LA COERENZA DEL BOICOTTAGGIO

Nell’epoca attuale, in cui il Cattolicesimo è fortemente attaccato e vilipeso, il vero cattolico è chiamato alla difesa delle radici cristiane, proprie e del Paese, sostenendone i valori, purtroppo oggi tanto denigrati dai media, con la propria coerenza di vita, fino al boicottaggio.

Satana odia Cristo e la sua discendenza. La Sacra Scrittura è chiara a questo proposito: «Allora il drago si infuriò contro la donna e se ne andò a far guerra contro il resto della sua discendenza, contro quelli che osservano i comandamenti di Dio e sono in possesso della testimonianza di Gesù» (Ap 12,17). Ed ecco perché, in ogni tempo e in ogni luogo, il maligno ispira i suoi seguaci, volontari od involontari, a divulgare eresie, creare divisioni, incitare alla blasfemia e quant’altro offenda il Re dei re. Non c’è da meravigliarsene. Così sarà fino alla fine dei secoli quando la zizzania verrà raccolta e separata dal grano buono.

Nel frattempo i cattolici sono chiamati a difendere le radici cristiane per non rischiare di farle seccare in tanti cuori. La radice è quella che dà vita, produce, germoglia. Ecco perché va difesa, coltivata, custodita. Varie dottrine si sono susseguite nell’arco dei secoli per cercare di distruggere la Verità, ma il Signore ha contrapposto alle eresie dell’epoca grandi personaggi o meglio grandi Santi che con digiuni, preghiere, scritti e insegnamenti hanno tolto dalla radice cristiana il verme nocivo.

Annunci