La verità vi farà liberi


Come tutti gli anni, prima dell’avvento, la chiesa chiude il suo anno liturgico con la Feste del Cristi Re. Quest’anno si presenta la parte conclusiva del capitolo 18 di Giovanni, dove Gesù non esce come l’immagine che abbiamo sempre in  mente del re!

Siamo in mezzo ad una immagine straziante di Gesù tradito e umiliato che compare davanti a Pilato con le catene, che simboleggia il potere romano l’unico che può salvarlo dai giudei o a mandarlo a morte. Alla domanda di Pilato: Tu sei il re dei Giudei?

Gesù risponde in modo affermativo, spiegando che il suo regno non è di questo mondo altrimenti i suoi sudditi avrebbero combattuto e non sarebbe consegnato ai suoi carnefici.

Pensare a Gesù come re in questa situazione in cui si avverte la grande fragilità umana di chi è sul punto di essere messo a morte, ma rivendica la sua regalità e ne indica il regno:

Cristo è re per rendere testimonianza alla verità. Pilato, fine capitolo 18, chiede, senza aver risposta e non solo lui, ma anche noi chiediamo chiediamo … Che cosa è la verità?

Ma noi non siamo Pilato che per togliersi davanti questo ingombrante prigioniero non riflette sulla domanda. La risposta la troviamo nella vita di Gesù: la verità del Padre, sulla vita eterna, la verità sulla vita e sulla morte.

“Se rimanete fedeli alla mia parola sarete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi” ( Gv 8, 31-33)

La verità rende liberi cioè non schiavi del mondo, dei suoi beni, delle sue lusinghe, delle sue seduzioni fioravanti che si rivelano un impiccio, un ostacolo a vedere la verità cioè la stra, il futuro.

Gesù è destinato alla morte è invece libero perché la libertà, figlia della verità, non può conoscere morte !

Annunci

3 thoughts on “La verità vi farà liberi

I commenti sono chiusi.