Messaggio 02 Maggio 2013

imagesCari figli, vi invito nuovamente ad amare e non a giudicare. Mio Figlio, per volontà del Padre Celeste, è stato in mezzo a voi per mostrarvi la via della salvezza, per salvarvi e non pe giudicarvi.

Se volete seguire mio Figlio, non giudicherete ma amerete, come il Padre Celeste ama voi. Anche quando state più male, quando cadete sotto il peso della croce, non disperatevi, non giudicate, ma ricordate che siete amati e lodate il Padre Celeste per il suo amore. Figli miei, non deviate dalla strada per cui vi guido. Non correte verso la perdizione. La preghiera ed il digiuno vi rafforzino, affinché possiate vivere come il Padre Celeste vorrebbe; affinché siate i miei apostoli della fede e dell’amore; affinché la vostra vita benedica coloro che incontrate; affinché siate una cosa sola col Padre Celeste e con mio Figlio. Figli miei, questa è l’unica verità, la verità che porta alla vostra conversione e poi alla conversione di tutti coloro che incontrate e che non hanno conosciuto mio Figlio, di tutti coloro che non sanno cosa significa amare. Figli miei, mio Figlio vi ha donato i pastori: custoditeli, pregate per loro. Vi ringrazio!

Annunci

8 thoughts on “Messaggio 02 Maggio 2013

  1. si Maria, Madre Nostra Celeste, pregherò per tutti i sacerdoti e in particolare per quelli che Gesù mi ha messo accanto, per il mio vescovo per tutta la santa chiesa e il papa Francesco. Amen

  2. La Gospa attraverso Ivan il 21 giugno 1983 fece arrivare ad un Vescovo il seguente messaggio: “Gli mando un penultimo ammonimento. Se non si converte o corregge lo raggiungerà il mio giudizio e quello del mio figlio Gesù”.

    L’ho trovato su un sito totalmente medugoriano, con tanto di firma! http://www.euve24544.startvps.com/ar2/ivan-7-2-85.html

    Domanda: una volta letto il ‘messaggio’, scritto da Mirijana, del 2 maggio, qualche piccolo, piccolissimo dubbio che qualcosa non quadri non ce l’ha nessuno? No, nèh?

  3. si in effetti c’è una palese contraddizione tra i due messaggi, lascierò giudicare questo da chi ne sa più di me. intanto riflettiamo sul fatto che il messaggio del 1983 sembra sia in contrasto con il migliaio di messaggi ed eventi prodigiosi che si sono verificati a Medjugorie in più di 30anni… allora cosa facciamo? bruciamo l’intera foresta amazzonica perchè lei ci ha trovato in mezzo un cespuglio di rovi?! mi sembra un pò ridicolo non trova, nèh?

  4. una preghiera per un quarantenne che due giorni fa è morto in un terribile incidente stradale….non lo conoscevo, ma viveva non lontano da me…spesso la vicinanza fisica ci fa sentire vicini anche nel cuore….penso alla sua famiglia e all’altro uomo coinvolto nell’incidente che è all’ospedale….Dio accogli l’anima di quello sventurato che hai preso da questa vita e guarisci chi è ferito. Amen!

  5. Intanto non sappiamo cosa intende la Madonna con la parola” giudizio”. In tutti i casi,,,dalla Treccani.it
    Giudizio di Dio: presso i popoli primitivi e nell’alto medioevo (con sopravvivenza fino ai nostri giorni nel folclore e nel costume in genere), quello che, in mancanza di prova idonea, si desumeva, nella presunzione dell’assistenza divina, dall’esito delle ordalie (così erano chiamate con voce germanica queste decisioni supreme), consistenti nelle prove del duello, dell’acqua bollente o fredda, del ferro rovente, delle sorti, ecc.; chi ne riusciva integro (o, nel duello, vincitore) era ritenuto innocente del misfatto.
    Vi ricordo la guerra avvenuta…caso strano!! che sia venuta meno l’assistenza divina?
    Mi sembra di essere seduto a parlare davanti ad una tortel, dove si cerca di sfilacciare il capello fino all’inverosimile. O si crede o non si crede!
    Ad ognuno la sua tortel, se no resta solo la figura da tortellino.
    LIRReverendo servitore

  6. Il 19.06.1983 insieme con i veggenti Jakov, Marija, vicka è apparsa la Madonna. Dopo avermi risposto ad alcune domande riguardo agli ammalati da sola ha cominciato a parlare di Lei, Eccellenza. Questi sono i pensieri che mi ha detto: Dì al Vescovo che voglio da lui una urgente conversione agli avvenimenti della parrocchia di Medjugorje, che non sia troppo tardi. Cominci ad avvicinarsi a tutti gli avvenimenti con molta comprensione, carità e con grande responsabilità. Non voglio che crei contrasti tra i sacerdoti e che non metta in luce le loro mancanze.
    Il Santo Padre ha dato a tutti i vescovi di compiere i doveri nelle loro diocesi, di risolvere i problemi e litigi. Il vescovo è padre principale di tutte le parrocchie in Erzegovina. Perciò voglio da lui la conversione a questi avvenimenti.
    Gli mando un penultimo ammonimento. Se non si converte o corregge lo raggiungerà il mio giudizio e quello del mio figlio Gesù. Se non realizza questo che gli raccomando vuol dire che non ha trovato la via del mio figlio Gesù.
    La Madonna mi ha detto di consegnarle questo messaggio.”

    Ivan Dragicevic
    Bijakovici, 21.06.1983.

    Cari fratelli in Cristo
    non bisogna mai estrapolare una parte di un messaggio, bisogna leggerlo sempre nella sua interezza e fare discernimento, che per noi può essere svelato pienamente solo a posteriori, nel tempo. il Vescovo Zanic prima credeva e poi ha ritrattato. Da sempre c’è il tentativo di togliere ai Francescani la Parrocchia di Med. Se per voi le lotte interne alla Chiesa, che è composta da noi peccatori, è il metro di misura di credere alla misericordia di Dio (vi ricordo che la venuta di Maria Santissima è un dono della Misericordia di Dio), allora niente sarà mai vero fino in fondo, perché come dice il Salmo: “Ogni uomo è inganno”.
    A posteriori certe “mancanze” sottolineate dalla Madonna, hanno sicuramente contribuito alla guerra nella ex jugoslavia, e ancora oggi continuano in varie forme. Ma la mamma celeste è ancora con i suoi figli e l’invita sempre alla conversione. Nel messaggio del 02 maggio 2013 ci invita a custodire i nostri Pastori e pregare per loro. Questo è sempre un avvertimento di qualcosa che non va, e che senza i Pastori la Chiesa cattolica non esiste più. Riflettiamo e facciamo quello che ci chiede senza cercare peli nell’uovo.
    LIRReverendo

  7. O Gesù mio perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’Inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della Tua Misericordia. Amen.
    LIRReverendo

I commenti sono chiusi.