MAMMA VORREI ESSERE UN TELEVISORE

Un bambino pensando una preghiera, disse così:

 a

Signore questa notte ti chiedo una cosa speciale…

Trasformami in un televisore, così che io possa occupare il suo posto.

Mi piacerebbe vivere come il televisore di casa mia.

In altre parole avere una stanza speciale per riunire tutti i membri della mia famiglia attorno a me.

Esser preso sul serio quando parlo.

Fa che io sia al centro dell’attenzione così che tutti mi prestino ascolto senza interrompermi né discutere.

Mi piacerebbe provare l’attenzione particolare che riceve la televisione quando qualcosa non funziona…

E tener compagnia a mio papà quando torna a casa, anche quando è stanco dal lavoro.

E che la mia mamma, al posto di ignorarmi, mi cerchi quando è sola e annoiata.

E che i miei fratelli e sorelle litighino per stare con me…

E che possa divertire tutta la famiglia, anche se a volte non dico niente.

Mi piacerebbe vivere la sensazione di chi tralascia tutto per passare alcuni momenti al mio fianco.

Signore non ti chiedo molto. Solo vivere come qualsiasi televisore.

http://www.santimoteotermoli.it/preghiere.php?id=44

Annunci

11 thoughts on “MAMMA VORREI ESSERE UN TELEVISORE

  1. Ave Maria! Bellissimo, tutto da meditare attentamente! Che il Signore vi benedica tutti. Sia lodato Gesù Cristo . . . sempre sia lodato!

  2. Caro bambino, hai ragione, ma vedi se tu diventassi come la tv non solo saresti un oggetto che si accende e si spegne quando fa comodo, permettendo ai tuoi genitori di “spegnerti” quando non hanno voglia di ascoltarti, ma diventeresti bugiardo, volgare e vuoto di senso.
    Resta come sei un bambino vero con le sue esigenze e i suoi sogni…anzi spegnilo ogni tanto il televisore e vai a giocare fuori con gli altri bambini!

    Scusate ma il mio commento nasce dall’ennesimo schifo che stanno ora proponendo in tv…si parla di nozze gay ed una donna omosessuale ha appena affermato che ognuno è libero di amare come vuole…eh, no cara signora la tua libertà finisce dove incomincia quella degli altri. Se tu ti credi libero di farti una famiglia da una coppi omosessuale non puoi pretendere egoisticamente di adottare figli. Non puoi compromettere lo sviluppo del bambino per i tuoi capricci. E se davvero tutti fossero liberi di amare come vogliono, senza freni morali, allora anche i pedofili un giorno rivendicheranno di legalizzare ciò che vogliono.
    Con la scusa dell’amore, del sentimento e della libertà di diritto si arriva a far passare per lecito l’immorale!
    Basta tv…ne ho piene le scatole!
    Caro bambino resta come sei, se fossi un televisore ci sarebbero anche tante persone che ti direbbero basta e ti metterebbero in cantina!

  3. Temo che il televisore sia uno strumento che usiamo con troppa superficialità.
    Temo non sia facile farne un uso critico e ancor più difficile sia lasciarlo spento.
    Ma quanti sono disposti ad accenderlo con giudizio, SOLO QUANDO SERVE?

    E quanti bambini “parcheggiati” davanti alla TV …

  4. I pensieri del bambino la dicono lunga sulla famiglia di oggi………..purtroppo anche io a volte guardo la TV diciamo per staccare la mente, per rilassarmi un attimo……………..quando però diventa dipendenza è alienante………..
    Se estendiamo la cosa alla società la situazione è preoccupante…..e poi ci lamentiamo che i giovani diventano deliquenti?

  5. Bello, ottimo per un esame di coscienza sulle relazioni che sappiamo intrattenere all’interno delle nostre famiglie. Ammetto amaramente che troppo spesso le notizie del TG sono più importanti di ciò che vuol dire mia figlia … “stai zitta” le dico …
    preghiamo gli uni per gli altri

  6. Che dire…. una preghiera senz’altro toccante ma di drammatica denuncia. la famiglia polarizzata da un oggetto, il più delle volte dai contenuti quanto meno discutibili, e un bambino, ancora sveglio, che sente la solitudine ed è costretto ad invidiare il posto di un oggetto. Signore sveglia ti prego la nostra coscienza e facci attori e non spettatori di vita.

  7. Sono d’accordo con Silvia e poi vorrei dire la mia….ma se ormai tutti pensano di diventare gay…con il tempo dove troverete i bimbi da adottare..se tutti fossimo gay?…..quindi ritornate alla legge di Dio e non fate cose illecite….leggete il passo prima lettera ai corinzi 6-9 ….ne effeminati………..ecc…..

  8. It’s true: sad but true. I remember that at the end of the last century in a German school children interviewed: “What do you want become?” 10-year-old boy replied: “I ​​want to be TV that everyone in the house terraces were silenced and only listen to me.”
    Sometimes in the evening we gathered for a common prayer today is the family gathered around the TV. Or even worse that each member of the family your TV. Among them were strangers sharing a roof.
    Two months ago we had a lecture on “Modern Media and catechesis.” For introduction to our lecturer told a joke.
    Mother from the kitchen sends her son into the room the message “Come to dinner.”
    Son replies “I can not – I browse the internet.”

  9. Very sad my dear friend.
    Nobody understand the precious way to know each other:. speaking. listening. hearing. looking, at the end loving. We must pray a lot to change the vision of our life.
    I embrace you in Jesus and blessed Mary
    Your LIRReverendo

I commenti sono chiusi.