A Cosa servono i pellegrinaggi

Krisve

In merito ai Pellegrinaggi non organizzati da Sacerdoti o da Diaconi, ma diretti da fedeli laici, il Card. Ratzinger, Prefetto della Congregazione per la fede, afferma: “I pellegrinaggi privati non sono proibiti”E i Vescovi e i Sacerdoti hanno l’obbligo di prestare assistenza spirituale ai pellegrini sia in pullman sia nelle chiese del luogo.(cfr. rivista “Madre di Dio”, di gennaio 1984; cfr. “Maria, alba del 3° millennio”, ed. Ares 2001, pag. 356).

Anzi, i pellegrinaggi privati in molti casi possono diventare un grande bene; infatti le approvazioni ecclesiastiche di apparizioni, pianti e visioni, le Beatificazioni e le Canonizzazioni dei Santi sono state sempre precedute dalle preghiere, dalle devozioni e dai pellegrinaggi. Che cos’è un pellegrinaggio e qual è la sua natura profonda?

Perché organizzare un pellegrinaggio?

Quali sono le funzioni di un pellegrinaggio?

Perche compierlo e quali contribuiti ci  porta?

Qual è la dinamica del pellegrinaggio: cosa mette in moto, cosa richiede, e come lo si può realizzare in modo efficace?

Quali sono le premesse essenziali che ci permettono di capire meglio il ruolo del pellegrinaggio?

Quale potrebbe essere il ruolo essenziale del pellegrinaggio per il “cambiamento” che stiamo tutti vivendo in un modo o in un altro ?

Il pellegrinaggio è uno dei più grandi contributi che la tradizione spirituale e la religione autentica possono donare a tutti quelli che vogliono potersi conoscere meglio, diventare padroni delle loro spiritualità e facoltà, e vivere meglio, in modo più cosciente, costruttivo e felice. Trasformando ed elevando il nostro livello di coscienza, le nostre energie, sia pur per un breve periodo di tempo, si può avere un impatto determinante sulla nostra Vis Medicatrix Naturae, oltre le grazie che il Creatore  vorrà donare. Il pellegrinaggio è una delle “chiavi” essenziali della vita spirituale in generale ed uno strumento vitale per poter far fronte alle grandi sfide che la vita e l’evoluzione presentano agli esseri umani in questo periodo storico, per sopravvivere e vivere bene nel 21° secolo. La sua natura e dinamica sono molto semplici anche se molto profonde ed il suo contributo maggiore è quello di, temporaneamente, farci aprire alla dimensione verticale del nostro essere, ai corpi energetici ed alle dimensioni sottili della nostra natura e della Vita.

Annunci

6 thoughts on “A Cosa servono i pellegrinaggi

  1. Avendo avuto la grazia di essere pellegrino a Medjugorje posso testimoniare che durante il pellegrinaggio ho vissuto un senso di pace profonda, Pace che aiuta a fare luce nel nostro cuore

  2. Il pellegrinaggio e’ un andare a cercare in profondita’…ossia un tuffarsi a testa in giu’ per trovare ci0 che non sta in superficie. Questa esigenza prima o poi viene a tutti, perchè non s può vivere di solo pane..!

  3. Ciao Annalisa, sino d’accordissimo sugli enormi benefici dei pellegrinaggi. Volevo peró un chiarimento: che cosa intendi nel tuo articolo qui sopra con “farci aprire ai corpi energetici” ?

  4. Ciao Annalisa, sono d’accordissimo sui benefici che hanno i pellegrinaggi sulla vita dei credenti e soprattutto dei non che si “convincono”a cercare un incontro con il Signore. Volevo però chiederti un chiarimento: che cosa intendi nel tuo articolo qui sopra con ” farci aprire ai corpi energetici” ?

  5. Ciao carissima, ti chiedo scusa del ritardo. In effetti la frase non è delle più illuminanti, visto e considerato che la confusione riguardo a queste due parole è davvero tanta. Il significato sta nel fatto che il pellegrinaggio e la preghiera ci aprono ad una visione verticale facendoci incontrare non solo il Cristo, ma anche tutti gli spiriti celesti (chiamarli corpi energetici, hai ragione, non rende) compreso il nostro angelo custode.

I commenti sono chiusi.