Il tumore che salva – Testimonianza

di Manuela
 

imagesLa Madonna tre anni fa mi ha fatto un regalo: ha permesso che mia madre si ammalasse di tumore per salvarmi.
Ho appena scritto una frase apparentemente senza senso..che cozza contro ogni logica umana…ma grazie a Dio le Sue vie non sono le nostre.. è da qui che parte la mia storia e quella della mia famiglia..
Roma – mentre lavoro alla mia scrivania mi arriva una telefonata da casa..quella che sai che arriva spesso ad altri ma che non vuoi nemmeno immaginare possa giungere anche a te: mia madre mi dice di doversi operare perché l’ha colpita il male del secolo..il tumore al seno.
Rimango impietrita e continuo a lavorare come se rifiutassi il pensiero di quello che avevo appena sentito: poi quando una collega mi rivolge la parola scoppio a piangere e la mia paura prende il sopravvento. Comincia il calvario, la ricerca di medici, delle strutture più adeguate ecc ecc..e cambiano tutte le mie priorità.. di colpo non mi importa più del mio disagio al lavoro o del fatto che la mia vita sentimentale sia un continuo fallimento…voglio solo una cosa: che mia madre guarisca.

Ma facciamo un passettino indietro..l’anno precedente i miei genitori si erano recati in Terra Santa..ignara del suo male mia madre pregava fervorosamente di fronte al quadro della Madonna del latte per delle persone malate del suo stesso male.. alzatasi dall’inginocchiatoio ecco che una donna, guardandola dolcemente, le chiese “ti posso abbracciare”? Perplessa lei accettò e in quell’abbraccio – poi mi disse – provò una gioia infinita, indescrivibile, paradisiaca e scoppiò in un pianto dirotto di felicità..mio padre, uscito poco prima, rientrato in Chiesa per cercarla, alla vista di quella scena si preoccupò e corse per andare a controllare cosa le stesse accadendo.. ma un’altra donna (sempre loro sconosciuta) lo fermò dicendogli “è l’amore di Dio”..poi quella donna che stava abbracciando mia madre si mise al centro fra i miei genitori e con le mani sui loro cuori pregò l’Altissimo..cosa era accaduto?? Chi erano mai quelle donne? E soprattutto perché si erano avvicinate a mia madre senza neppure conoscere il suo nome? Ora lo so..erano due persone guidate dallo Spirito Santo che le stavano trasmettendo tutto l’amore di Dio per affrontare la croce che l’attendeva..le stavano trasmettendo la Sua forza.

Dopo quell’episodio in Terra Santa, inizialmente da me sminuito, mia madre scoprì la malattia e l’affrontò con la sensazione di essere sempre guidata dalla mano di Maria. In ogni luogo, chiesa, perfino nello studio medico e in autostrada si imbatteva nell’immagine della Madonna del latte..le capitava sempre davanti..come se Maria le stesse lasciando un pegno d’amore per accompagnarla nel cammino.

Dopo l’ultima operazione, mia madre che aveva vissuto anche quel passaggio offrendolo alla Madonna, decise di andare a Medjugorie con alcuni familiari per ringraziare la Vergine di averla salvata (gli stessi medici le dissero che era stata come protetta da “scudi”) e mi invitò ad accompagnarli.

Inutile dire che accettai controvoglia. Era estate e ad un pellegrinaggio mi sarei annoiata di sicuro..al primo rosario in pullman cominciai ad inquietarmi e appena scesi in autogrill chiesi di poter andare via. Ero stanca, insofferente e nervosa perché mi si stava prospettando davanti una settimana grigia e pesante.

La notte seguente dormivo con l’immagine di Maria sul petto, innamorata del Suo amore. Ora non posso più vivere senza di Lei. Ho cominciato un cammino di conversione e, anche se cado, so che Lei mi rialzerà. So che Lei mi è vicina anche quando io sono lontana.
L’anno seguente sono tornata a Medjugorie al festival dei giovani e lì ho ricevuto un’altra grazia. Ho trovato l’amore!

L’unica cosa che chiedo ora è capire la volontà di Dio e avere la forza per metterla in pratica tutti i giorni. Per ora ho capito che la sofferenza, se accettata e vissuta con fede, è una grazia. Se è vero che per le Sue piaghe siamo stati guariti, ogni nostra piaga, se vissuta in Lui, può guarire gli altri. Ora posso dire: “mamma, per le tue piaghe sono stata guarita.” Gloria a Dio.


 

Annunci

10 thoughts on “Il tumore che salva – Testimonianza

  1. La mia storia è simile… Solo che i passaggi sono al contrario. Io ho incontrato il mio futuro marito nel 2009 e da li la mia vita è cambiata; sono stata a Medugorje e li è iniziata la strada della mia conversione. Nel 2011 ci siamo sposati e ora aspettiamo un bebè. La croce più pesante che ho dovuto portare è stata la mia famiglia, in particolare la figura di mia madre. Da sempre ho avuto problemi con lei, zero dialogo, mai dimostrazioni di affetto, continui pesanti litigi per anni, finchè non sono stata messa fuori da casa a 18 anni. E mi sono persa nel mondo che tutti conosciamo, fino a quando non ho incontrato, per grazia, mio marito. Ho sempre provato rabbia per questa situazione, per questo amore mancato di cui io avevo un immenso bisogno. Ho pregato per tanto tempo per lei, per la mia famiglia… E mai vedevo cambiare nulla, e non capivo… Poi a inizio 2013 ecco la notizia: tumore al seno. E’ strano da dire ma per me è stata la grazia che attendevo, nonostante sia stato difficilissimo da affrontare con già una situazione così alle spalle. Poi il carattere di mia madre è sempre stato molto difficile… Ora, quasi finite le chemio, posso dire di aver incontrato finalmente mia mamma: la malattia ci ha avvicinate, ci ha fatte conoscere, ci ha regalato il dialogo, l’affetto… Ed è una grande gioia. Non posso che ringraziare Dio e la Madonnina per avermi ascoltata. La strada per la conversione è ancora lunga, ma già si prospetta un viaggio a Medugorje quando le terapie saranno terminate. Lascio tutto in mano a Maria 🙂 Grazie, grazie, grazie…

  2. Chissà se chi, come il mio papà, è morto a causa di un tumore che pian piano gli ha tolto tutto, una cosa alla volta – avrà ricevuto davanti Gesù giudice la ricompensa per il calvario che ha passato qui in terra. Chissà se le sofferenze hanno sempre un valore salvifico anche se a volte chi le porta non è perfetto, non è un eroe e perciò a volte perde la speranza, piange o si dispera… chissà

  3. Ciao Francesca, tutte le sofferenza hanno un significato. Abbandonarsi e mettere tutto cio che non capiamo in mano alla santa trinita e una cosa molto difficile, specialmente se si tratta di un genitore, come il tuo caro papa.
    Avere fede in questi casi e molto importante. Per avere fede bisogna avere fiducia in Gesu. Nessuno e perfetto ne eroe in questi casi. L´abbandono delle nostre forze equivale alla croce che quotidianamente ogni uomo deve portare. la promessa di Gesu e Salvifica. Questo e certo. La sua Misericordia non si puo misurare, questa e la nostra Speranza. Che Gesu possa darti la Grazia della Serenita. Un abbraccio, Giuseppe

  4. vorrei dire a Manuela due o tre cose per svegliarla dal torpore in cui è caduta…io ho tutta un altra visione di quello che ti è accaduto…il diavolo ha mosso i fili di questa storia e non Dio perché attraverso le immagini e la devozione alle varie madonne ammassa le anime per il fuoco eterno…vai a rileggerti il secondo comandamento e scoprirai l’inganno…inoltre ti ricordo che san Paolo ha detto che alla fine dei tempi Satana opererà miracoli prodigi e segni menzogneri tanto da poter ingannare persino gli eletti…sei caduta nella stessa trappola in cui sono caduti i frequentatori di questo blog e la povera Annalisa Colzi…

  5. David…una domanda:vorrei che mi spiegassi il tuo rapporto con la Beata Vergine Maria…ti ringrazio in anticipo fratello…

  6. La gloria che noi cattolici tributiamo a Maria non è evangelica. Bastava il Magnificat in cui ella dando gloria a Dio viene glorificata, bastava quel capolavoro per renderle giustizia…tutto il resto che la chiesa ha aggiunto viene dal maligno. Maria è una creatura come tutti noi che ha fatto qualcosa di speciale perché da Dio era stata predisposta per farlo…quindi la gloria va data solo a Dio. Il grande merito di Maria è quello di aver dato il suo si incondizionato. Anche per lei valgono le parole di Gesù…”Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: Siamo servi inutili, abbiamo fatto solo il nostro dovere”.

  7. aro david , probabilmente il diavolo muove i tuoi fili, perchè riesci a trovare qualcosa di male anche nella testimonianza di una persona che si avvicina alla fede attraverso un male. Mi dispiace ma proprio non ci siamo. Alla fine dei tempi satana opererà prodigi, lo sappiamo perchè anche noi leggiamo la bibbia, non sapevamo però che avesse deciso di infilarsi nei blog di Annalisa: adesso lo sappiamo. Non ho altro da dire. un caro saluto a tutti e siano lodati sempre gesù e Maria

  8. Ciao, grazie, poi leggo.

    Molti tumori (e anche altre malattie) sono causati dal demonio,

    attraverso malefici o maledizioni.

    Solo l’esorcismo/ preghiere di liberazione o pellegrinaggi dalla Madonna possono togliere questi malefici/ maledizioni.

    ciao,

    un abbraccio.

    Arianna

    Date: Fri, 21 Jun 2013 05:35:15 +0000 To: ary14feb@hotmail.com

I commenti sono chiusi.