Bambini come oggetti sessuali

di Annalisa Colzi

282007_483842954972710_1095688094_n

Chi scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo! (Mt 18, 6-7).

Queste parole di Gesù, riportate nel vangelo di Matteo, sono sconvolgenti. Poche volte Gesù utilizza un linguaggio così estremo. Lui che è la Misericordia infinita, in questo caso si presenta come giudice e un giudice molto severo.

Parole forti che certamente possiamo applicare a tutti coloro che per il proprio tornaconto, o meglio per la loro libidine, distruggono la purezza dei piccoli.

Mi riferisco in particolare ai pedofili, esseri abietti, perversi, diabolici che, grazie al loro potere, manovrano anche le leggi.

Prendiamo il caso della scuola croata. Recentemente è stato inserito un corso di educazione sessuale a cui i bambini e i ragazzi sono obbligati a partecipare.

La materia viene trattata fin dalla terza elementare per concludersi con l’ultimo anno delle superiori.

Gli insegnamenti vertono sul gender: «È importante comprendere che l’omosessualità e la bisessualità non sono malattie né comportamenti immorali, bensì l’espressione di diversi aspetti della sessualità del genere umano… L’orientamento sessuale inizia a modellarsi durante la pubertà. In questo periodo i rapporti eterosessuali, omosessualità e bisessuali possono essere solamente una delle esperienze che si vivono durante la scoperta e lo sviluppi dei propri orientamenti sessuali».

Sulla perversione sessuale: «Nonostante gli attacchi e i divieti da parte dei genitori, il godimento sessuale rappresenta un importante elemento dell’infanzia. Storicamente l’infanzia è stata considerata come un rifugio protetto dalle preoccupazioni e dalle responsabilità degli adulti… un periodo, quindi, nel quale nel modo migliore ci si può dedicare ai godimenti, sessuali e di altra natura. Tenendo conto che nel corso dell’infanzia la riproduzione è impossibile, si può godere dei piaceri sessuali in modo multidimensionale – orale, anale, genitale, eccetera – senza possibilità di procreazione».

Sulla pornografia: «La pornografia ha uno scopo didattico, poiché accresce la conoscenza della sessualità e l’utilizzo della pornografia a scopi terapeutici può ridurre le inibizioni, offrire nuova ispirazione sessuale, fornire un insegnamento tecnico e accrescere la comunicazione tra i partner. Oltretutto, la visione, la lettura o l’ascolto della pornografia, accompagnato o meno dalla masturbazione, rappresenta una forma di sesso sicuro».

Gli insegnamenti orali sono correlati da esercizi pratici: “Le metodologie di lavoro da attuare durante le lezioni di Educazione alla salute sono rappresentate da gruppi di lavoro che richiedono la partecipazione attiva degli alunni, toccandosi gli uni gli altri, rappresentando scenette, facendo esercizi pratici, disegnando o svolgendo discussioni in classe”.

Quindi alle elementari (9 anni): “gli alunni apprendono quali sono i toccamenti ‘accettabili’ e quelli ‘inaccettabili’. Gli insegnanti inviteranno i bambini a toccarsi gli uni gli altri in determinate parti del corpo, ivi incluse quelle ‘indesiderabili’; in seguito vi sarà una discussione nella quale gli alunni saranno invitati ad analizzare se e per quale motivo essi si sono sentiti a disagio”.

Mentre a 10 anni : “Gli alunni vengono invitati a riconoscere gli stereotipi sessuali e di genere, le discriminazioni e le stigmatizzazioni delle minoranze sessuali. Le bambine dovranno imparare a mettere su di sé i tamponi davanti a tutta la classe”.

A 11 anni: “Viene analizzata la masturbazione quale parte integrante della sessualità dell’uomo, nonché «le credenze, un tempo dominanti, che ritenevano la masturbazione come dannosa».

A 12 anni: “Il programma prevede l’analisi della pornografia. Gli alunni dovranno «discutere il modo in cui la pornografia mostra la sessualità dell’uomo nonché i ruoli sessuali maschili e femminili».bambini1_fondo-magazine

A 14 anni i ragazzi “dovranno essere suddivisi in gruppi nei quali ‘reciteranno’ alcune situazioni di vita quotidiana. Una di queste situazioni, sicuramente la più scabrosa, viene descritta dal Ministero nel modo seguente: «È venerdì sera, e Tanja sta partecipando a una festa organizzata da alcuni coetanei che conosce solo di vista. Le hanno offerto da bere, e ha consumato due vodke mescolate a succhi di frutta. Comincia a ballare, sente il calore inondare il suo corpo e la stanza comincia a girare attorno a lei. Si accorge che Kristijan la sta guardando, un ragazzo di appena qualche anno in più che è molto popolare nella sua compagnia. È un ragazzo che tutte le sue amiche vorrebbero avere come ragazzo. Kristijan le si avvicina, e Tanja fatica a credere ai suoi occhi. Ballano abbracciati molto forte. Kristijan le propone di andare al piano di sopra perché lì fa caldo. Mentre sta andando via con lui, si accorge che sopra è buio e non c’è nessuno. Prega Kristijan di tornare là dove sono gli altri. Egli sorride e le dice: “Forse non mi credi”. Kristijan comincia a toccarla su tutto il corpo e la spinge sul divano. Tanja gli dice “no“, di smettere, cerca di divincolarsi da lui. Comincia a piangere, ma egli continua, ignorando le sue suppliche. La obbliga al rapporto sessuale».
Ribadiamo il concetto: questa scena deve essere recitata da due o più alunni di quattordici anni”.

A 15 anni: “l’atto sessuale viene presentato come un normale atto fisico senza alcuna connotazione morale e senza alcun valore. Gli alunni impareranno, attraverso esercizi pratici, come indossare il preservativo, come utilizzare le pillole anticoncezionali (la questione della cosiddetta ‘protezione’ rappresenta il punto focale dell’intero programma della scuola superiore); dovranno discutere sulle diverse posizioni esistenti riguardo all’aborto, definito eufemisticamente ’interruzione della gravidanza’.

Infine a 17 anni: “Verrà presentato l’atto omosessuale come del tutto naturale; le unioni omosessuali vengo definite con la parola di ‘matrimonio’ e messe sullo stesso piano della comunione matrimoniale fra uomo e donna.

Naturalmente nessun professore può esimersi dal tenere questi insegnamenti poichè sono obbligatori.

I discorsi tra virgolette sono tratti da:
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-croazia-gli-ex-comunisti-la-buttano-sul-sesso-5650.htm

Ma cosa c’entrano i pedofili direte voi? Ebbene c’entrano eccome. Leggete sulla Bussola Quotidiana il nesso che c’è tra le due realtà.

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-educazione-sessuale-dietro-c-la-lobby-dei-pedofili-6175.htm

Che Dio abbia pietà di noi.

Annunci

87 thoughts on “Bambini come oggetti sessuali

  1. bravo Luciano…per Gesù noi ci mettiamo il nome e pure la faccia…chissa che le nostre strade piu avanti non si incrocino in un bivio per diventare una sola…

  2. Forse perchè io e lei essendo nuovo popolo potremmo essere il 154 pesce, bando alla pesca, chi mi dice che il suo nome è quello reale? e quello di Pierini? Gli unici che hanno il nome reale sono quelli degli autori. in tutti i casi, nonostante l’anagrafe, lei invita il signor “pierini” ad ingrossare le fila della mente ottenebrata, e selei continua dare credito finirà per essere stato poco fraterno, almeno nella correzione. pregare per i miseri in spirito è cosa buona, ma fare pallina da ping pong nel ricusare e scusare, mi sembra un modo tiepido di stare. Chi le dice che il mio pseudomino è così astruso? Anche il pseudo dionigi è tradizione patristica e, nella Verità, nessuno ha mai rifiutato di accogliere ciò che era scritto in esso. Bisogna guardare ai contenuti e non alle pseudo verità, visive o anagrafiche che siano, tuttavia mi consenta, tolga il lei che la rende distante e sopraelevato, e scenda tra le pecore che un pò di pseudo odore non ha mai fatto male a nessuno. Nello stimarti, colgo l’occasione per porgerti i miei più cordiali e fraterni saluti. In fede
    LIRReverendo

  3. ho detto che prego per lei e NON CHE LA PENSO COME LEI. san Filippo Neri diede per penitenza ad una maldicente, per essere assolta dal peccato, di spennare una gallina lungo la strada e di raccogliere nel tornare indietro TUTTE le penne che aveva sparso. cosa che dovrà fare anche lei se continuera a scandalizzare il suo prossimo con le sue idiozie e sfruttare il nome di Gesù per farsi grande davanti al prossimo cercando la tua gloria personale e non quella di Gesù. fai come fece san Paolo che dopo la conversione prima di insegnare agli altri si isolò dal mondo per tre anni, per cresere nella conoscenza e nella fede aiutato da quella chiesa che tu stai bestemmiando

  4. egregio signore se le do del lei non è per mantenere le distanze tra noi o per sentirmi superiore, ma per DIMOSTRARLE RISPETTO e la religione non centra. per il resto la pensi pure come vuole. io mi sento l’ultimo e il piu infame dei peccatori e non pretendo di insegnare niente a nessuno. cerco solo l’amore e la misericordia di DIO. e mi sento solo in dovere di correggere fraternamente il mio prossimo (comei invita a fare il vangelo) quando mi accorgo che qualcosa non va e RINGRAZIO TUTTI quelli che correggeranno tutte le mie eresie (dette sempre in buona fede non ho il dono della sapienza)

  5. I Cristiani Cattolici il rispetto lo vivono senza la forma. Mettere in comunione è vivere da Cristiani Cattolici veri. A parte un pò di acredine, parli discretamente (per non farti andare in superbia!). Poi il Signore è uno solo, ma d’accordo….la pensi come vuole, mi suona da io parlo e non ascolto. Io non cerco di pensarla come voglio, ma pensarla insieme (se lei lo consente!!). Anche anticipare le possibili eresie, invita a credere che questo difficilmente avverrà, ma non per umile sapienza, ma per assenza di ascolto, che rilanciato nel reciproco, poco farà incontrare e crescere. Ti prego questo è un urlo per la solita disfida io dico io non ascolto, allora io continuo a dire e io continuo ad non ascoltare. Almeno Lei (se proprio così si sente rispettato!) ascolti qualcuno e permetta a qualcuno di dirle qualcosa, così insieme ci incammineremo verso la Verità che è il Signore Gesù cristo.
    se mi risponderà in maniera difensiva e soliloquinate, le ricordò che non tutti siamo pierini, barzellette a parte.
    Suo IRReverendo (plurale majestatis)

  6. san Paolo non era sposato e non aveva figli…io per la salvezza dei miei figli in primis faccio quello che faccio e poi per tutti coloro che vogliono vedere…che la chiesa sia solo una tappa del cammino verso il cielo ce lo dice anche Gesù quando afferma…io sono la verità…non la chiesa…e quando dice…ecco lo sposo andategli incontro…vuole dire di abbandonare tutte le cose terrene compresa la chiesa…la chiesa è diventato un covo di serpenti…e non te lo dico io ma l’apocalisse…per quanto riguarda quelle che chiami le mie idiozie…ne riparleremo il giorno del giudizio…

  7. La Chiesta è sì istituzione divina in quanto Corpo Mistico di Cristo ma è anche fatta di uomini e, in quanto realtà umana oltre che soprannaturale, al suo interno trovano posto con pari dignità santi e peccatori. Vuoi forse andare ad appiccicare stellette discriminatorie come fece un tal Adolfo. Ricordati che il più pulito tra gli uomini ha la rogna(i più grandi Santi si stimavano i più grandi peccatori)!!! Fanno eccezione solo Gesù Cristo e la Sua interamente Santa Madre, il Nuovo Adamo e la Nuova Eva! Ricordati che il Capo del Corpo che tu offendi è Cristo Dio in persona!!!

  8. san paolo per la sua autorita e i suoi poteri conferitegli dal sinedrio non poteva NON ESSERE SPOSATO, perchè a quei tempi se volevi essere eletto a qualsiasi autorita dovevi essere SPOSATO, si informi da qualche rabbino e vedra che glielo confermera. e poi non è scritto da nessuna parte che non fosse sposato. poi sinceramente io non provo astio contro chi non la pensa come me e nel giorno del giudizio non puntero il dito contro di loro ma intercedero per loro come faranno lo SPIRITO SANTO, GESU’ e MARIA. io non ci godo se lei dovesse andare all’inferno. chi ama Gesù ama anche il suo prossimo, qualunque sia il suo credo. altrimenti è un BUGIARDO

  9. Però………….devo dire cara Anna Lisa ,che i commenti al tuo articolo sono stati
    tanti………………………………………ma qualcuno ha letto tutto l’articolo (a parte quei pochi)
    ma non vi fa schifo quello che avviene in quel paese? chiediamo l’intercessione di Maria e
    preghiamo Gesù che ci illumini su come difendere le nuove generazioni.
    preghiamo gli uni per gli altri.

  10. pensavo di essere riuscito a fare capire, in quello che scrivo, che non cerco la mia gloria ma la gloria di DIO. se non ci sono riuscito vedro di correggermi o me ne staro zitto

  11. lei sconfessa il vangelo…”chi non odia il padre e la madre non è degno di me. chi non odia il fratello e la sorella non è degno di me”…voi a furia di stare a leggere i messaggi dei falsi cristi avete adulterato lo spirito del vangelo e quello che era sale è cambiato in miele…dovete stare attento perche sarete responsabili e dovrete rispondere di ogni anima che attirate attraverso la vostra azione verso l’inferno…quindi meditate e fate una bella revisione della vostra fede perche fa acqua da tutte le parti…nessuno è contento che la gente vada all’inferno…il prossimo lo amo io perche io cerco di illuminarlo mentre voi di ucciderlo…per voi gesù disse…”il fretello consegnra a morte il fratello”…voi nella vostra opera di persuasione pensate quanti fratelli consegnate al diavolo…

  12. Mai dovrai stare zitto perché mancherebbe qualcuno nella ricerca. Capisco la sua umiltà, ma dobbiamo tenere vivo il dialogo, il problema è che non ci ascoltiamo e parliamo (non riferito a lei in esclusiva!) Vada avanti senza il timore. Uniti nel Signore. Vostro IRReverendo

  13. Sarebbe semplice rispondere io sono colui che sarà, ma caro gatti i giovanissimi impegnati senza conduzione spirituale con certe punte di acredine e invettiva non sono molto salutari alla Verità. Dire e interpretare la Parola di Dio con slancio aggressivo e deviante porta lontano, come se un cieco guidasse un altro cieco. Pregando e digiunando diventerà ciò che ancora è in erba. E smettila di avere sempre sulla lingua la parola pontificare, perché senza il dizionario non sai cosa significa. Rivai a vedere il post sul dizionario scientifico e vedrai cosa c’è scritto. A meno che anche tu parli e non ascolti, non ascolti e parli.
    Caro gatti speriamo di fare la figura del topo.
    IRReverendo per te

    ma elo vera… che…http://www.youtube.com/watchfeature=player_detailpage&v=tuPUhz4_Gd4

  14. “tu parli come un indottrinato di magistero della chiesa”, sai com’è, sono cattolico!

  15. Marco nella tua foga di cercare minuscoli e insignificanti prove al tuo odio verso il Papa , hai perso di vista l’immenso bagaglio di parole edificanti del santo Padre. Gira meno il web in cerca di calunnie e ascolta di più la parola di Dio attraverso la voce del Sommo Pontefice, a cui devi rispetto in quando Vicario di Cristo.

  16. Tu dici “io sono colui che sarà” quindi come Dio che disse a Mosè “io sono colui che è” e Gesù che al sinedrio disse “io sono”. Tu quindi ti proietti nel futuro come se fossi DIo?
    Niente male, niente male davvero, avevo notato già, questa tua euto-elevazione, adesso ti riveli chiaramente, attenzione che le tue parole e le tue accuse sembrano fatte apposta per te.
    Anche dire e interpretare la parola di DIo come fai tu, in maniera superba e autoritaria non è certo di aiuto alla professione del Vangelo. Tu ti fai nemico e scherni i tuoi interlocutori, cosa avresti da insegnare? Mai sentito niente sull’umiltà?

    Ancora con questo dizionario scientifico, che pare leggi e ascolti più della Bibbia. Pontificare per la lingua italiana in senso figurativo significa “Assumere toni o atteggiamenti di indisponente superiorità, parlare in modo saccente e presuntoso”

    esattamente quello che fai tu, quindi non smetto di dirtelo, anzi lo ribadisco, tu pontifichi, e lo fai dietro uno pseudonimo. Spesso dici cose che condivido, ma i tuoi metodi lasciano troppi argomenti ai folli con cui discuti, e cosa avrai mai da insegnare a un ragazzo che fa, con dei sacerdoti esorcisti del catechismo. Non ti vanno bene neanche i sacerdoti esorcisti? Non so magari verifica sul dizionario scientifico.

    Ritengo inutile il protrarsi di questa discussione, volevo solo sapere chi sei e che autorità professavi di avere. Ti sei dato la più alta autorità.
    Spero di aver capito male.
    tanti saluti caro LIrreverendo

  17. Quanto poco sale, sei caduto nella trappola del non saper ascoltare. Vedi che devi stare attento ai falsi profeti con le false parole. Credi che non sappia quello che dico (senza essere onnisciente come solo è Dio), di certo stimolante, ma mai appropriante e deviante.
    Caro gatti eravate in 44 e tutti in fila per 6, ma sei caduto sullo specchio.
    Non arrenderti mai e cerca di scavare le parole per intuire dove ti stanno portando se non sarai solo un cembalo squillante e solo sordante (attento alle parole!!). Unisciti alla buona battaglia per combattere il relativismo del pensiero, della società liquida, che scappa dalle mani e dalla vita. Non avere paura di dialogare con chi stimola la perspicacia e la coscienza.
    Adesso hai due strade: chiudere per non sentire e continuare per vivere insieme. Basta cercare colpevoli e false teorie distruttive, portiamo argomenti a favore della Chiesa Cattolica per la vita di tutti.
    Parti dal nome e capirai, se lo desideri, e non difendere avulse interpretazioni dettate dalla superficie (che secondo “conchiglia” si rivolterà ingoiando tutto ciò che c’è sopra!!). Allora non ci resta che andare su marte, ma la nostra superbia ce la porteremo dietro e marte sarà il nostro pianeta rosso, si perché sarà sempre in riserva 8di sicuro d’Amore!).
    se hai studiato, come dici, e quindi sei un esperto, uniamo le forze, vai su http://www.lirreverendo.com, e cerca di capire dopo le istruzioni, dove sta il nodo da sciogliere. Non ti anticipo nulla, quado capirai, e io credo che tu puoi farcela, allora tutto sarà chiaro di dove combattere la buona battaglia.
    Un abbraccio in Cristo, sono con te IRReverendo

  18. Non sto qui a discutere la tua abilità di leggere tra le righe e di conoscere i sentimenti associati alle parole che vengono scritte dai tuoi interlocutori. Ebbene sì, sono grato al Signore di appartenere alla Sua Santa Chiesa guidata dal legittimo successore dell’Apostolo Pietro. Spero con tutto il cuore che un giorno possa fare anche tu la mia stessa affermazione!!! saluti

  19. Quanto poco sale, sei caduto nella trappola del non saper ascoltare. Vedi che devi stare attento ai falsi profeti con le false parole. Credi che non sappia quello che dico (senza essere onnisciente come solo è Dio), di certo stimolante, ma mai appropriante e deviante.
    Caro gatti eravate in 44 e tutti in fila per 6, ma sei caduto sullo specchio.
    Non arrenderti mai e cerca di scavare le parole per intuire dove ti stanno portando se non sarai solo un cembalo squillante e solo sordante (attento alle parole!!). Unisciti alla buona battaglia per combattere il relativismo del pensiero, della società liquida, che scappa dalle mani e dalla vita. Non avere paura di dialogare con chi stimola la perspicacia e la coscienza.
    Adesso hai due strade: chiudere per non sentire e continuare per vivere insieme. Basta cercare colpevoli e false teorie distruttive, portiamo argomenti a favore della Chiesa Cattolica per la vita di tutti.
    Parti dal nome e capirai, se lo desideri, e non difendere avulse interpretazioni dettate dalla superficie (che secondo “conchiglia” si rivolterà ingoiando tutto ciò che c’è sopra!!). Allora non ci resta che andare su marte, ma la nostra superbia ce la porteremo dietro e marte sarà il nostro pianeta rosso, si perché sarà sempre in riserva 8di sicuro d’Amore!).
    se hai studiato, come dici, e quindi sei un esperto, uniamo le forze, vai su http://www.lirreverendo.com, e cerca di capire dopo le istruzioni, dove sta il nodo da sciogliere. Non ti anticipo nulla, quado capirai, e io credo che tu puoi farcela, allora tutto sarà chiaro di dove combattere la buona battaglia.
    Un abbraccio in Cristo, sono con te IRReverendo

  20. Comunque questi signori che attaccano il papa riescono sempre a scostare il discorso dal tema dell’articolo che è a mio avviso AGGHIACCIANTE!!!!
    Che lo scopo del maligno sia farci perdere in battibecchi anzichè analizzare l’orrore di cui sopra?

  21. penso proprio che lei abbia perfettamente ragione…. mi meraviglio che gli autori del blog rimangano in silenzio…. cordiali saluti

  22. ho letto un gran bisticciare ma nessuno che è rimasto colpito dalla notizia…a me personalmente ha sconvolto!
    Tutti a bisticciare…per altre idee….

  23. nella parabola dell’adultera nessuno scaglio la pietra e tutti se ne andarono in SILENZIO!!! parlare di questi argomenti non è facile perchè molti hanno qualcosa da nascondere, io compreso, non di pedofilia pero grazie al cielo, ma le confesso che ho subito molto il fascino femminile e ne sono uscito grazie alla preghiera e l’aiuto di un sacerdote che mi fa da guida spirituale

  24. Signora Silvia, a me la notizia ha sconvolto più di un mese orsono quando l’ho letta sul sito della nuova bussola quatidiana(www.lanuovabq.it), la notizia non solo è scandalosa ma rappresenta il tentativo nefasto di riattuare la deliberata disobbedienza che porto al Peccato Originale… è quasi l’intera Europa sta aderendo a queste sciaugurate idee…

  25. tranquillo inizierò presto la politica del “cancella senza neanche avvisare”; per adesso david è il primo in classifica. Mi aspetto a breve un commento da parte sua dove mi dirà che sono un dittatore. Commento che cancellerò

  26. Caro Salvatore, ovviamente sei libero di moderare il vostro blog come più ti aggrada, solo una cosa: quando cancelli gli interventi di qualcuno cancella pure l’intera conversazione compresi gli interventi successivi di chi ha risposto. Altrimenti sembriamo tanti pazzi che blaterano a vanvera! Io personalmente non mi offendo se cancelli anche i miei commenti in risposta al sig. Pierini anche perchè sarebbe inutile lasciarli se presuppongono, per essere compresi, commenti precedenti che sono stati tolti. In ogni caso grazie per l’apostolato tuo e di Annalisa. Siano lodati Gesù e Maria!!!

  27. Purtroppo è complicato. Non c’è uno strumento che ci tiene traccia di tutte le relazioni tra i commenti… purtroppo 😦

  28. Scopo del maligno è quello di portare tutti alla degenerazione , particolarmente sul lato sessuale. Quindi la questione è anche e soprattutto spirituale e morale ; ma a mio avviso vi è anche una questione politica. Noi non sappiamo se la Croazia vuole entrare a far parte della comunità internazionale o no, e potrebbe essere uno scotto da pagare alla comunità europea per accedere a dei fondi che il nostro parlamento europeo concede per determinate cose che chissa perchè molte volte vanno contro ogni etica e morale soprattutto cristiana. Questo dico perchè mi viene in mente che all’Ungheria con un governo di destra che si preoccupa di aborto e di altri temi viene detto (sempre dalla commissione europea) che è una dittatura ed altro : Sappiamo anche perchè ; ha usato dei fondi europei per pubblicità contro l’aborto. Continuamo a pregare per questa Comunità Europea che ha dimenticato Gesù Cristo ma che invece sembra adorare molto di più Dioniso e Saffo

I commenti sono chiusi.