Intervista ad Annalisa Colzi mensile “Medjugorje- La Presenza di Maria” Aprile 2011 – MARIA E’ LA STRADA PER SCONFIGGERE IL MALIGNO

Immagine della pagine del Mensile Madjugorie del 04 Aprile 2011

Annalisa Colzi, è nata a Montemurlo nel 1962, un comune toscano della pronuncia di Prato. Sposata, non ha figli. È consacrata nella Comunità dei Figli di Dio, una comunità monastica fondata da don Divo Barsotti, uno dei più grandi mistici

contemporanei scomparso nel 2006 a 92 anni. Annalisa scrive libri di forte contenuto, su temi che non trovano molto spazio abitualmente su stampa e televisione. Fin dai titoli di due suoi volumi si capisce la portata della sua preoccupazione: Come satana corrompe la società (2009) e Spiritismo, New Age, Maghi Sai Baba… (2010), entrambi editi da Città Ideale. Di sé stessa dice: “Non ho lauree e sono una scrittrice solo per volere di Dio…”.Il suo percorso spirituale l’ha riportata, (dico riportata perché già se ne occupava in gioventù), a trattare in maniera frontale argomenti che spesso sono ignorati come problema. Perché ha ripreso in mano la lanterna contro il Maligno?La risposta è semplice: perché pochi parlano di questa realtà. Quante volte ha sentito, anche nelle prediche domenicali, parlare di demonio, inferno, dannazione…? I Sacerdoti non ne parlano più, e i pochi che ne parlano vengono derisi. Nei seminari non se ne parla, nelle facoltà teologiche nemmeno; il Maligno – per i cattolici – è divenuto un argomento tabù. Eppure basta leggere il Vangelo per rendersi conto di quante volte Gesù lo combatta. Purtroppo oggi, va di moda parlare di solidarietà, di poveri, di emarginati, tutte cose buone e importanti, ma il messaggio di Gesù non si ferma a questo. San Giovanni, l’Apostolo prediletto, ce lo rivela: “Ora il Figlio di Dio è apparso per distruggere le opere del diavolo” (1 Gv 3,8). Ecco il primo compito del cristiano: sconfiggere con le armi della preghiera, della penitenza e della conoscenza gli attacchi del demonio.

Che spazio ha oggi satana negli ambienti giovanili? O meglio come si presenta?

Il Maligno è un grande seduttore. Egli conosce bene le sue prede e sa come affascinarle. D’altra parte la sua intelligenza gli permette di creare situazioni intriganti capaci di attirare nelle sua rete numerosi giovani. Basta pensare al fenomeno della musica. Oggi gli idoli di tanti giovani sono cantanti che promuovono, attraverso i loro testi e il loro tenore di vita la droga, 1’alcool, il sesso in tutte le sue forme. Io credo che proprio la sessualità, vissuta come pura e semplice trasgressione sia il cavallo di battaglia del Maligno. Diceva Sant’Alfonso Maria de Liguori: “Si va all’inferno o per il peccato d’impurità o comunque non senza quel peccato…”. E oggi assistiamo a un vero e proprio bombardamento mediatico che vuole “aiutare” i giovani e purtroppo anche i bambini a perdere la propria purezza.

Perché non si parla più del diavolo ai ragazzi?

Bella domanda. Mi piacerebbe molto rivolgerla ai Sacerdoti, ai catechisti, ai genitori. Lo sa che tipo di risposta mi darebbero? “Perché i ragazzi non si devono impaurire, bisogna parlargli solo della Misericordia di Dio…”; e così si continuano ad avere generazioni che ignorano certe tematiche. Oltre tutto, a livello teologico, è sbagliato presentare solo la Misericordia di Dio, perché la Misericordia di Dio va di pari passo con l’azione del Maligno. Altrimenti, mi dica lei, che senso avrebbe parlare di Misericordia? Che senso avrebbe parlare di Sacrificio della Croce? Gesù da che cosa ci avrebbe salvati?

La Madonna non teme di far vedere l’inferno a tre bambini a Fatima e non dice loro che l’inferno è vuoto, ma che “molti vanno all’inferno perché non c’è chi si sacrifichi per loro”. Ed è ancora la Vergine Maria ad avere portato Vicka e Jakov a vedere il paradiso, il purgatorio e l’inferno.

I genitori che invece vogliono preservare i loro figli dal discorso del demonio e dell’inferno sono poi quelli che l’inferno glielo fanno vivere su questa Terra, lasciandoli scorazzare tra i vari pericoli mediatici.

Annunci

Pensi mai a cosa vedono e ascoltano i tuoi figli?

GIOVEDI’ 13 DICEMBRE

ORE 21:00

  GORO (FE)

“NEL TEATRIN”

 

“pensi mai a cosa vedono e ascoltano i tuoi figli?”

pokemon, simpson, winx, pollon, Yu-gi-oh!….

fabri fibra, lady gaga, rihanna…

“è musica per le loro orecchie?“

Annalisa Colzi, scrittrice cattolica, esperta di attualità e mass-media, propone un viaggio alla conoscenza  di come oggi i mezzi di comunicazione corrompono e ingannano i giovani sin dall’infanzia.

“Beati quelli che crederanno pur non avendo visto”

 

Ci chiediamo proprio perchè siamo tutti San Tommaso! Perchè vogliamo segni. Segni su segni che dimostrino che quello a cui crediamo, se colui con cui parliamo c’è!

 

Il Signore dice: beati quelli che crederanno pur non avendo visto!

 

Incontriamo oggi la figura di Padre Slavko, conoscitore di molte lingue europee, che era stato mandato a Medjugorje per accogliere i pellegrini. Qui ci propone la sua risposta a tutti coloro che li chiedevano perchè tutti quei segni avvenivano in quella piccola cittadina, diventata famosa per le continue apparizioni.

 

Inoltre ,vi allego il Messaggio della Madonna del 25 Novembre scorso , per una riflessione individuale e continuità,  s in contrapposizione con un’altra apparizione, che viene ricordata in questi giorni- Nostra Signora del Dolore di Kibeho (Rwanda), dove la sua frase più conosciuta è:

“Quando io mi faccio vedere e parlo a qualcuno, intendo rivolgermi al mondo intero”.

Continua a leggere

Conferenza su Satana alla chiesa Regina Pacis: curia perplessa

Ripropongo un articolo dell’anno scorso in merito al tema su cui mi batto giornalmente e su cui vorrei che tutti noi riflettessimo e condividessimo.

Ha suscitato perplessità nei vertici della chiesa regginana la conferenza di  Annalisa Colzi sul satanismo, nella quale aveva attaccato Raffaella Carrà, Pippo Baudo e Lady Gaga.

Reggio Emilia, 13 maggio 2011 – Ha suscitato «imbarazzo e perplessità» nei vertici della Chiesa reggiana l’iniziativa di chiamare a parlare di satanismo suora Annalisa Colzi nella chiesa di Regina Pacis. Nessuna dichiarazione ufficiale, ma dubbi in curia sull’opportunità di chiamare a raccolta la gente per illustrare un argomento «delicato» con il rischio di «alimentare tensioni e scavare fossati». Il riferimento non è solo alla presenza, secondo la suora, di messaggi subliminali a sfondo satanico in certi cartoni animati («Vi posso assicurare che Pollon è una pusher») o nella canzone ‘Pedro’ di Raffaella Carrà, in Pippo Baudo, Lady Gaga, nei libri di Federico Moccia e nello yoga. Ma anche alla rappresentazione dei gay che peccano «perchè per loro c’è solo il sesso nella vita. Con chiunque».

L’organizzazione della serata – lo ha voluto precisare ieri il presidente Ermes Vignali, coordinatore del gruppo a Regina Pacis – non è da attribuire al “Rinnovamento dello Spirito”, come da noi riferito, ma dall’associazione “Dives in Misericordia” di Rinnovamento Carismatico. «Nessun tipo di rapporto essendo due realtà separate e autonome», sottolinea Vignali. Sia come sia, il parroco don Riccardo Camellini, interpellato da Carlino Reggio, spiega: «Io sono venuto là solo alla fine, non ho la minima idea di come la cosa sia, non è nel programma della parrocchia. Qui c’è un movimento carismatico a organizzare spesso queste cose». Una presa di distanza per il sacerdote che appena la scorsa settimana ha avuto la sua chiesa colpita da un incendio. A proposito: fortuito o doloso? «Non hanno finito di fare indagini – risponde il parroco – forse la distrazione di qualcuno, una svista maneggiando una candela». O chissà, forse un dispetto. «Ma nessuna relazione con la conferenza su Satana dell’altra sera».

La verità vi farà liberi


Come tutti gli anni, prima dell’avvento, la chiesa chiude il suo anno liturgico con la Feste del Cristi Re. Quest’anno si presenta la parte conclusiva del capitolo 18 di Giovanni, dove Gesù non esce come l’immagine che abbiamo sempre in  mente del re!

Siamo in mezzo ad una immagine straziante di Gesù tradito e umiliato che compare davanti a Pilato con le catene, che simboleggia il potere romano l’unico che può salvarlo dai giudei o a mandarlo a morte. Alla domanda di Pilato: Tu sei il re dei Giudei?

Gesù risponde in modo affermativo, spiegando che il suo regno non è di questo mondo altrimenti i suoi sudditi avrebbero combattuto e non sarebbe consegnato ai suoi carnefici.

Pensare a Gesù come re in questa situazione in cui si avverte la grande fragilità umana di chi è sul punto di essere messo a morte, ma rivendica la sua regalità e ne indica il regno:

Cristo è re per rendere testimonianza alla verità. Pilato, fine capitolo 18, chiede, senza aver risposta e non solo lui, ma anche noi chiediamo chiediamo … Che cosa è la verità?

Ma noi non siamo Pilato che per togliersi davanti questo ingombrante prigioniero non riflette sulla domanda. La risposta la troviamo nella vita di Gesù: la verità del Padre, sulla vita eterna, la verità sulla vita e sulla morte.

“Se rimanete fedeli alla mia parola sarete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi” ( Gv 8, 31-33)

La verità rende liberi cioè non schiavi del mondo, dei suoi beni, delle sue lusinghe, delle sue seduzioni fioravanti che si rivelano un impiccio, un ostacolo a vedere la verità cioè la stra, il futuro.

Gesù è destinato alla morte è invece libero perché la libertà, figlia della verità, non può conoscere morte !

DUE APPUNTAMENTI A CUI NON MANCARE A DICEMBRE

 Carissimi,

durante le mie conferenze, in cui svelo l’azione di satana nel mondo contemporaneo, non poche persone rimangono senza fiato nel constatare come questa azione sia feroce e capillare. Satana non dorme e cerca in tutti i modi di portarsi via le anime.

Come fare per contrastare questa ondata malefica che sembra avere il sopravvento? Semplice: Istruzione e preghiera sono le armi essenziali; sacrificio e digiuno completano l’opera.

Vi è poi un luogo speciale chiamato Medjugorje dove le anime hanno la possibilità di respirare la pace (quella vera che viene da Dio) a pieni polmoni. Questo respiro ampio e rigenerante non deve però concludersi con la fine del Pellegrinaggio, ma deve proseguire nella vita quotidiana. In questo modo altre persone potranno usufruire dell’effetto benefico emanato dalla nostra persona. Ed è a questo proposito che la Vergine Maria ci esorta a formare gruppi di preghiera nelle parrocchie, nella realtà in cui viviamo: “E’ necessario formare dei gruppi di preghiera e non solo in questa parrocchia. I gruppi di preghiera sono necessari in tutte le parrocchie” (11 aprile 1982).

In risposta a questa chiamata della Gospa, ho pensato di organizzare un gruppo di preghiera che si ritrovi una volta al mese. Attualmente mi è impossibile stabilire la settimana precisa in cui ci ritroveremo, ma sarà sempre e comunque di venerdì.

Il primo appuntamento :

Venerdì 7 dicembre 2012 ore 21.00 – 22.30 nella Chiesa Santa Madre di Dio a Fornacelle (Montemurlo)

Programma

21.00 Lettura dell’ultimo messaggio della Gospa

21.15 Preghiere e canti a cui seguirà il Santo Rosario

22.00 Breve catechesi

22.20 Preghiera conclusiva

 Sabato 8 dicembre, festa dell’Immacolata, tutti da don Francesco Bazzoffi parroco di San Donato in Livizzano ( Firenze)

Ci ritroveremo a San Donato in Livizzano per le ore 10.00 la mattina del 8 Dicembre.

10.30 Santo Rosario

11.00 Santa Messa

13.00 Pranzo (per la prenotazione inviatemi una e-mail al mio indirizzo annalisa.colzi@alice.it oppure telefonatemi 3931702849 ) costo 15,00 euro –

Al pomeriggio condivideremo le Grazie che la Gospa ci ha fatto a Medjugorje.

Vi aspetto numerosi…

Un caro saluto e che il Signore vi benedica e vi custodisca nel Suo amore.

 

Annalisa

 

Il Caffé teologico è in 6 città: Ravenna 30 Novembre Annalisa Colzi

Café teologico a Ravenna:

30 novembre 2012: I Mass Media corrompono? Analisa Colzi

ore 20.45  presso parrocchia SS Redentore Via Enrico Fermi 10 Ravenna

30 novembre 2012: I Mass Media corrompono? (Analisa Colzi)

14 dicembre 2012: Il genere sessuale è una scelta? (Roberto Marchesini)

18 gennaio 2013: Esiste il diavolo? (Don Claudio Crescimanno)

01 febbraio 2013: Qual’è la vera Chiesa? (Gianpaolo Barra)

15 febbraio 2013: L’uomo deriva dalla scimmia? (Umberto Fasol)

Sono sei le città che hanno adottato il format (registrato) delle sentinelle del mattino. Sono loro, infatti, i giovani formati a diventare leader per la nuova evangelizzazione, ad animare queste serate in stile lounge, con un programma fittissimo di eventi, tutti centrati sui temi scottanti della ragione e della fede.

Il format di successo, iniziato a Verona due anni fa, si è moltiplicato ora da nord a sud e molte altre città in cui operano le sentinelle, si stanno attrezzando per chiedere le opportune autorizzazioni e partire con un loro programma locale. Quest’anno, dedicato alla fede, secondo l’invito di Benedetto XVI, è l’anno giusto per affrontare quei temi di cui non si parla mai in una prospettiva di ricerca del vero, con uno stile innovativo e molto accattivante: esiste Dio? Come vincere il male? Gli omosessuali possono sposarsi? Come la mettiamo con il caso Giordano Bruno? Ecc…

I temi sono i più vari, dalla morale, alla filosofia, storia, tecnologia, medicina, scienza. Relatori accuratamente selezionati e d’eccezione intratterranno gli ospiti seduti attorno a tavolini da bar, sorseggiando caffè e tisane per una serata aperta a tutti, credenti e no. Un vero e proprio spazio di confronto e di ricerca, ma nel quale il vero ha sempre la penultima parola.

Annalisa sarà a Ravenna il 30 Novembre ore 20.45

QUINTO COMANDAMENTO: NON UCCIDERE

C’è un video molto interessante che sta facendo il giro del web, un video shoccante ma in grado di far riflettere. Si tratta della testimonianza di Gianna Jessen, una giovane ragazza sopravvissuta ad un aborto salino http://www.youtube.com/watch?v=MuRvsErkHFI

Consiglio, a chi ancora non lo ha visto, di guardarlo.

L’aborto è un omicidio. Che lo sia voglia ammettere o non lo si voglia ammettere, sempre un omicidio rimane. Diceva Madre Teresa di Calcutta in una trasmissione televisiva: «E’ un assassinio che una mamma uccida il proprio bambino».

Naturalmente l’assassina non è solo la madre ma anche tutti coloro che concorrono alla realizzazione dell’aborto.

C’è un altro video che sta facendo il giro del web, e che consiglio caldamente di guardare http://www.youtube.com/watch?v=3qbtAYP-7QE&feature=related

Siccome è in inglese, ho chiesto ad una mia amica di fare la traduzione di ciò che viene detto nel video. In sintesi: «Obama ha fatto passare una legge che permette di uccidere i bambini nati dopo un tentativo fallito di aborto. Prima esisteva infatti (negli USA) una legge che proteggeva il diritto alla vita di questi bambini. Ora invece vengono presi e lasciati morire nelle buste di plastica del pattume.

Continua a leggere

Calendario Incontri 2011

Siamo arrivati agli ultimi appuntamenti di questo anno 

Giovedì 13 dicembre 2012 – ore 21.00Come satana corrompe la società

Goro (FE)

28 – 03 Pellegrinaggio a Medjugorje  260,00 euro

A breve le date delle nuove conferenze ed incontri!!

A presto

Annalisa Colzi

Annalisa Colzi è nata a Montemurlo, un piccolo paese alla periferia di Prato, nel 1962.

Non ci sono grandi novità da dire riguardo la sua infanzia se non che a pochi mesi di vita rischia di morire a causa di una broncopolmonite capillare, a due anni si rinchiude dentro ad un frigorifero, a quattro anni scappa di casa, a quattro anni e mezzo rischia di essere schiacciata da una macchina e a cinque si ubriaca. Un’infanzia alquanto serena e tranquilla…

Nel 1980 incontra il suo boy, con il quale, dopo lunga e penosa titubanza si sposa.

Il matrimonio, celebrato nel 1994, è frutto della conversione della futura scrittrice, la quale assume il cognome del marito in modo così risolutivo da dimenticarsi il proprio.

Nel 1996 incontra uno dei più grandi mistici contemporanei, don Divo Barsotti, e con il marito si consacra nella Comunità da lui fondata.

Povera di studi, ma ricca del cognome del marito, decide di mettersi a scrivere. E fu così che uscirono i seguenti testi:

 

Una comunità e il suo fondatore: don Divo Barsotti (2004)

Nel 2006 esce la seconda edizione riveduta e corretta per l’editrice Shalom

Gesù unica via di salvezza (2006)  Shalom – esaurito

Nascosti con Cristo in Dio (piccolo contributo)   

Come satana corrompe la società (prima edizione: aprile 2009 – seconda: maggio 2009 – terza aggiornata: febbraio 2011) edito da Città Ideale

Spiritismo, new age, maghi, Sai Baba… (2010) ancora con Città Ideale

Che altro dirvi se non augurarvi una buona navigazione nel Blog di Annalisa Colzi

e-mail:                                                                  annalisa.colzi@alice.it

                                                                         Annalisacolzi su Facebook

                                                                         Annalisacolzi su Twitter