CONSIGLI PER VIVERE LA VITA QUOTIDIANA CON MARIA

Ci stiamo avvicinando al 08 dicembre Festa dell’Immacolata Concezione.

Immacolata Concezione“ vuol dire che la Madonna è stata concepita nel seno della sua madre, che la tradizione dice essere Anna, che la Madonna è stata concepita nel seno della sua madre senza la macchia del peccato originale. Questo è il dogma della Immacolata Concezione che dichiara quindi Maria immune da ogni macchia di peccato originale fin dal primo momento dell‘unione della sua anima col suo corpo, quindi fin dal primo momento in cui è stata concepita.

Ricordiamo insieme, quando la Madonna o la ” signora” si presentò così ,come l'”Immacolata Concezione, davanti a  Bernadette, , il 25 marzo 1858 (festa dell’Annunciazione), “.

Bernadette, all’epoca una piccola contadina analfabeta che non aveva neppure frequentato il catechismo, molto probabilmente non conosceva la dichiarazione dogmatica   del 1854, ma Lei volle avvalorare quanto era già nel dogma.

VirgendeLourdes

Vi lascio sotto alcune “riflessioni” trovate e che vorrei condividere con Voi in questi giorni di attesa e di Festa.

Viviamo la vita!

“Quando vi alzate, guardate il cielo,
Dio l’ha creato per voi!
Parlate con Dio!, Lui vi ascolta.
Mettete nel suo Cuore le vostre ansie, il dolore,
il presente ed il futuro!
Il giorno vi è dato come un tempo di semina,
iniziatelo con una preghiera,
quella che il cuore vi detta ,
o quella che sapete,
con fiducia, abbandono filiale e con pazienza!.
Egli sa di che cosa avete bisogno.
Lasciate che i cattivi pensieri si sciolgano
nel fuoco del suo amore!.
Leggete la Bibbia: un salmo o un brano di Vangelo!
Affidatevi a Maria!
Il vostro posto di lavoro o di studio vi aspetta,
partite senza farvi troppe domande!.
Quando farete ritorno nella vostra casa,
portate un sorriso, come frutto della fatica!
Fate fiorire la gioia in famiglia,
il cibo necessario vi sazi e l’affetto reciproco
vi riempia di pace!.
Nella “chiesa domestica” che vi appartiene,
Dio e Maria sono con voi.
C’è anche il tempo per gli interessi culturali, per i notiziari,
per il gioco, lo svago e le gioie più semplici e umane.
I vostri figli piccoli, o grandi, guardateli negli occhi
e parlate con loro!
Essi vi aspettano, vi credono, vi seguono.
Date spazio al dialogo!
138
Illuminate, insegnate, correggete!.
Il tempo vissuto in famiglia è prezioso.
Come sarebbe bella un po’ di preghiera insieme,
anche il Rosario,
come ha chiesto la Madonna di Fatima.
Poi la notte fa calare il silenzio.
Non dimenticate il colloquio con Dio, la sua Parola,
non addormentatevi senza aver invocato “la Vergine Maria”
e l’Angelo Custode!
Nel silenzio riflettete, domandate perdono,
chiedete la grazia di restare fedeli all’Amore
e di perseverare nel bene!.
Beneditevi a vicenda,
siano benedetti i figli che Dio vi ha affidato!.
Voi, figli, benedite i genitori e pregate con loro e per loro!.
Preparate con cura, nell’arco della settimana,
la santificazione della Festa.
Alla Santa Messa, partecipate sempre, senza ritardi,
consapevoli del dono immenso offertovi!
La vostra famiglia, “piccola Chiesa” si unisca alle altre
“piccole chiese” dei fedeli,
per vivere il mistero eucaristico,
l’offerta di Gesù al Padre per la salvezza del mondo!”.

Annunci