gli serve… deve anche usare il diavolo per fare vedere dove arriva il male e mettere in chiaro o si e con lui il nostro Dio o contro di lui… non ci possono esserci persone che stanno nei due schieramenti per la loro comodita… La Madonna schiaccerà ancora la testa del serpente e cosi scritto e cosi avverrà… Sia benedetto il Signore nostro Dio e sua Madre che ci protegga sempre…

  6. a me ratrissta il fatto che il publico si diverte così..la bambina forse non ha colpa ma gli adulti….

  7. preche nostro Signore ci vuole tanto bene anche se sbagliamo e ci lascia la porta aperta fino alla fine … e questo e il bene assoluto..

  8. Caro Fabio sono totalmente d’accordo con quello cha hai scritto . Niente è più velato , tutto è alla luce del sole . Aumentiamo le preghiere e le opere buone per sconfiggere il maligno. preghiamo per questi bambini che vengono usati così ed anche per i loro genitori che li mettono in pasto a queste situazioni. Ancora con bambini non ne ho visto però il nostro x factor e anche Voice mi sembrano che possano essere l’anticamera per arrivare a qualcosa di peggio . Vigiliamo

  9. grazie bruno… io ho solo scritto cio che sento e vedo… e spero che qualcuno come a me imparo da gli altri spero che sia utile per gli altri… ciao e buon fine settimana e la grazia del Signore sia sempre con noi…

  10. Il successo, la notorieta’, l’arrivismo a tutti i costi sono il segno di una societa’ sempre piu’ vuota che si affanna a restare a galla ma che inesorabilmente sta’ affondando! E pensare che il salvagente ci sarebbe… ma non si vuole accettare o si tiene nascosto e di questo siamo complici anche noi che ci diciamo cristiani!

  11. …quanti falsi dei esistono i questo povero mondo!!! la nostra preghiera serve a poco, spesso da poveri uomini ci avviliamo per il potere che assume il maligno e dell’inefficacia delle nostre preghiere!…ma non ci reata altro da fare! La speranza è che la Sua misericordia perdoni e converta tutte le amine perdute!!!

  12. la pagheranno cara……è scritto che il male nn prevarra’ mai sul bene……sn 2000 anni che cercano di distruggere la chiesa….nn ci sono riusciti….

  13. E’ certamente una brutta voce quella della bambina che “canta” (urla), direi davvero una voce da invasati, anche se non ne sono esperto.
    Sembrano importazioni demoniache, in prevalenza dai paesi anglosassoni, a cominciare dal rito idiota di halloween (come sono belli i bimbi vestiti da streghette o scheletrini, con tanti graziosi teschietti, vero?, un autentico invito all’inferno, camuffato da innocente gioco infantile).
    Qui da noi c’è una potenza-presenza satanica e massonica che intende distruggere tutto, dalle tradizioni cristiane a quelle classiche (non è un caso che Atene per la Grecia e Roma per l’Italia siano fortemente coinvolte nella “crisi”), fino a sconvolgere e annichilire nel disordine più totale l’intera nostra società e il nostro mondo cristiano, che è il primo bersaglio di una logica perversa.
    Sembra che il demonio parli soprattutto, ma non solo, inglese, tant’è vero che questa lingua mi fa schifo – non per pregiudizi linguistici o razziali, ma perché da tempo la “sento” come voce sporca, rauca e arrogante, identica a quella della povera bimba del video.
    Sono d’accordo con chi afferma che il male è sempre più evidente e prevaricatore, perché ormai non può più nascondersi, ed è costretto a uscire allo scoperto.
    Il Dio di Vita e Amore protegga e salvi i bimbi, tutti noi e chiunque voglia essere salvato.

  14. In particolare la musica barocca, J.S. Bach per primo (qualsiasi sua composizione ha un’impronta sacra, sia essa per chiesa o no – SDG, Soli Deo Gloria – e prende da tutto, anche dal gregoriano), poi Haendel, Telemann, Frescobaldi, Buxtehude, Purcell, Scarlatti…
    Ma Bach, fra tutti i compositori, è la sorgente universale della musica.

  15. Cara/o Teox, la canzone è solo il veicolo per diffondere un messaggio.
    Il messaggio può essere, in sostanza, positivo o negativo (p. es., “Finché la barca va” è banale, ma non c’è niente di negativo).
    Dipende perciò dal contenuto.
    Ma la cosa più pericolosa è che all’interno del testo possono essere inseriti, e ripetuti, diversi messaggi subliminali (=sotto la soglia della coscienza), messaggi che l’orecchio non percepisce, ma che la mente registra.
    Questi messaggi subliminali, occulti, sono sempre negativi e distruttivi.
    Ed è quello che succede soprattutto nel genere rock, heavy metal e simili.
    Attenzione a quello che realmente vogliono dirti e iniettarti, goccia a goccia, come veleno letale.
    Persino il francescano Cesare Bonizzi, più noto come frate Metal, molto appassionato di questo genere musicale, che cercava di interpretare in positivo, nel novembre 2009 ha annunciato il suo ritiro dal mondo della musica, per il motivo che “il diavolo lo aveva fatto diventare troppo celebre per i suoi gusti, seminando zizzania tra lui e il suo staff”.
    Neanche lui, nonostante tutto, è riuscito a evitare l’azione malefica del metal.
    Una benedizione.

  16. E poi, secondo te, è bello andare in giro con delleT-shirt con un teschio sopra?
    (vedi il fratellino della bimba raucocanterina, ma ci sono tanti ragazzi e giovanissimi che vestono “skeleton” ultima moda)
    Per me è brutto, kitsch, non è simpatico neanche un po’, insomma fa schifo.
    Anche questo è un messaggio – evidente questa volta – dell’immondizia che si sparge col suo fetore anche addosso ai bambini.

  17. senti la musica metal dai io la ascolto anche i gruppi peggiori ma non ho pensato una sola volta a picchiare qualcuno o a ucciderlo e io la ascolti tipo quasi 24 orore su 24 poi ognuno può vestirsi come vuole! basta moralismo

  18. Che ti devo dire?
    L’inganno principale è proprio questo: uno può fare quello che vuole.
    Il babbo del satanismo moderno (A. Crowley) diceva proprio così, anzi peggio: nell'”amore” si può fare quello che si vuole.
    E ne ha ingannati tantissimi, con questo “amore”.
    Ma converrai che un principio morale, e non moralistico, è indispensabile per evitare di cadere nella trappola dell’anarchia (=mancanza di principio), che è l’esatto contrario della libertà. Anarchia è schiavitù.
    Prima la legge morale (i comandamenti), poi sì, realmente si può fare quel che si vuole, come nel detto agostiniano “ama e fa’ ciò che vuoi”.
    Sei liberissimo/a di ascoltare metal 24 ore al dì e di vestirti come vuoi, ma tieni presente che è pericoloso come e peggio del fumo.
    Subito non ti puoi accorgere dei danni che fa.
    Nel frattempo ti rende dipendente (dentro il tabacco ci sono dei broncodilatatori per favorire la dipendenza, e di conseguenza le vendite).
    Infine uno si ammala, capisce i danni che il fumo gli ha provocato, ma è TROPPO TARDI per tornare indietro.
    Lo stesso per la musica metal.
    Tu ascolti metal non stop, e al momento ti appaga con una sorta di estasi e spensieratezza, ma intanto la tua mente registra tutto quello che c’è di negativo (soprattutto messaggi subliminali, i più subdoli, l’analogo dei bropncodilatatori nel fumo).
    Pensi anche: “Se poi non mi piace più, posso smettere quando voglio. Io posso fare quello che mi pare”.
    Alla fine, una volta cascato in questa maledizione, perché ormai da tempo hai superato il punto di non-ritorno, te ne rendi conto, ma non ne puoi più uscire. Ti ritrovi all’inferno senza essertene accorto. Garantito al 100%.
    Pensaci finché ancora sei in tempo. Come per il fumo, può essere troppo tardi.
    Anche se non sei disposto ad ascoltare preti e santi, fa’ per tempo un atto di fede nel Dio della Vita, e comportati di conseguenza.
    Il Signore volga su di te il suo sguardo misericordioso, e ti dia la sua Pace.

  19. Concordo pienamente con il tuo giudizio: sono senza parole! Quanti valori cristiani abbiamo soffocato nel ns.apparente appagante materialismo!

  20. Carissimmo Teox, tu non rappresenti il mondo, sei solo 1 su centinaia di altri ragazzi. A te non fa niente, ad altri non lo sappiamo, o meglio, lo sappiamo, basta vedere cosa è successo dopo che Kurt Cobain si è suicidato.

  21. bellissima bambina, ma l’avrei preferita allo “Zecchino d’oro” a cantare con la voce angelica tipica dei bambini…che tristezza ….mi ha preso un brivido a sentirla cantare…qui non si tratta di condannare un certo tipo di musica ma di far fare ai bambini…i bambini.
    Possibile che oggi come oggi non ci siano più le cose”da bambini” ? Persino le canzonii che gli fanno ascoltare e cantare devono farli crescere per forza in un attimo…assurdo!

  22. No, non è la lingua in sé (e l’ho precisato: “Sembra che il demonio parli soprattutto, ma non solo, inglese, tant’è vero che questa lingua mi fa schifo – non per pregiudizi linguistici o razziali, ma perché da tempo la “sento” come voce sporca, rauca e arrogante, identica a quella della povera bimba del video), ma perché a me fa un effetto simile a quello che doveva fare il tedesco, durante il periodo della seconda guerra mondiale.
    Non cambia la logica perversa della distruzione, che è sempre e solo satanica.
    E’ chiaro che non si tratta di linguistica (di cui peraltro sono sono appassionato cultore), ma del demonio che c’è dietro.

  23. Personalmente non penso che il problema sia la musica heavy metal (a me personalmente non piace, ma…de gustibus) quanto il fatto che qui si tratta di una bambina di 6 anni messa in piazza a cantare un testo piuttosto “forte” (e tutto lo show si basa proprio su questo).

  24. Scream significa strillare…perché? …. fatti domande indaga,…..i nirvana…il batterista…se vuoi comprendi…ma senza strillare ti prego
    LIRReverendo

I commenti sono chiusi.