Il bambino e la Gospa

di Annalisa Colzi

image_1366908932329084

Medjugorje è… particolare, non c’è niente da fare.

A Medjugorje si respira un’aria diversa, si respira profumo di cielo, palapabile, forte, soave. E’ così tutte le volte che accompagno i pellegrini. Tutti testimoniano di provare una pace interiore mai avuta e, non rararmente, a questa pace si accompagna qualche piccola grazia. C’è chi non ha più avuto bisogno di fare la chemioterapia, chi ha scoperto che il tumore non è avanzato, chi ha trovato l’uomo o la donna della sua vita, chi ha cambiato radicalmente vita e chi, come questo bambino di cui riporto la testimonianza, ha assaggiato un pezzetto di paradiso nel proprio cuore.

Vi lascio alla sua testimonianza scritta dalla madre.

“Durante le vacanze pasquali sono andata in pellegrinaggio a Medjugorje con mio marito, mia figlia Ilaria di 5 anni, e mio figlio Davide di sette.

Voglio raccontare agli amici del blog di Annalisa la testimonianza di mio figlio Davide.

Il giorno 2 aprile avevamo in programma di andare ad “assistere” all’apparizione di Miriana e la sera prima Davide era particolarmente emozionato.

Nel suo cuore desiderava quello che, in fondo, credo pensino tutti coloro che si recano a Medjugorje: “Come piacerebbe anche a me vedere la Madonna!!”

Davide aveva compreso ascoltando i nostri discorsi, che, secondo quanto Maria stessa ha dichiarato, quando queste apparizioni cesseranno, Lei  non si “manifesterà” più nel mondo in questo modo..

Prima di addormentarsi è scoppiato in lacrime, era davvero addolorato : “Mamma, ma se non la vedo domani allora, probabilmente, non la vedrò mai più!”

Ho cercato allora di spiegare al piccolo che la possibilità di vedere Maria è una grazia concessa solo a pochissime persone ma che, se nel suo cuore davvero desiderava tanto incontrarLa, poteva pragare perchè in qualche modo potesse sentire la Sua presenza.

E così la mattina dell’apparizione ci siamo recati davanti alla casa di Miriana, alle 8 eravamo sotto la pioggia e al vento ad aspettare… Ci avevano detto che di solito l’apparizione avveniva alle 9 in punto e che Miriana sarebbe arrivata 5 minuti prima. L’attesa francamente mi preoccupava, mi domandavo se per i miei bimbi quella fosse davvero una situazione giusta, o se li stavo costringendo a vivere quello che io desideravo… avevano freddo e faticavano a stare in piedi in mezzo alla folla.

Così io e mio marito li abbiamo fatti sedere sui nostri piedi mentre dall’alto li coprivamo con gli ombrelli… siamo rimasti in quella posizione per 45 min poi alle 8.45 circa è calato un silenzio davvero insolito… i bimbi si sono alzati in piedi e sentivo il loro respiro molto rilassato, lo stesso che sento quando stanno per addormentarsi. Davide mi ha detto “Mamma sento tanto calore dentro.. mi sento tutto caldo!”.. e io, che non avevo capito cosa stesse accadendo, gli ho risposto: “Davide probabil sta arrivando Miriana, mancano ancora 15 minuti”. Poi dopo quei minuti di silenzio ho visto la gente che veniva via dalla casa e ancora mi sembrava tutto molto confuso; ma quando dall’altoparlante hanno letto il messaggio nelle varie lingue ho compreso e spiegato a Davide che davvero aveva sentito la presenza di Maria!

Durante il tragitto di rientro all’albergo Davide saltellava tra i prati sotto la pioggia con una gioia che non si può dimenticare!

don Fabrizio

Annunci

22 thoughts on “Il bambino e la Gospa

  1. Sì, bello! Ma la mamma di Davide rassereni pure il figlio.
    Davide, non piangere più per questo motivo; vedrai che prima che la Gospa smetta di apparire ai ‘veggenti di Medugorje’, tu sarai vecchio e deluso!
    E chi rinuncia a tutti quei soldi che con la sua ‘apparizione’ è riuscita a far piovere su Medugorje?

  2. Anch’io ringrazio per questa testimonianza,la farò leggere a mio figlio e amici.Non di solo pane vive l’uomo….Madonnina cara consacra l’umanità,soppratutto i poveri e miseri!

  3. La Nostra Madre si manifesta in tanti modi: nel nostro cuore per infonderci speranza, nella nostra mente per edificare un’azione giusta, nella nostra parola per testimoniare la nostra intima felicità, nei nostri occhi per guardare con amore il nostro vicino, nei nostri passi per guidarci sul sentiero verso la conversione (invertire strada), nel nostro sorriso per comunicare la gioia. La Madonna ci invita all’attenzione alla Sua presenza che si manifesta e si rinnova sempre in forme diverse.
    Mi ha chiamato, senza immediatemente accorgermi, a cantare per Lei con i fratelli nella liturgia eucaristica, sollecitandomi a mettere a servizio il dono nascosto.

  4. Annalisa, per favore, non rendiamo banale un evento di questa portata!
    Quell’articolo era meglio se non l’avessi mai scritto. In questo modo dai spazio ai diffidenti di ridicolizzare coloro che credono che queste apparizioni siano soprannaturali, prestando loro tutti gli appigli…

  5. La diffidenza e Il pretese “ridicolizzare” sono giudizi che attengono a chi li proferisce. Nessuno giudichi perchè il giudizio non ci appartiene. Si lasci a tutti la facoltà di commento, in buona fede, senza pregiudizi.

  6. Cara AnnaIisa… mio figlio Marco, ora di 4 anni e mezzo… sentite cosa successe e che già ho pubblicato scrivendolo da Medjugorje sulla mia pagina devozionale alle Spirito Santo…
    http://www.facebook.com/conlospiritosanto
    scritto 8 settembre 2012

    Come mi piacerebbe che tutti si fidassero di tutti. Che tutti parlassero di tutto con tutti. Senza nessuna remora, ne chiusura bensi’ con il cuore aperto, ingenuo…condivisione: un solo corpo un solo spirito. Ma ahime’ nonostante i miei tanti difetti, peccati di pensiero, capisco che non e’ possibile. Ma vado diritto per la mia strada cercando di abbracciare tutti senza se e senza ma. Nonostante tutto so di essere amato molto per questa mia particolarita’. Gesu’ mi sorride e perdona sempre, lo Spirito Santo mi risponde la Madre Celeste gioca con me a nascondino ma poi mi sorride. Sentite questa: in pullman verso medjugorje poco prima di entrare in un autogrill come succede di solito le persone su di un pullman si preparano e tutti cercano di scendere in fretta :). Io non so nemmeno se ero di fianco a mia moglie o gia’ alzato… fatto sta che quello che e’ successo mia moglie me l’ha raccontato poi due ore dopo: a) perche’ ci ha riflettuto per due ore. B) perche’ lei e’ riservata e non ancora praticante, anche se pratica con nostro figlio nel quotidiano tutti i giorni come una santa. Ecco che cos’e’ successo: Andrea finisce di fare una Padre, ave, gloria, il pullman comincia la curva per l’uscita il bambino (unico sul pullman) si e’ alzato in piedi (noi eravamo circa all’uscita che c’e’ a meta’ pullman) ed ha detto: (solo mia moglie se ne e’ accorta gli altri erano intenti a prepararsi per l’imminente sosta)
    – Mamma, mamma chi e’ quella dada laggiu’ ( e guardava all’inizio del pullman)?
    – Che dada marco?
    – La dada non la vedi – e indica con il dito – quella dada con il bambino in braccio…
    – ma dove?
    – “la dada…” e con voce da bambino di 4 anni che si fa piu’ piccolino – “quella dada con un bambino “piccolino piccolino” in braccio” ( e indica con le mani una misura di bimbo molto piccolo)
    – :…
    – Mamma assomiglia a quella dada che c’e’ in montagna… ( in montagna sull’appennino abbiamo una casetta e c’e’ una vicina che ha un bambino nato da poco…

    IN poche parole ragionando ho detto a mia moglie che appunto il paragone e’ la prova che sul pullman lui “ha visto” qualcosa proprio per il paragone altrimenti non aveva motivo di fare il confronto. Capite: mio figlio di 4 anni ha visto una “dada con un bambino piccolino piccolino in braccio” sul pullman senza che ci fosse nessun bambino oltre a lui. Lascio a voi considerazioni su chi fosse quella dada… 🙂 — presso Medjugorje.

    eccoVi anche il link dell’articolo:

  7. come mi piacerebbe potere offrire la stessa cosa anche ai miei bambini…. non siamo mai stati a Medjugorie e forse mai potremo andarci… la Madonna troverà una strada per raggiungere anche noi 🙂 così spero.

  8. E’ più facile pensare che nonostante tutta la tecnologia e tutti i “professoroni” di cui disponiamo , 6 bambini siano riusciti a ingannare un mondo intero per 32 anni?

  9. se fosse stato un vero inganno tecnologia e “professoroni” lo avrebbero smascherato agevolmente.Gli strumenti per comprendere questi fenomeni sono umiltà e preghiera (non serve una Tac o il microscopio).

  10. Penso che la Madonna abbia già trovato la strada del tuo cuore, tu metti come intenzione nella preghiera il voler andare a Medjugorje e poi vedrai che la Gospa ti porterà in quella terra di grandi grazie,io pregherò con te

  11. se non diventerete come bambini ecc..i bimbi profumano ancora di paradiso di DIO .che bello ,anche gli adulti dal CUORE BAMBINO possono godere di LUI.MARIA ci invita alla PACE ,MA SE NON LA PRATICHIAMO TRA NOI FRATELLI IN CRISTO ,sarebbe troppo triste.PACE.PACE a tutti.garda.

  12. ingannare? Le bugie hanno le gambe corte se le apparizioni fossero falsità le incongruenze e gli errori sarebbero già venuti fuori!

  13. non ho capito se gpc75 è la marca di un gprs o di gprm? Mah!!
    Caro amico a 38 anni si dicono tante sciocchezze, ma questa le batte tutte.
    Fidati pure dei nintendo, ipad, tablet e forchett, e vedrai quanti inganni vivrai.
    studia studia professore che la fregata arriva tutte le ore (vedi isola del Giglio!!)
    Hai solo un problema e serio, devi andare a Med prima possibile. Ti ricordo che sulle carte del tom tom non c’è, ma se digiti tont tont ci arrivi anche se non vuoi. ti aspetto a “casa” tuo LIRReverendo

  14. Sul fenomeno apparizioni, purtroppo, c’è ancora tanta ignoranza e incompetenza, (anche da parte di ecclesiasti). La storia evidentemente non ha insegnato niente.

    A quelli che dicono che se Medugorje fosse falsa ce ne saremmo già accorti, legga la vita di Madeleine de la Croix, francescana di Cordova, che con i suoi “carismi” ingannò i più grandi teologi, vescovi e cardinali del tempo per ben 38 anni! Ella si era votata al demonio!

    E il commento finale finisce con questa frase: “il demonio sa perdere un pò, per guadagnare molto”!
    http://www.fedeecultura.it/file/falsicarismatici.pdf

  15. Allora abbiamo ancora qualche anno di tempo per accorgerci che Medugorje “è il più grande inganno della storia della Chiesa”? Ma il vescovo non l’ha detto alcuni anni fa?
    Evidentemente i ‘veggenti’ sono più ascoltati di un vescovo…

  16. Tacete bocche di Satana, vai dietro Gesù. E voi ascoltatori del sibilo convertitevi e andate a med e verificate di persona. Avete paura? O Qualcuno non vi invita da “quella là”?
    Sabato scorso nella Parrocchia di Medjugorje sapate chi ha celebrato le Sante Cresime? Il Vescovo Ratko, il grande “nemico” dell’evento Med. Che strano?
    Lui da Vescovo fa il suo mestiere e vigila e non impedisce, voi ingannati dal Dragone sputate fuoco e veleno, bravi!!! Buona discesa.
    Vostro LIRReverendo

  17. Il signor LIRReverendo ha spesso in bocca Satana, non è che se lo porta anche… a spasso? Perciò si trova sempre su questo sito.
    Cmq io a Medugorje ci sono stato e molte volte! Perciò zitto e… fumo in bocca.
    Mentre il carissimo Ratko Peric, vescovo di Mostar, molto stimato a Roma, ha detto testualmente: “MEDUGORJE E’ IL PIù GRANDE INGANNO DELLA STORIA DELLA CHIESA”.
    Fidati di lui: è un esorcista! Lo sapevi lirrEVERENDO?

  18. purtroppo anche gli esorcisti non sono immuni dal loro nemico
    basta vedere quel che è successo a Milingo..

I commenti sono chiusi.