Don Andrea Gallo, l’eroe comunista

di Annalisa Colzi

50524-1Il più grande eroe di don Andrea Gallo era Che Guevara. Lo ha detto lui stesso in una intervista televisiva, una delle tante interviste televisive da dove sparava le sue idee lontani anni luce da ciò che la Chiesa insegna.

D’altra parte la televisione approfitta di questi sacerdoti, un po’ sopra le righe, proprio per gettare discredito sulla Chiesa Cattolica Apostolica Romana.

Don Gallo ripeteva sempre le stesse cose: stare con gli ultimi, sono un prete scomodo, dar da mangiare agli affamati, dar da bere agli assetati ma, guarda caso, si dimenticava di pronunciare anche le altre opere di carità, quelle spirituali che sono: insegnare agli ignoranti (sui temi della fede), ammonire i peccatori.

Don Gallo si era creata una chiesa parallela alla vera Chiesa. Una chiesa in cui accogliere tutti e su questo sono d’accordo, ma non sono d’accordo sull’accettare il peccato in nome dell’accoglienza. Gesù, che tanto citava don Andrea, accoglieva sì tutti ma sempre aggiungeva: “Va’ e non peccare più”.

Don Gallo invece lasciava nell’errore le persone che si avvicinavano a lui, facendogli credere di essere i preferiti da Gesù perché lontani e ultimi.

Che poi su questa parola “ultimi” ci sarebbe tanto da dire. Secondo don Gallo gli ultimi erano i trans, i gay, i drogati, ecc… per me, invece, gli ultimi sono quei bambini abusati, quelle donne picchiate, usate, derise. Per me gli ultimi sono i tanti giovani persi nelle tenebre che perdono la loro anima dietro false ideologie, quelle ideologie che don Gallo sponsorizzava a piene mani grazie all’aiuto dei media.

Don Gallo era a favore del preservativo, dei matrimoni tra gay; era a favore dell’eutanasia, sponsorizzava il matrimonio dei sacerdoti e sperava nel sacerdozio delle donne ma soprattutto era d’accordo sull’aborto in caso di “necessità”: “Ho aiutato delle prostitute albanesi ad abortire. Io ho consigliato loro di non farlo ma quando mi hanno detto che, comunque, volevano abortire le ho indirizzate ad un medico amico, che ha eseguito l’intervento”.

Davvero un prete che seguiva il Vangelo di Gesù!

La mia amarezza e il mio rammarico è solo uno: dove erano le autorità ecclesiastiche e perché hanno lasciato proliferare l’errore in tante anime.

Purtroppo altri don Gallo girano l’Italia sentenziando castronerie a non finire e nessuno li blocca.

Che la Vergine Maria ci aiuti a seguire sempre la strada di Gesù in perfetta linea con il Catechismo e il Magistero e una preghiera per don Andrea Gallo.

 

 

Annunci

77 thoughts on “Don Andrea Gallo, l’eroe comunista

  1. Messaggio del 25 maggio 2013

    “Cari figli! Oggi vi invito ad essere forti e decisi nella fede e nella preghiera affinché le vostre preghiere siano tanto forti da aprire il cuore del mio amato Figlio Gesù. Pregate figlioli, senza sosta affinché il vostro cuore si apra all’amore di Dio. Io sono con voi, intercedo per tutti voi e prego per la vostra conversione. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

    Fonte: http://www.medjugorje.hr

  2. Preghiamo per il cardinale che ha mentito pubblicamente all’omelia del funerale cercando (invano) di attirare le simpatie dei discepoli di don Gallo dicendo che era devoto alla Madonna e obbediente al vescovo.
    Preghiamo per il cardinale che ha dato l’Euicaristia a un uomo che ha pubblicamente dichiarato di essere passato ad un’altra religione e si è presentato per riceverLa vestito da donna

  3. Premesso che ho deciso di intervenire non per affermare il mio ‘io’ ma per ricordarmi e ricordarci tutti insieme quello che Gesù ci ha detto dopo che ha lasciato questa terra…

    “Vi ho detto queste cose, mentre ero con voi; ma il Consolatore, lo Spirito Santo, che il Padre manderà nel mio nome, vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che vi ho detto” (Giovanni 14:25, 26)

    ecco questa è l’essenza dell’essere veri seguaci di Gesù Cristo perchè ciò che conta è cosa c’è nel cuore, se c’è umiltà e penitenza la Luce di Cristo potrà penetrarlo, ma se ci sono le tenebre saremo solo di satana.
    Gesù ci vuole umili e docili quindi privi di giudizio e mormorazione… verso chicchessia !
    La sua dottrina va oltre quella di Giovanni il Battista perchè non prevede il ‘risentimento’ nemmeno per i nostri carnefici, figuriamoci per chi nemmeno ci ha conosciuto personalemnte!
    L’umiltà e la penitenza si ottengono solo abbattendo giorno dopo giorno i suggerimenti del seduttore, per abbandonare la strada della seduzione del mondo, rinnegando se stessi per vivere la vita secondo al volontà di Dio …” …..sia fatta la Tua volontà…” questa è l’unica strada che possiamo scegliere con il nostro libero arbitrio per l’immonso amore del Padre Eterno, ma se sbagliamo strada possiamo prendercela solo con noi stessi, Lui non ci abbandona mai!
    Per ottenere ciò affidandoci a Maria Santissima in tutto, perchè solo Lei sa come una madre amorevole cosa è il meglio per noi!
    Pemesso che NON è compito nostro giudicare, soprattutto quelli che si definiscono cristiani e poi non si rendono conto di ‘urlare’ e ‘fare’ cose non gradite all’Altissimo e a Nostro Signore Gesù Cristo… Lui che ci ha portato un comandamento nuovo, di amare soprattutto i nostri nemici…!
    Infatti sono convinta che in questi giorni i veri seguaci di Gesù Cristo pregano per Don Gallo…! perchè TUTTI abbiamo bisogno di preghiere sia da vivi e soprattutto da morti;
    non dimentichiamoci poi l’importanza che hanno gli attimi prima che l’anima si separi dal corpo, il momento prima del giudizio particolare a cui tutti noi siamo sottoposti ma a cui pochi in vita pensano…!!!
    Vi invito a leggere il “Trattato su l’Inferno” per capire meglio, con i nostri poveri mezzi di umani peccatori, cosa è veramente la vita, la morte, il Paradiso e sopattutto l’Inferno, vi assicuro è MOLTO utile finchè siamo in tempo!
    L’altro umile invito è alla preghiera quotidiana del Rosario e della coroncina della Divina Misericordia, tutti quelli che con devozione pregano in umiltà e gratitudine vedono piano piano la propria vita con altri occhi! Buona vita a tutti.
    Benedetti Gesù e Maria!

  4. 28 Maggio 2013 – sant’Emilio, san Just
    Siamo invitati a superare il semplicismo, il fanatismo settario, l’integralismo, l’autocompiacimento farisaico, la superficialità. Siamo invitati a essere aperti, umili, tolleranti, discreti, dolci come il Dio della brezza. La tempesta, la violenza bruta non è Dio, anzi, come insegna il Vangelo (Mt 14,22-23), è il male che Cristo piega come se fosse una forza demoniaca.
    Gianfranco Ravasi

  5. Certamente state dicendo delle grandissime verità e non si può dire il contrario, però mi sembrate un po’ troppo presi dall'”impeto teologico”, che ripeto è ok, però non vorrei che vi incupiste per queste cose, e per di più su internet. Per cui dal basso della mia ignoranza vi dò un consiglio, oltre a quello di pregare per don Gallo e per Luxuria:

    1-Rallegratevi nel Signore, SEMPRE! 🙂

  6. caro Davide, quando ho saputo che il grande Toto in punto di morte si è convertito a Gesù, il mio cuore ha esultato di gioia, quando Enzo Tortora anche lui vicino alla sua morte si è convertito a Gesù, il mio cuore ha di nuovo esultato, quando il grande John Wayne anche lui in vecchiaia si è fatto cattolico convertendosi a Gesù, il mio cuore è esploso di gioia, quando Paolo Brosio e Anna Koll si sono convertiti a Gesù, ero cosi felice che non stavo nella pelle. e potrei continuare con tantissimi altri esempi. ma quando vedo esempi come don Gallo, Luxuria e tanti altri… che non danno nessun frutto di VERA conversione, sinceramente non riesco ad rallegrarmi nel Signore, ma vado a Gesù con cuore addolorato per questi fratelli. comunque grazie lo stesso per la graditissima premura. cordiali saluti

  7. Enzo Bianchi: “L’uomo custode del creato”.
    Forum Guido Monzani – Via Aristotele – Modena
    Padre Enzo Bianchi Padre Enzo Bianchi

    Facci sapere se ci andrai
    4

    Ci andrò

    2

    Forse

    0

    Non ci andrò

    “Questa nostra terra è ferita e geme; soffre i dolori del parto, desiderando di essere liberata dalla presenza del male (cf. Rm 8,19-22). E se è vero che il creato attende da Dio la trasfigurazione, da noi umani attende la compassione, la capacità di soffrire con la terra: con le piante che soffrono a causa dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua, del suolo; con gli animali che spesso gemono a causa nostra” – sono parole scritte in un’anticipazione di Bianchi, che prosegue – “Sì, occorre una fede che ami la terra, occorrono uomini e donne che si sentano fedeli alla terra e siano sensibili verso il suo dolore”.

    0

    Pinterest

    Periodo Evento

    Data Inizio
    mercoledì 29.05.2013
    Data Fine
    mercoledì 29.05.2013
    Vedi tutti gli orari

    Gratis
    Accessibile

    Altri spettacoli in questa location
    Forum Eventi: il giardino, “memoria del mondo”

  8. Il segno diTAU,lo Spirito Santo ti parlato,confermoTUTTO,cio’ che hai scritto,lo sentivo dentro di me,gloria a Dio sempre sorella.

  9. ciao Mario, grazie dell’avviso di Enzo Bianchi, purroppo non riesco ad andarci, però sono in contatto via email con la sua comunità e mi arrivano periodicamente i loro programmi mensili e le varie catechesi di Enzo Bianchi sia audio che scritte. puoi contattarli e fartele spedire via email anche tu. ciao buonagiornata

  10. Libro “Il giardino e la memoria del mondo”
    Casa Editrice Leo S. Olschki
    Il simbolo di questa casa editrice è il sigillo di Saint-Die. (simbolo alchemico)
    Questo simbolo ha proprietà esoteriche. Il canonico del Monastero di Saint-Die avviò un cenacolo di studiosi chiamato il “Ginnasio dei Vosgi”.
    Per dirla in breve formarono cartine topografiche con particolari di terre non ancora scoperte (Es. Florida e Cordigliera delle Ande). Legati alle conoscenze dei Templari……chi da le conoscenze future? Puzza di zolfo.
    Non aggiungo altro. Chi vuole intendere, intenda.
    Poi se parliamo di E. Bianchi, allora la situazione è più chiara.
    Sarà un convegno pan naturalista con influenze orientaleggianti (dato che sui forum vari; eventi, il giardino del mondo, si vedono fotografie con vari budda tagliati nelle siepi).
    Fate attenzione a questi incontri newaggianti con sincretismi vari, non solo a livello religioso (ecco perché la presenza di Bianchi), ma anche di pensiero: cultura, ecologia, spiritualità, benessere, arte, ecc.
    Trasformano il Cristo, Figlio di Dio, in Cristo cosmico e altro. Attenti!!.
    Caro Luciano io ho il naso fino e se mi sbaglio (raramente dato l’allenamento è per eccesso (di solito), ma basta mettere in funzione la logica e navigare un po’ e scopri tante cose.
    Lascia stare chi ti “vende” emozioni e rimani ciò che sei (dritto al cuore del problema).
    Poi chi non risponde e porta avanti la “sua” agenda, senza confrontarsi, mi ricorda un “pierino” dei bei tempi passati: (chi segue questo blog sa bene).
    Sono con te
    LIRReverendo

  11. Il famoso “trattato su l’Inferno” chi lo ha assemblato? Inizia con una lettera con un imprimatur del 1952…così le persone pensano sia riconosciuto. poi, per chi ha pazienza, ci sono 776 pagine di spezzoni vari (esorcismi, Santi e non santi, ecc. ecc.)
    Un conto è conoscere dinamiche e Rivelazioni ufficiali della Chiesa Cattolica, altro è prendere alla lettera variegate notizie, ben congegnate.
    Lasciate stare le emozioni (che sono le scorciatoie del Diavolo). Pregate e digiunate, consacratevi al Cuore Immacolato di Maria e trattate di cose sacre. Dialogare con il nemico è pericoloso, parola detta per “esperienza sul campo”.
    attenzione che il segno del tau non sia rovesciato e scoprirete l’attinenza con i “giardini del mondo”.
    Per te LIRReverendo

  12. grazie per la premura, molto gradita, per rassicurarla le confido che non faccio un passo importante senza aver chiesto consiglio al mio confessore e guida spirituale, (le suore di un importante convento adiacente alla sua parrocchia e santuario della sua santa fondatrice, lo giudicano già un santo). gli ho chiesto perfino se ero abbastanza pronto per intervenire in questo blog e mi ha incoraggiato a farlo. cordiali saluti p.s. io seguo solo ciò che viene dalla nostra santa chiesa cattolica apostolica romana e basta, e su Enzo Bianchi e la sua comuntà, ho una grandissima stima e ammirazione e li trovo assolutamente in linea con la chiesa.

  13. Vedi anche senza conoscersi sono sensibile e tengo alle persone (anche se non sembra).
    Rispetto profondamente le Suore. Il problema è che usano, ultimamente, “autori” vari di dubbiosa interpretazione, vedi Gibran, Bianchi, ecc.
    Vai a vedere la recensione di Mons. Rolando Rivi (insigne) teologo su Bianchi….
    La stima è dovuta, l’arte è saputa, il fine è ignoto, il parlare e lo scrivere è noto, manca solo la foto.
    Indaga fratello in Cristo, potresti aiutare anche le Suore.
    Per te LIRReverendo

  14. non vorrei essermi spiegato male come al solito… le suore considerano già santo il mio confessore e guida spirituale e non Enzo Bianchi. io sono cresciuto col catechismo di Giovannino Guareschi (quello di peppone e don camillo) catechismo in linea con la chiesa, fondato più sul cuore che con l’alta teologia. Ammiro Enzo Bianchi anche se non sono così profondo come le sue catechesi. (non ho una gran cultura ho solo la licenza di terza media) perciò cercherò di farmi illuminare da chi ne sà più di me. poi le dirò.

  15. Il SIgnore nasconde ai sapienti e usa i piccoli, ai quali svela la Verità. In una scacchiera si usano sia i bianchi che i neri {che non sono per caso}:-)
    LIRReverendo

  16. infatti Dio usa i semplici e gli ignoranti per svelarsi e perchè si capisca che le cose vengono da Lui. il mio problema è quando lo Spirito Santo stacca la spina e io continuo a parlare che nascono gli strafalcioni e mi vado ad inguaiare. non ho capito ” che non sono per caso “…?

  17. scusa ma non riesco a frenare l’ironia…i neri per caso gruppo musicale di qualche tempo addietro.
    LIRReverendo

  18. Il consiglio in realtà non lo dò io ma lo dà San Paolo in Filippesi 4, 4. Certamente che andiamo da Gesù con cuore addolorato, ma noi cosa possiamo fare più che affidarli a Lui? Noi affidiamoli a Lui con cuore pieno di fede e Lui ci riempirà di gioia. Il carico del Signore è leggero! Stiamo andando incontro a tempi difficili e umanamente ci sarà poco da rallegrarsi, ma la nostra gioia non è di questo mondo, ricordiamolo sempre, e anche se verremo perseguitati, calunniati, torturati…la nostra gioia è nel Signore, oggi domani e per sempre, non dimentichiamolo! Gioia vera che nessuno ci potrà togliere, e noi per nessun motivo dobbiamo farcela togliere, perchè è Gesù stesso che vuole che la Sua gioia sia in noi e la nostra gioia sia piena (Giovanni 15, 11)!!!

  19. è una “confessione” con la C minuscola la mia:
    io ho evitato di parlare son stata solo in silenzio sia su facebook che nei discorsi da bar che ho sentito su don Gallo, ho ignorato la questione per non diventare giudice – non so se ho fatto bene

  20. gentilissima Francesca, le rispondo con quello che faccio io: giudicare ci è stato proibito da Gesù e su questo non ci sono discussioni. io facebook ho smesso di usarlo da un pezzo, perchè non si sa mai a chi vadano a finire le mie opinioni e si potrebbe correre il rischio che qualcuno mi risponda male o arrivi anche a bestemmiare (non gettate le vostre perle ai porci… ci consiglia Gesù) meglio un blog come quello di Annalisa apertamente schierato con la chiesa di Roma. se mi trovassi al bar o in piazza e mi imbattessi in un gruppo di persone che parlassero fra di loro di don gallo, prima cercherei di capire se lo fanno in modo costruttivo o se ne parlano in modo fazioso e di parte, nel primo caso potrei unirmi alla discussione valutando le opere di don gallo e non lui, nel secondo caso me ne starei zitto. spero di essere stato chiaro se no mi corregga. cordiali saluti. p.s. in ogni caso bisogna sempre dare ragione della nostra fede a chi ce lo chiede, purchè l’interlocutore sia sinceramente interessato, se no è meglio lasciar perdere. questa è la mia opinione, ma è sempre meglio consultare un sacerdote

I commenti sono chiusi.